ICANN, NIC e Registerfly: in Italia non va poi così male

ICANN, NIC e Registerfly: in Italia non va poi così male

I metodi quasi completamente automatizzati per la registrazione dei domini internet possono nascondere delle insidie.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:11 nel canale Software
 

Per i fervidi sostenitori secondo i quali l'Italia è sempre e comunque il fanalino di coda del mondo tecnologico e, generalmente, è terra di truffe e malaffari, questa notizia potrebbe aiutare a riflettere.

Registerfly è un provider accreditato dall’ICANN per la registrazione e intestazione dei domini che opera negli USA e nell'ultimo periodo si trova al centro di vicende poco edificanti. In primo luogo chiariamo cosa è un provider accreditato dall' ICANN anche a chi non conosce da vicino le dinamiche della gestione di un dominio internet.

L'utente che desidera registrare un proprio dominio deve rivolgersi al cosiddetto registrar e quest'ultimo ha il compito di effettuare le operazioni successive atte a mettere a disposizione del richiedente il dominio e a preservare tale indirizzo anche nel futuro. Il registrar si interfaccia poi con il livello superiore costituito direttamente dall' ICANN.

In alcuni stati il livello superiore ha letteralmente "delegato" a provider come Registerfly la gestione delle varie procedure ed è stato creato un procedimento snello, veloce e praticamente automatico. I vari provider ovviamente si vedono riconosciuta una commissione per il proprio lavoro e, a loro volta, devono pagare una licenza all' ICANN.

Tornando alla notizia, pare che Registerfly abbia effettuato operazioni non proprio in linea a quanto concordato con l'ICANN infatti, come riporta Netcraft.com, pare che parecchi clienti abbiano pagato per registrazioni mai effettuate e, ancor peggio, abbiano visto utilizzare in modo sconsiderato i prelievi sulla propria carta di credito.

Il quadro è ancor più grave se si considera che Registerfly pur percependo le commissioni dai proprio clienti non procedeva a aggiornare la registrazione dei domini alcuni dei quali sono scaduti. Per gli ignari clienti il danno è quindi duplice e per chi basava il proprio business sul web siamo ai limiti del dramma.

Stando alle informazioni si tratta di veri e propri illeciti e pare che l'ICANN sia intervenuto solo in epoca recente e dopo svariati solleciti; in merito all'organismo superiore che secondo taluni avrebbe eccessivamente ritardato il proprio intervento segnaliamo anche questo approfondimento. Fortunatamente il tanto criticato sistema italiano, pur non esente da errori, mette in un certo senso al sicuro: la burocrazia e il "controllo umano" offrono maggior garanzia.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Motosauro27 Febbraio 2007, 11:06 #1
la burocrazia e il "controllo umano" offrono maggior garanzia.

Mah ....
Non sono molto d'accordo. Imho è pensare le cose con la testa invece che coi piedi che offre maggiori garanzie.
Finché ci si mettono di mezzo stupidità e malizia non c'è controllo che tenga
bjt227 Febbraio 2007, 11:44 #2
In Italia questo compito è svolto dal CNR di Pisa... E come membro del CNR (anche se di un istiituto di Napoli), sono orgoglioso di questo!
Attila1688127 Febbraio 2007, 11:49 #3
la burocrazia italiana è semplicemente ridicola, il sistema italiano di registrazione domini che richiede l'invio dei fax per la conferma è cosi lento, scomodo, dispendioso e con un altissimo tasso di errore umano che sinceramente mi fa preferire un sistema completamente automatizzato anche se in un caso questo ha portato a delle truffe (comunque controllabili e arginabili se il sistema di controllo funziona efficacemente)
Motosauro27 Febbraio 2007, 11:57 #4
Originariamente inviato da: bjt2
In Italia questo compito è svolto dal CNR di Pisa... E come membro del CNR (anche se di un istiituto di Napoli), sono orgoglioso di questo!


[OT]
Scusa, ma quella che hai nell'avatar chi sarebbe? [/OT]
bizzu27 Febbraio 2007, 12:23 #5
La mia esperienza col NIC non è stata molto positiva... ogni volta che gli si invia il fax di richiesta, a loro risulta illeggibile! E bisogna passare attraverso il registrar per capire questa cosa.
Sentendo in giro, la media di fax inviati si attesta sui 3, quindi non è stato solamente un mio problema!
Kappaloris27 Febbraio 2007, 13:00 #6
Originariamente inviato da: Motosauro
[OT]
Scusa, ma quella che hai nell'avatar chi sarebbe? [/OT]

E' la dottoressa di Dr.House m.d. , Cameron (Jennifer Morrison)

Il fatto di mandare un fax se vuoi un dominio.it, mi sembra molto scomodo, e anche alquanto antiquato, ma meglio questo che le storie di registerfly.
Motosauro27 Febbraio 2007, 13:12 #7
Originariamente inviato da: Kappaloris
E' la dottoressa di Dr.House m.d. , Cameron (Jennifer Morrison)

Il fatto di mandare un fax se vuoi un dominio.it, mi sembra molto scomodo, e anche alquanto antiquato, ma meglio questo che le storie di registerfly.


E il fotografo chi era? Mr PhotoShop?
Kappaloris27 Febbraio 2007, 13:16 #8
Originariamente inviato da: Motosauro
E il fotografo chi era? Mr PhotoShop?


Quella foto se non sbaglio è una dei servizi fotografici, quindi immagino di si.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^