Inspearit e Rally Software, alleanza per crescere in Italia

Inspearit e Rally Software, alleanza per crescere in Italia

Le due realtà stringono un accordo strategico per le trasformazioni Lean&Agile, con lo scopo di crescere congiuntamente sul mercato italiano

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:27 nel canale Software
 

Inspearit è una realtà multinazionale (con sedi in Italia, Francia, Paesi Bassi, Cina, Singapore e Hong Kong,) leader nelle trasformazioni Agile che da vent'anni rappresenta un punto di riferimento nel campo dell'Information Technology e della sua ottimizzazione ad ogni livello di investimento.

Il 2014 rappresenta per inspearit un anno molto importante: dopo aver registrato nel corso del 2013 una significativa crescita di fatturato, la compagnia ha deciso di stringere un'alleanza strategica con Rally Software, società statunitense impegnata nella fornitura di soluzioni cloud-based per il governo dello sviluppo Agile di applicazioni software. Si tratta di un accordo che rafforza una relazione già esistente tra le due realtà e che permetterà di sostenere uno sviluppo congiunto in Italia.


Pascal Jansen, Executive Vice-President Italy di inspearit

"Abbiamo il piacere di annunciare questo accordo con Rally Software. E' un importante passo avanti nel consolidamento della nostra strategia di crescita in Italia. inspearit Italy riconosce le potenzialità della soluzione Rally per i nostri clienti. L’automazione dell’intera catena del valore dello sviluppo software è un fattore abilitante, per una trasformazione Agile di successo. Rally offre la garanzia di una soluzione significativa con la quale i clienti inspearit in Italia possono costruire dei team agili, innovativi, flessibili e affidabili. Nel combinare l’esperienza inspearit con le trasformazioni Agile alla soluzione Rally, siamo sicuri di offrire ai nostri clienti in Italia un servizio integrato che permette di diffondere con successo l’utilizzo dell’Agile in tutta l’organizzazione" ha commentato Pascal Jansen, Executive Vice-President Italy di inspearit, al quale abbiamo avuto l'opportunità di rivolgere qualche domanda:

Inspearit offre consulenza per il miglioramento dei processi: possiamo aiutare i lettori a comprendere più a fondo quale tipo di servizi vengono offerti nel concreto per aiutare i clienti?

Lo scopo di inspearit è di aiutare i clienti ad essere più competitivi nel loro settore di riferimento. In particolare oggi è strategica la capacità di saper innovare il proprio portfolio di servizi/prodotti sfruttando al meglio quanto offerto dalle tecnologie in costante evoluzione. inspearit aiuta a rimuovere “impedimenti” che frequentemente riducono la capacità di saper innovare, vale a dire il debito organizzativo e tecnico che rende lento il processo end-to-end dell'introduzione di nuovi servizi/prodotti.

- Per debito organizzativo si intende la lentezza del processo utilizzato per l'innovazione, spesso non adatto a gestire la naturale incertezza e velocità del mercato. Non avendo la possibilità di ottenere riscontri sulla bontà della direzione intrapresa all'inizio, occorre aspettare fino alla fine del ciclo di lavorazione, quando ormai si è speso troppo tempo e denaro. Inspearit, in questo senso, interviene per creare le condizioni per un processo più dinamico e meno deterministico, secondo i principi del "lean startup" e dell' "agile", dando la possibilità di effettuare dei "fail safe".

- Il debito tecnico rappresenta il fatto che spesso si trascura la necessità di gestire la qualità del proprio patrimonio applicativo. Il ciclo di lavorazione seguito crea spesso un bisogno di continui interventi di manutenzione correttiva e evolutiva, tale per cui la quota parte "business as usual" o "run the business" del budget IT è di molto superiore alla quota parte "change the business". In questo caso inspearit agisce sulle pratiche di gestione della qualità del software, riducendo in poco tempo la voce di budget necessaria per gli interventi di manutenzione.

Da quanto opera Inspearit in Italia? E’ possibile avere una panoramica dei traguardi raggiunti e dei risultati dello scorso anno?

inspearit opera in Italia dal 2011, partendo dallo scorporo di un ramo d'azienda di Det Norske Veritas esistente dal 2007. Il 2013 si è chiuso con un fatturato di 2.6M€, conservando la propria posizione sul mercato italiano rispetto al 2012. Un traguardo importante è stato l'aumento della quota parte del fatturato proveniente dai servizi di "agile transformation" sui quali inspearit sta rapidamente ottenendo la leadership in Italia.

Che cosa vi ha portato a considerare e avviare l’alleanza con Rally Software? Come potranno beneficiarne i clienti?

A valle di un'esperienza comune su un cliente, inspearit e Rally Software hanno pensato di avviare insieme una proficua collaborazione sul mercato italiano, dato l'obiettivo condiviso di diffondere maggiormente la cultura associata ad un "mindset agile".

I clienti potranno beneficiare di un servizio integrato di formazione e consulenza, appropriato sia per chi sta facendo i primi passi con l'agile, sia per chi ha già un'esperienza di qualche anno e ha l'esigenza di industrializzare l'approccio agile su tutta la catena del valore.

La collaborazione permette a Rally Software di avvalersi della consulenza qualificata di inspearit in lingua italiana ogni qualvolta vi è l'interesse di valutare la loro piattaforma di Agile Application Lifecycle Management.

inspearit ha invece la possibilità di avvalersi dell'esperienza di Rally Software nel gestire le trasformazioni agile in contesti multinazionali anche sul territorio italiano.

E’ possibile fare qualche esempio concreto di casi di successo con i vostri clienti?

Possiamo ad esempio citare il caso di una importante banca internazionale di matrice francese per la quale inspearit ha curato con successo l'introduzione dei principi agile contemporaneamente in 4 Paesi del mondo. In questo ambito si può citare la riduzione dei tempi necessari per introdurre una significativa innovazione sulla multicanalità della banca.

L’avvento dei Big Data ha qualche implicazione di rilievo nell’attività di miglioramento dei processi? Quali sono gli scenari futuri?

Di fatto il Big Data apre nuovi scenari proprio nell'evoluzione della Digital Society, spianando la strada alla rivoluzione del segmento retail B2C, aumentando la cadenza con il quale si innova la propria presenza on-line.

Osserviamo che la maggior parte dei nostri clienti ha avviato dei progetti strategici per migliorare la "digital customer experience" sfruttando le analisi di tipo Big Data, mettendo l'accento sull'accelerazione dei processi di innovazione proprio attraverso l'agile.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^