Google Maps Mobile: il GPS? non serve

Google Maps Mobile: il GPS? non serve

Google Maps Mobile effettua una sommaria localizzazione del dispositivo utilizzando le informazioni relative alle coordinate delle celle telefoniche

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 11:43 nel canale Software
Google
 

Google Maps è entrata a far parte degli strumenti comunemente utilizzati dagli utenti per individuare località, indirizzi o informazioni simili: utilizzando un pc provvisto di connessione a banda larga si ha a propria disposizione un supporto cartografico notevole. Alla semplice cartografia Google ha aggiunto nel tempo da disponibilità di foto aeree e di vari altri strati tematici.

Da tempo si parla di una versione del servizio Google Maps dedicata ai dispositivi mobile e una prima versione di tale software è in circolazione da parecchi mesi. Google ha recentemente annunciato, un po' in sordina in realtà, la disponibilità di una versione aggiornata di tale strumento la cui novità principale è la funzione My Location ideata per mostrare sulle mappe di Google la posizione del terminale mobile.

Nel caso in cui lo smartphone sia dotato di ricevitore GPS Google Maps Mobile proietta le informazioni relative alla posizione sulla mappa accessibile attraverso i servizi online. In questa situazione la localizzazione è assai precisa, per contro il consumo energetico dell'unità GPS non è trascurabile e disponibilità del servizio è limitata solo agli spazi aperti.

Google Maps Mobile 2.0 Beta promette di offrire la localizzazione del dispositivo anche in situazioni in cui le funzionalità GPS non siano disponibili, ovvero al chiuso o su smartphone non provvisti di tale periferica.

In primo luogo per accedere al nuovo servizio è necessario possedere uno smartphone di ultima generazione: tutti i più recenti sistemi Nokia, alcuni BlackBerry  e taluni dispositivi  Sony Ericsson  e Motorola possono essere utilizzati per utilizzare Google Maps Mobile 2.0. Una lista dettagliata è disponibile a questo indirizzo. Google Mobile Maps 2 può essere installato anche su sistemi Microsoft Windows Mobile e Palm OS mentre sui dispositivi Apple iPhone non è disponibile la funzione "My location".

Premendo il tasto "0" sullo smartphone con Google Maps Mobile 2.0 in esecuzione, lo smartphone effettua un'interrogazione al servizio online di Google. In questa fase lo smartphone trasmette anche l'identificativo della cella telefonica attraverso cui è connesso alla rete. I server di Google gestiscono un apposito database al cui interno sono presenti le informazioni relative alla localizzazione delle singole celle e ritrasmettono allo smartphone tali dati.

Nella mappa visualizzata sul display del terminale mobile comparirà un cerchio di colore azzurro al cui interno si trova, secondo  Google Maps Mobile, l'utente. Viene stimato da Google che ogni cella abbia una portata di qualche centinaio di metri e solo in particolari situazioni qualche chilometro (in riferimento ad aree urbane con edifici e ostacoli): in base a questa supposizione viene garantita un'approssimazione di qualche centinaio di metri.

Abbiamo fatto riferimento a un database gestito da Google al cui interno vengono conservati gli identificativi delle celle e le relative coordinate. Questo elemento è fondamentale per la validità del servizio e resta da capire come il colosso di Mountain View possa reperire e archiviare queste informazioni. Basandosi sulle poche informazioni disponibili, pare, che siano gli stessi utenti di Google Maps Mobile a fornire tali preziose informazioni, anzi il merito è solo di una minoranza di essi e cioè di quei terminali connessi al servizio di Google e dotati di ricevitore GPS.

Google Maps Mobile riceve dai propri utenti connessi e dotati di GPS le informazioni necessarie alla localizzazione e contestualmente l'identificativo della cella telefonica utilizzata per accedere alla rete. Queste informazioni verranno successivamente aggiornate e serviranno per le successive interrogazioni effettuate da terminali sprovvisti di GPS connessi alla medesima cella telefonica.

Google Maps Mobile 2.0 non effettua alcuna triangolazione di segnale e non valuta la potenza del segnale radio ricevuto per determinare la distanza: tutto avviene interrogando un database remoto.

Al momento non abbiamo trovato in rete una fonte che descriva in modo preciso e dettagliato il metodo utilizzato da Google per effettuare la localizzazione. Quanto appena descritto scaturisce dall'analisi di varie fonti e dalle poche note ufficiali dell'azienda. Un'affermazione di Steve Lee, product manager for Google Maps for Mobile, confermerebbe nella sostanza quanto appena esposto, infatti, l'esponente di Google dichiara "..abbiamo creato un  database relativo alla posizione delle antenne utilizzare per la connessione ai servizi mobile e tali informazioni sono state raccolte dagli utenti di Google Maps for Mobile".

Google Maps Mobile 2.0 non è ancora integrato nei complessi sistemi pubblicitari del colosso di Mountain View ma un'apertura in tal senso è molto prevedibile, anzi, questo pare essere il vero obiettivo del progetto. Su dispositivi non dotati di GPS la precisione fornita non è tale da garantire una vera e propria localizzazione, men che meno è ipotizzabile utilizzare questo sistema per effettuare la navigazione verso un determinato indirizzo.

Se però si considera che Google è fondamentalmente un motore di ricerca è possibile ipotizzare alcuni tipici impieghi. Ad esempio: dopo aver effettuato la localizzazione attraverso la funzione "My location" l'utente ha la possibilità di contestualizzare le proprie ricerche con un criterio geografico: volendo cercare un ristorante, un albergo o altra informazione di pubblica utilità i risultati proposti saranno limitati alla zona geografica in cui l'utente si trova.

