Il wi-fi in auto per la sicurezza della circolazione

Il wi-fi in auto per la sicurezza della circolazione

Alcuni produttori di autoveicoli sono impegnati nello sviluppo di tecnologie che permettano lo scambio di informazioni utili alla sicurezza della circolazione tra veicoli in movimento

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:50 nel canale Software
 

Le tecnologie wireless stanno ormai divenendo assai comuni in molteplici aspetti della vita di tutti i giorni: le reti wi-fi sono diffusissime, le tecnologie bluetooth altrettanto senza considerare il campo della telefonia mobile. Anche in ambito automobilistico alcuni produttori hanno iniziato a implementare piccoli hub bluetooth ma tali iniziative sono di ben diverso spessore rispetto a quanto promosso da DaimlerChrysler.

Con il progetto WILLWARN research DaimlerChryslerm intende installare a bordi dei veicoli un router wireless capace di creare una rete ad hoc e di interagire all'interno di una struttura di tipo mesh. Questa tecnologia ha lo scopo di diffondere sulla rete wireless informazioni relative a particolari condizioni di pericolo infatti vengono processati i segnali provenienti dai sensori di bordo dell'auto relative ai sistemi ABS, ESP o alla temperatura esterna.

Ogni nodo della rete dovrebbe avere una portata di circa 500 metri ma la struttura mesh consente di inviare il segnale anche ad altri veicoli propagando l'informazione da un nodo all'altro. Il progetto WILLWARN rientra nel più ampio contesto Car2Car Communication Consortium che ha l'obiettivo di innalzare il livello di sicurezza della circolazione stradale promuovendo sistemi capaci di far comunicare tra loro i veicoli.

Per capire la portata del progetto promosso da DaimlerChrysler è sufficiente visitare questa video gallery. In tali documenti vengono mostrati scenari tipici in cui le tecnologie in oggetto potrebbero notevolmente innalzare il livello di sicurezza: la segnalazione di un veicolo fermo in mezzo alla carreggiata proprio dietro a una curva è indubbiamente un'informazione molto importante.

Le potenzialità di queste iniziative sono ancor più elevate se si considera un ipotetico scenario in cui alla rete wi-fi mesh vengano connesse eventuali stazioni fisse. Queste installazioni potrebbero irradiare informazioni relative ad una specifica area geografica ma sarebbero anche in grado di ricevere informazioni dai veicoli in circolazione.

Un'opportuna gestione di questi dati permetterebbe ad esempio di mantenere sotto controllo le condizioni del traffico e, pensando ancora una volta alla bidirezionalità dell'iniziativa, potrebbero essere utilizzate per ricalcolare un'itinerario che permetta di evitare eventuali ingorghi o incidenti. L'integrazione con le tecnologie di navigazione satellitare è uno dei prossimi passi in programma da parte di DaimlerChrysler.

Come riportato anche da ArsTechinca.com, la valenza di queste tecnologie non è assolutamente messa in discussione, anzi, pare evidente che l'integrazione a bordo di un veicolo di alcune tecnologie può sicuramente essere un elemento utile ad innalzare il livello di sicurezza. La vera sfida è sul fronte dell'usabilità di tali tecnologie e della semplicità con cui certi concetti non elementari verranno proposti all'utente finale. Fortunatamente proprio questo genere di studi ha catalizzato l'attenzione dei produttori di autoveicoli che stanno investendo per promuovere soluzioni efficaci e semplici.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor12 Dicembre 2006, 16:03 #1
interessante come tecnologia!!!

mi sa però che qui da noi la useranno giusto per farti le multe se ti beccano a percorrere un certo tratto in meno di un tot di tempo (distanza persorsa a + del limite cnsentito)

o sono pessimista?
Il_Cozza12 Dicembre 2006, 16:07 #2
a vederlo così sembra una figata... speriamo ke lo implementino al più presto tutte le case automobilistiche..
LZar12 Dicembre 2006, 16:14 #3
E' una tecnologia interessantissima a patto che venga adottata su una percentuale considerevole di veicoli, altrimenti serve a ben poco.
monsterman12 Dicembre 2006, 16:21 #4
e pensare che solo pochi anni fa sarebbe stata considerata fantascienza....
DjLode12 Dicembre 2006, 16:30 #5
Dovrebbe esserci un progetto di Autostrade per integrare la tecnologia wi-fi nei pilastri ai bordi della strada. Di più nin zo
bist12 Dicembre 2006, 16:48 #6
Sarebbe figo usare il wi-fi così da poter insultare con un viva voce chi ti taglia la strada, in fondo basta inseguirlo mantenendo una distanza di 500 metri.
Kayne12 Dicembre 2006, 16:51 #7
ed io sarò ancora + pessimista pensando che un risvolto negativo potrà essere un peggioramento della già + che scarsa "qualità di guida" che mediamente troviamo per le strade, quando il sistema non rileverà un pericolo per diverse ragioni mentre lo scazzato guidatore sta pensando: "...tanto se il sistema non mi dice nulla...io vado"
Kappaloris12 Dicembre 2006, 16:54 #8
Lan-party in coda?
paulgazza12 Dicembre 2006, 17:09 #9
Originariamente inviato da: Paganetor
interessante come tecnologia!!!

mi sa però che qui da noi la useranno giusto per farti le multe se ti beccano a percorrere un certo tratto in meno di un tot di tempo (distanza persorsa a + del limite cnsentito)

o sono pessimista?


Potrebbero già farlo con i caselli, in fondo sui biglietti dovrebbe essere registrata anche l'ora di ingresso, no?
fires8912 Dicembre 2006, 17:44 #10
E la privacy dove la mettiamo?....
Immaginate di essere controllati in ogni momento anche sulla vostra auto.......

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^