L'antitrust europeo pressato per il caso Microsoft

L'antitrust europeo pressato per il caso Microsoft

La commissione antitrust europea avrebbe ricevuto pressioni da parte degli USA per ammorbidire la propria linea nei confronti del caso Microsoft

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:55 nel canale Software
Microsoft
 

La commissione antitrust europea avrebbe ricevuto pressioni da parte di alcuni non meglio identificati emissari USA; al centro della controversia vi sarebbe la vicenda Microsoft e i problemi già noti in cui la multinazionale americana è coinvolta.

A Neelie Kroes, responsabile commissione antitrust europea, è stato suggerito un comportamento più morbido e accondiscendente in modo da recepire anche le esigenze di Microsoft. La Kroes non ha ovviamente gradito questi inviti che, come riporta ZDNet.com, sono stati confermati anche da un portavoce della commisione stessa.

Al momento non si hanno altre dichiarazioni da parte di Microsoft o da parte di chi ha agito per conto di essa. Le preoccupazioni per l'utenza europea in attesa di Microsoft Windows Vista restano non vedendo ancora una chiara risoluzione della diatriba.

91 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ilmaestro7628 Settembre 2006, 10:58 #1
suggerimento in stile "al capone"?
Melknix28 Settembre 2006, 11:02 #2
Solita politica Microsoft
diabolik198128 Settembre 2006, 11:04 #3
Come dicevo in altra discussione era ovvio che prima o poi sarebbe intervenuta la politica... MS ha un peso enorme per l'economia mondiale ed è ovvio che decida di fare la voce grossa, mi sarei meravigliato del contrario. Prevedo che tutto si risolverà in un nulla di fatto o con una multa da pagare.
Nemios28 Settembre 2006, 11:06 #4
Giuste o non giuste le decisioni dell'UE, le pressioni sono inaccettabili.
rutto28 Settembre 2006, 11:11 #5
Originariamente inviato da: Nemios
Giuste o non giuste le decisioni dell'UE, le pressioni sono inaccettabili.


ma va'? io penso esattamente l'opposto!

e' scandaloso che degli emissari del GOVERNO usa si interessino alla questione.
Genesio28 Settembre 2006, 11:13 #6
Don Vito Corleone era più discreto.

Che schifo.

Speriamo solo che i membri della commissione non si mettano a 90, questo al di là delle loro ragioni.
eta_beta28 Settembre 2006, 11:15 #7
Originariamente inviato da: diabolik1981
Come dicevo in altra discussione era ovvio che prima o poi sarebbe intervenuta la politica... MS ha un peso enorme per l'economia mondiale ed è ovvio che decida di fare la voce grossa, mi sarei meravigliato del contrario. Prevedo che tutto si risolverà in un nulla di fatto o con una multa da pagare.

forse il testo non è chiaro
qui si parla di minacce
altro che politica

qui non ne sappiamo nulla di questa cosa
baciamo le mani
diabolik198128 Settembre 2006, 11:18 #8
Originariamente inviato da: eta_beta
forse il testo non è chiaro
qui si parla di minacce
altro che politica


e non sono la stessa cosa?
bonzuccio28 Settembre 2006, 11:22 #9
Credo proprio che questa ingerenza USA ( ) risulterà controproducente per M$, se la notizia dovesse lievitare all'attenzione delle masse europee allora si che sarebbero cavoli per lo zio Bill..
che ha un capitale di non un miliardo, non dieci miliardi, non 100 miliardi e nemmeno 1000 di miliardi ne 10 mila miliardi ma quaso 100 [U]mila[/U] miliardi cioè 50 miliardi di dollari.. è uno schiaffo alla decenza questo esattamente come lo sono le pressioni politiche, sta qui l'indecenza
eta_beta28 Settembre 2006, 11:26 #10

diabolik1981 che fa vivi dalle mie parti
che siamo compaesani

in tal caso
baciamo le mani

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^