Il WiMax sarà l'antiWiFi?

Il WiMax sarà l'antiWiFi?

Alcune reti metropolitane che dovevano essere realizzate con tecnologia WiFi non verranno realizzate. Si aspetta il WiMax e arriva una regola preziosa: $30 la scheda + $30 il servizio, lo dice Intel

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:13 nel canale Software
Intel
 

Il WiMAX World di Chicago sta portando molta attenzione in merito a questa nuova e interessante tecnologia. Nella giornata di ieri abbiamo riportato una sessione di prova "on the road" organizzata da Motorola che, stando al report di alcuni partecipanti all'iniziativa, ha mostrato le potenzialità della tecnologia WiMax.

Oggi pare essere il giorno di importanti riflessioni, importanti in relazione agli interessi economici in gioco, in merito alla scelta di una tecnologia rispetto all'altra. Varie città, con estensione metropolitana o di minori dimensioni, hanno realizzato o sono in fase progettuale di reti wireless con tecnologie WiFi. Alcuni progetti in tal senso sono già attivi ma altri, per varie motivazioni, sono stati sospesi.

Alla base di tali scelte vi sarebbero motivazioni di ordine tecnico, infatti ogni singolo hotspot può garantire una ridotta copertura, e di natura economica. Al momento, tralasciando l'utenza di tipo business, l'offerta commerciale di tali servizi è ancora poco appetibile dal grande pubblico.

Le tecnologie WiMax, stando a quanto riportato da Arstechnica.com, permetterebbero di risolvere gran parte delle problematiche di natura tecnica: ogni singola stazione avrebbe un'elevata portata (anche se ben lontana dai 50 km teorici promessi) e il numero di tali postazioni fisse sarà direttamente proporzionale al numero di utenti da gestire.

Si potrà eccepire che la diffusione di terminali WiFi sarà per un certo periodo estremamente superiore rispetto agli equivalenti con tecnologia WiMax ma,considerando che uno dei principali driver alla diffusione delle tecnologie 802.11b-g è stata Intel, non si può trascurare il fatto che la prossima piattaforma Intel Montevina supporterà il nuovo standard 802.16e. Ciò vuol dire che la maggior parte dei notebook di prossima generazione sarà in grado connettersi a queste reti di ultima generazione.

Il vero problema sarà quello di far percepire all'utenza il vero valore di queste nuove soluzioni che dovrebbero relegare il WiFi alle mura domestiche. Sean Maloney - Intel executive VP - ha formulato una propria convinzione in merito alla vicenda: l'esponente di Intel afferma che il WiMax per poter avere il successo sperato dovrà rispettare la formula $30 + $30: la scheda di connessione dovrà avere un costo accessibile all'utenza e il servizio mensile dovrà essere altrettanto vantaggioso. Sean Maloney identifica tale soglia psicologica proprio nei fatidici $30.

88 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
realista28 Settembre 2007, 12:16 #1
30 dollari... cioè circa 21 euro... IN ITALIA?.....eheheh..pura utopia....
Rubberick28 Settembre 2007, 12:17 #2
alla fine e' tutto li, invece di fare un servizio per pochi eletti a prezzi enormi si fa un servizio + economico ma che vende tanto...
Davis528 Settembre 2007, 12:18 #3
traduzione in italiano... 300 euro al mese per connessione full time?
zeropitone28 Settembre 2007, 12:21 #4
300 euro al mese?
Per quelli che si possono permettere il telefonino della Vertu allora!
soft_karma28 Settembre 2007, 12:26 #5
Nelle zone rurali, dove l'adsl è un sogno, questa tecnologia può portare finalmente la banda larga! Speriamo...
Matrixbob28 Settembre 2007, 12:40 #6
Da noi ci metterano ancora ancora almeno 3-5 anni perchè devono ancora capire dove andare a derubarci con questa tecnologia.
Em@28 Settembre 2007, 12:45 #7

Benedetto WiMax!

Originariamente inviato da: Matrixbob
Da noi ci metterano ancora ancora almeno 3-5 anni perchè devono ancora capire dove andare a derubarci con questa tecnologia.

Quando WiMax arriverà da noi (... sempre che arrivi!) sarà già, con tutta probabilità, stra-superato ed avrà costi esorbitanti... siamo in Italia!
Avatar028 Settembre 2007, 12:47 #8
30$ non son mica pochi ... è pur sempre una connessione senza fili, non andrà mai veloce come quelle cablate
Quindi alla fine, per pure esigenze prestazionali, si avranno sempre entrambe le connessioni ... insomma son palanche
Master_T28 Settembre 2007, 12:52 #9
Originariamente inviato da: Matrixbob
Da noi ci metterano ancora ancora almeno 3-5 anni perchè devono ancora capire dove andare a derubarci con questa tecnologia.


heheh appunto! Appena la telecom trova qualche exploit per castrare la tecnologia wimax e contemporaneamente alzarne il prezzo la faranno.... per ora è troppo "scomoda", farebbe cadere il monopolio delle centraline telecom....
METATHRON28 Settembre 2007, 12:56 #10

ma il wi-max è sicuro per la salute?

quand'è che ci fanno delle ricerche serie e indipendenti? col wi-max sale ancora di + l'inquinamento elettromagnetico. poi andate a lamentarvi della caotizzazione del ciclo delle acque: uragani, alluvioni siccità....ci vogliono delle ricerche serie sull'inquinamento elettromagnetico. perchè non le fanno? sono tutti così comprati e venduti?
vita sempre + inquinata........

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^