Google Earth controlla gli scempi ambientali

Google Earth controlla gli scempi ambientali

Il sistema di visualizzazione sviluppato da Google offre alcuni interessanti utilizzi in ambito puramente ambientale.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 11:06 nel canale Software
Google
 

In origine Google Earth era stato presentato come una soluzione utile alla pianificazione di un viaggio o comunque capace di supportare in modo innovativo le crescenti esigenze di mobilità. Ben presto questo orizzonte di impiego è stato decisamente ampliato e la flessibilità del servizio stimola sempre più la fantasia degli utilizzatori.

Betanews.com riporta una curiosa iniziativa che prevede l'utilizzo di Google Earth per la visualizzazione e la successiva navigazione interattiva di oltre 470 aree montuose drasticamente rovinate da attività estrattiva.

Questa particolare iniziativa si affianca a un'altro accordo siglato dal colosso di Mountain View in questo caso con il WWF, per la visualizzazione sulle mappe di 150 progetti promossi dal fondo mondiale per la natura. La realizzazione di layer eventualmente visualizzabili a discrezione degli utenti è sicuramente un'utile implementazione delle tecnologie Google e le potenzialità pratiche ed economiche sono facilemente prevedibili.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piero.tdp13 Marzo 2007, 11:31 #1
> La realizzazione di layer eventualmente visualizzabili a discrezione degli
> utenti è sicuramente un'utile implementazione delle tecnologie Google e
> le potenzialità pratiche ed economiche sono facilemente prevedibili.

Fabio Boneschi dal macellaio:
"Scusi rivenditore autorizzato carne bovina, avrei necessita' di
implementare un barbecue della suddetta carne da lei rivenduta, per questa sera.
Sarebbe auspicabile che lei mi fornisse dei tagli top di gamma, eventualmente
gia' splittata in sottotagli di specifiche dimensioni; sara' poi mia discrezione
informare gli utenti del barbecue e fornire loro i corretti tagli, a seconda delle
preferenze di ciascuno"

:-) Dai, non prendertela, si scherza...
massidifi13 Marzo 2007, 11:44 #2
secondo me non è stato poi cosi forbito nel formulare la frase....
Layenn13 Marzo 2007, 11:48 #3
Originariamente inviato da: piero.tdp
> La realizzazione di layer eventualmente visualizzabili a discrezione degli
> utenti è sicuramente un'utile implementazione delle tecnologie Google e
> le potenzialità pratiche ed economiche sono facilemente prevedibili.

Fabio Boneschi dal macellaio:
"Scusi rivenditore autorizzato carne bovina, avrei necessita' di
implementare un barbecue della suddetta carne da lei rivenduta, per questa sera.
Sarebbe auspicabile che lei mi fornisse dei tagli top di gamma, eventualmente
gia' splittata in sottotagli di specifiche dimensioni; sara' poi mia discrezione
informare gli utenti del barbecue e fornire loro i corretti tagli, a seconda delle
preferenze di ciascuno"

:-) Dai, non prendertela, si scherza...


Ma rotfl
piero.tdp13 Marzo 2007, 12:12 #4
> secondo me non è stato poi cosi forbito nel formulare la frase....

Infatti non e' stato forbito, semplicemente barocco e confuso (o arzigogolato,
scegli tu). Ma analizziamo insieme, che oggi non ho proprio un -omissis-
da fare:

> La realizzazione di layer eventualmente visualizzabili a discrezione degli
> utenti è sicuramente un'utile implementazione delle tecnologie Google
> e le potenzialità pratiche ed economiche sono facilemente prevedibili.

Tre righe per dire una cosa ovvia, con uno stile che sembra preso
da un manuale di MS-DOS; Un po' come scrivere: "La realizzazione
di un panino risulta essere molto piu' gustosa se farcita con layer
di qualcosa che dia sapore, ad esempio formaggi. Le potenzialita' di
applicare formaggi a panino sono facilmente prevedibili".

Questo e' l'esempio giusto: prosa orrida e inutilmente tecnica
per descrivere un pensiero ovvio e banale.
Secondo me, Fabio non sapeva come finire la news, e ha scritto
delle righe "ad effetto". Solo che quello che ha scritto, se leggete
bene, non vuol dire assolutamente niente.

Scusate le critiche, spero che non si offenda nessuno; come
vedete tento di essere il piu' costruttivo possibile.


Angrenost13 Marzo 2007, 12:23 #5
bah, nn capisco queste critiche.Forse nn sapete che google earth funziona per layer?C'è il layer (=strato) delle strade, dei confini, il layer che ne so... dei vulcani.Si sovrappongono tutti e possono essere nascosti spuntando la relativa casellina...o mi sono perso qualcosa?
gimenez7513 Marzo 2007, 12:48 #6

Traduzione

Da me si sarebbe detto "Coi layer ci poi fa' uno sfracello di roba" ma mi sembra che la frase del Boneschi suoni un po' megloi
Cimmo13 Marzo 2007, 12:59 #7
Questa particolare iniziativa si affianca a un'altro accordo

un altro
Ibanez8913 Marzo 2007, 13:41 #8
Tre righe per dire una cosa ovvia, con uno stile che sembra preso
da un manuale di MS-DOS; Un po' come scrivere: "La realizzazione
di un panino risulta essere molto piu' gustosa se farcita con layer
di qualcosa che dia sapore, ad esempio formaggi. Le potenzialita' di
applicare formaggi a panino sono facilmente prevedibili".

Questo e' l'esempio giusto: prosa orrida e inutilmente tecnica
per descrivere un pensiero ovvio e banale.
Secondo me, Fabio non sapeva come finire la news, e ha scritto
delle righe "ad effetto". Solo che quello che ha scritto, se leggete
bene, non vuol dire assolutamente niente.


vabbe... ognuno ha il suo stile
Puddus13 Marzo 2007, 13:55 #9
Sarebbe util se le mappe fossero un pò più aggiornate, visto che alcune zone dove abito (prese come riferimento veloce) sono aggirnate a quasi 2 anni fa...
Ukronia13 Marzo 2007, 13:58 #10
L'iniziativa è interessante, anche se però prima dovrebbero aggiornare un pò le foto riprese dal satellite.

Le foto della mia città mostrano la tangenziale in costruzione, quando quest'ultima è aperta al traffico dal 2003.

E zone, come il lago di Garda ad esempio, hanno una risoluzione penosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^