Google perde il marchio Gmail in Europa

Google perde il marchio Gmail in Europa

L'ufficio per l'armonizzazione del mercato europeo ha stabilito che Google non potrà più utilizzare il marchio Gmail per il proprio servizio di posta elettronica in Europa

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 16:17 nel canale Software
Google
 

Google non potrà più utilizzare il noto marchio Gmail per il proprio servizio di posta elettronica in Europa - questo è quanto è stato stabilito in sede d'appello dall'OHIM, l'Ufficio per l'armonizzazione del mercato europeo. Nel 2005 Google era stata chiamata in causa da Daniel Giersch, titolare del servizio di posta elettronica G-Mail, proprio per via della somiglianza dei due marchi. La causa si era conclusa a favore di Giersch, ma Google era subito ricorsa in appello.

La vicenda tuttavia non è ancora del tutto conclusa: Google potrà presentare nuovamente ricorso per opporsi alla decisione dell'OHIM, anche se non è una mossa cosi scontata; durante il recente appello, conclusosi lo scorso 26 febbraio, le argomentazioni giuridiche presentate dalla compagnia di Mountain View sono state infatti ripetutamente bocciate.

Fortunatamente gli utenti di Gmail possono dormire sonni tranquilli: gli account di posta pre-esistenti non verranno né cancellati, né tantomeno rinominati. Con buona probabilità, i nuovi utenti europei utilizzeranno un nuovo dominio; il più quotato attualmente è googlemail.com.

Dell'argomento se ne parla in modo più dettagliato sul blog Appunti Digitali, più precisamente a questo indirizzo.

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
innovatore19 Marzo 2008, 16:22 #1
dai google dai la mazzetta a G-mail e tutti felici e contenti....
:lol:
lucusta19 Marzo 2008, 16:37 #2
paga, piuttosto...
Man0war19 Marzo 2008, 16:37 #3
Ma google è una piccola azienda formata da due studenti, non ne ha soldi per dare mazzette.
: D
cavallo_pazzo19 Marzo 2008, 16:39 #4
apple ha dato al signor tizioecaio 1 milione di dollari per iphone.com, quanto sborserà google?
Luk3D19 Marzo 2008, 16:40 #5
Originariamente inviato da: Man0war
Ma google è una piccola azienda formata da due studenti, non ne ha soldi per dare mazzette.
: D

questa potrebbe essere la frase d'inizio in un probabile film sulla loro storia
andamus19 Marzo 2008, 16:42 #6
Direi che questo fatto permette di apprezzare meglio il lavoro svolto dalla Comunità Europea, visto che ha permesso ad una piccola ditta di far valere i suoi diritti contro un colosso, non credo che la causa , se fatta negli USA, avrebbe avuto la stessa sentenza.
Barra19 Marzo 2008, 16:43 #7
Infatti mi stupisco di come non si sia ancora decisa a comprare l'azienda in questione. Gmail è decisamente meglio di googlemail. E' banale ma i domini di posta devono essere + brevi in quanto + facili da ricordare.

C'è anche da dire che almeno qui in Italia Gmail crea qualche disagio. Spesso mi è capitato di dettare x telefono la mia mail e scoprire che poi non mi arrivava nulla xchè dall'altra parte di erano segnati gimail.com
theJanitor19 Marzo 2008, 16:51 #8
Originariamente inviato da: Barra
C'è anche da dire che almeno qui in Italia Gmail crea qualche disagio. Spesso mi è capitato di dettare x telefono la mia mail e scoprire che poi non mi arrivava nulla xchè dall'altra parte di erano segnati gimail.com


Bloom8319 Marzo 2008, 17:00 #9
oppure scrivono @gmeil.com in italia (la triste realtà
G-DannY19 Marzo 2008, 17:26 #10
Originariamente inviato da: Barra
Infatti mi stupisco di come non si sia ancora decisa a comprare l'azienda in questione. Gmail è decisamente meglio di googlemail. E' banale ma i domini di posta devono essere + brevi in quanto + facili da ricordare.

C'è anche da dire che almeno qui in Italia Gmail crea qualche disagio. Spesso mi è capitato di dettare x telefono la mia mail e scoprire che poi non mi arrivava nulla xchè dall'altra parte di erano segnati gimail.com


Beh pensa ora che bello... Pioveranno gugolmail.com, gogglemail.com, googglemail.com...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^