Google sta sviluppando un Set-Top Box per la televisione?

Google sta sviluppando un Set-Top Box per la televisione?

Un Set-Top Box firmato Google potrebbe portare nuovi servizi sul televisore di casa: un punto di unione tra i servizi in rete e le tradizionali offerte del mondo broadcast

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:22 nel canale Software
Google
 

Da qualche tempo in rete circolano informazioni relative allo sviluppo di un Set-Top Box da parte di Google. Tale dispositivo andrebbe collegato al tv di casa e permetterebbe di integrare interessanti servizi su un elettrodomestico diffusissimo.

Google, pare, ha ben altre mire rispetto al progetto Google TV ads: con il Set-Top Box verrebbe a crearsi una maggior integrazione tra contenuti televisivi, informazioni presenti in rete  e, ovviamente, strumenti a disposizione dell'utente. Le attuali soluzioni Set-Top Box, costituite a tutti gli effetti da sistemi embedded, offrono un set limitato di opzioni: garantiscono l'accesso a determinati network e poco più.

Nelle intenzioni di Google vi sarebbe una totale apertura del Set-Top Box: in tal modo gli sviluppatori avrebbero la possibilità di sfruttare l'hardware disponibile per accedere a servizi e per integrare tra loro contenuti di varia natura. Si pensi, a titolo di esempio, quali vantaggi si potrebbero avere da un Set-Top Box capace di visualizzare in un'apposita interfaccia grafica i feed RSS relativi alle ultime news, alla guida TV o informazioni simili.

Ipotizzando un Set-Top Box  con caratteristiche hardware elevate si potrebbe anche immaginare la possibilità di usare strumenti software per la registrazione video e per il successivo editing. Siamo ovviamente nel campo delle congetture e delle ipotesi.

Vi è però da considerare che Google non è mai stata propensa allo sviluppo di soluzioni hardware: il colosso di Mountain View da sempre si è focalizzato sulla creazione di software e di servizi. Qualche tempo fa si parlò, ad esempio, del Google Phone e di una possibile commercializzazione diretta di tali dispositivi ma i recenti annunci relativi alla piattaforma Android hanno confermato l'iniziale approccio di Google.

Android è una piattaforma software opensource che promette di mettere a disposizione di svariati costruttori le medesime soluzioni software: sistema operativo e principali utility di gestione saranno comuni a vari prodotti di differenti brand. In tal modo ci si augura che possano proliferare le soluzioni software di terze parti e i servizi. Solo a fine 2008 saranno disponibili i primi telefoni basati su tale piattaforma.

Alcune recenti indiscrezioni potrebbero cambiare lo scenario fin qui descritto: pare che Google possa essere interessato all'acquisto di licenze per l'uso di alcune frequenze radio usabili, potenzialmente, per servizi mobile. Questa circostanza è ancora abbastanza nebulosa e priva di conferme.

Basandosi sui fatti e sul passato si potrebbe ipotizzare che anche nel caso del Set-Top Box Google applicherà il medesimo modello utilizzato per Android: delegherà lo sviluppo, la commercializzazione e l'assistenza delle componenti hardware concentrandosi sulla promozione di una piattaforma opensource sulla quale costruire e diffondere in propri servizi.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
afterburner22 Novembre 2007, 15:39 #1
Vi è però da considerare che Google non è mai stata propensa allo sviluppo di soluzioni hardware


In realta' Google qualche appliance hardware lo produce (oppure lo rimarchia e ci mette il suo software):
http://www.google.com/enterprise/intranet_search.html

Comunque, praticamente ogni giorno salta fuori che Google si sta estendendo a un nuovo elettrodomestico: prima i cellulari con Android .. adesso la televisione .. non sara' che un domani ci saranno pure i cessi marchiati bigG che analizzeranno come la facciamo e il nostro stato di salute??
Ovviamente tali dati verranno collezionati da bigG cosi' da propinarci alla televisione pubblicita' dedicate: "Il cesso sostiene che ieri hai mangiato poche fibre! Ti consigliamo gli integratori di fibre vegetali XYZ"
dragonheart8122 Novembre 2007, 16:26 #2
E chi lo ferma più, e pensare che é nato come un semplicissimo motore di ricerca...incredibili gli sviluppi...
Fx22 Novembre 2007, 16:38 #3
"motore di ricerca" e "semplicissimo" non vanno molto d'accordo come concetti =)
PeK22 Novembre 2007, 20:02 #4
Originariamente inviato da: afterburner
Ovviamente tali dati verranno collezionati da bigG cosi' da propinarci alla televisione pubblicita' dedicate: "Il cesso sostiene che ieri hai mangiato poche fibre! Ti consigliamo gli integratori di fibre vegetali XYZ"


sai quante vite potrebbe salvare sta cosa?
Okiya22 Novembre 2007, 20:19 #5
Originariamente inviato da: Fx
"motore di ricerca" e "semplicissimo" non vanno molto d'accordo come concetti =)


quoto!
Thebaro23 Novembre 2007, 09:17 #6
Originariamente inviato da: afterburner
In realta' Google qualche appliance hardware lo produce (oppure lo rimarchia e ci mette il suo software):
http://www.google.com/enterprise/intranet_search.html

Comunque, praticamente ogni giorno salta fuori che Google si sta estendendo a un nuovo elettrodomestico: prima i cellulari con Android .. adesso la televisione .. non sara' che un domani ci saranno pure i cessi marchiati bigG che analizzeranno come la facciamo e il nostro stato di salute??
Ovviamente tali dati verranno collezionati da bigG cosi' da propinarci alla televisione pubblicita' dedicate: "Il cesso sostiene che ieri hai mangiato poche fibre! Ti consigliamo gli integratori di fibre vegetali XYZ"


il discorso del cesso di google mi piacerebbe....aiuterebbe le persone a mangiare un po + sano.
jepessen23 Novembre 2007, 09:25 #7
E noi che ci lamentiamo dello strapotere Microsoft, quando ci sono altre compagnie che non sono meno monopolistiche (vedi Google), o meno chiuse (vedi Apple).

E detto da uno che utilizza Linux...

Sinceramente credo che i prodotti Google siano tutti a doppio taglio. Da un lato sono ottimi, ma dall'altro non si sa quante informazioni personali manderanno alla grande G. Se poi questo, per ognuno di noi, sia un problema non so, ma almeno che lo dichiarino apertamente invece di far comparire la questione in secondo piano, come fanno sempre.
darkgenio7623 Novembre 2007, 11:40 #8

a jepessen

basta leggere la documentazione google sulla privacy e sai esattamente cosa avviene ai nostri dati personali. Non c'è nulla di "occulto" nell'uso dei dati a scopo pubblicitario. Poi dai, parliamo di dati anagrafici e tendenze di navigazione, mica del numero di carta di credito o sms segreti inviati alle amanti.
Ormai ogni utente internet dispone di un'identità digitale le cui informazioni sono accessibili con facilità.
Io mi preoccuperei di fenomeni davvero pericolosi, come il phishing o le frodi online.
Ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^