Google tiene a precisare che Google Maps Mobile raccoglie informazioni in modo anonimo: l'identificativo della cella utilizzata dal dispositivo e la posizione di quest'ultimo non vengono associate al numero di telefono o all'account Google.

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
selestat29 Novembre 2007, 11:54 #1
Troppo poco preciso però... alla fine serve solo proprio per cepire quali esercizi commerciali ci sono + o - intorno all'utente...

Attenzione pongo una domanda:

Ma attualmente esiste un software di pubblico dominio che ci permette di by-passare il GPS ed utilizzare le celle degli operatori telefonici per localizzarci ? E se si ... in Italia i ns operatori permettono l'utilizzo di queste informazioni?

Perchè sinceramente due palle a portarmi sempre dietro l'antennina GPS blutooth ....
mansell29 Novembre 2007, 12:12 #2
mò vedo se funziona pure con la versione symbian 3rd!!! bellissimo
luca2014129 Novembre 2007, 12:15 #3

GPS


Ciao selestat,

non so se rispondo correttamente alla tua domanda, ma esisteva già pr Symbian (provato sul Nokia 6600) un programmino che sfruttava il GPRS per inviare i dati della tua cella ad un server, che poi ti localizzava sulla mappa e te lo mostrava sul display. (Quindi Google ha, diciamo, scoperto l'acqua calda)
Credo che questo tipo di informazioni siano incluse nella segnalazione di una normale connessione GSM, dato che ogni tanto il telefono "pinga" i trasmettitori per dire che è ancora vivo E credo anche che per gli operatori sia possibile individuare la nostra posizione in base ai dati ricevuti dai ricevitori o ricostruire i nostri movimenti.

Non vorrei dire una bestialità, ma questo è un sistema usato dalla polizia per rintracciare le persone tramite i telefonini.

Io però pensavo a questo.... allora, se noi possiamo disporre sul nostro display delle informazioni riguardanti la nostra posizione, in base a ciò che diciamo alla nostra cella di riferimento.... potrebbe essere possibile, chissà, creare un software che ti dice la posizione di qualsivoglia utente, digitando il suo numero di telefono e raccogliendo le informazioni della sua cella di provenienza...
Sarebbe pericolosissimo! Le ragazze potrebbero sgamarci quando diciamo di essere in viaggio per lavoro, mentre siamo con l'amante )))))
mansell29 Novembre 2007, 12:18 #4
ok, la versione nuova va, funziona. ma premendo lo 0 esce "posizione corrente temporaneamente non disponibile"

wow quindi la funzionalità c'è!

sono cambiati anche i tasti, ora si switcha velocemente dalla visuale mappa alla visuale satellite, non si zooma piò premendo il joystick, ma con i tasti 1/3 (avanti indietro) al posto dello zoom negativo nella softkeys destra abbiamo il tasto ricerca... in pieno stile google!

noto che il programma è più veloce, più immediato!
bjt229 Novembre 2007, 12:32 #5
Quando mi laureai nel 2001, all'università di Napoli, facoltà di ingegneria, c'erano degli amici che stavano facendo una tesi di sviluppo di software (penso a questo punto firmware, perchè mi pare non ci fossero nel 2001 telefonini java) su telefonini Nokia per il calcolo della posizione mediante triangolazione fino a 6 celle (forse questo era il limite del cellulare usato???), non ricordo i dettagli. Immaginavo che se avesse avuto successo sarebbe stato integrato nei firmware... Qualcuno con un Nokia recente può dirci se esiste una simile funzione?
Alexis8029 Novembre 2007, 12:57 #6
E' tutto fantastico ma non è fatto per l'italia visti i costi di connessione a cui siamo costretti grazie al cartello dei nostri operatori mobili. Io lo'ho usato parecchio con una sim dati aziendale ma da privato è quasi improponibile.
_Menno_29 Novembre 2007, 13:00 #7
io google maps l'ho usato con il gps, ed è spaventosamente preciso

ora sono curioso di provare questa versione per vedere di quant'è il margine di errore... cmq se lo integrano a servizi come appunto ricerca di ristoranti, cinema, etc sarebbe utilissimo

io con vodafone pago 9 euro al mese per traffico WAP illimitato (non posso usare messenger o fring, ma navigo senza problemi, podcast, video online, etc... )
gianly198529 Novembre 2007, 13:02 #8
Originariamente inviato da: Alexis80
E' tutto fantastico ma non è fatto per l'italia visti i costi di connessione a cui siamo costretti grazie al cartello dei nostri operatori mobili. Io lo'ho usato parecchio con una sim dati aziendale ma da privato è quasi improponibile.


Cazzate, bastano 8 o 9 euro al mese a seconda dell'operatore, informati.
(scusa se sono diretto ma non se può più sotto ogni news le solite cose...per non parlare della urban legend del cartello in italia e della nostra situazione drammatica....informatevi sulle tariffe praticate all'estero prima di aprire bocca :rolleyes
mansell29 Novembre 2007, 13:15 #9
beh, con wind pago solo 3€ al mese per avere 250MB mensili di navigazione wap-web-skype-msn-quello che vuoi

posso collegarmi un gprs, edge o umts... come voglio!!

e x soli 3€ al mese... si chiama wap no limit, non ha costi strani.. solo 3e al mese... informati!
imayoda29 Novembre 2007, 13:22 #10
Veramente un bel artcicolo. Mi stavo giusto chiedendo come funzionasse questa novita sul portalino di google.com/m

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^