Le Google Apps anche sui desktop aziendali

Le Google Apps anche sui desktop aziendali

Un importante accordo tra Google e Capgemini porterà le Google Apps sui pc aziendali europei

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 08:35 nel canale Software
Google
 

Google e Capgemini, società leader in Europa nel campo della consulenza informatica, hanno annunciato un importante accordo: il pacchetto Google Apps Premier Edition entra a far parte a tutti gli effetti delle soluzioni proposte ai clienti.

Capgemini ha da tempo previsto per i desktop aziendali dei propri clienti soluzioni software basate sui diffusi applicativi Microsoft e sui prodotti Lotus Notes di Ibm: a tali costose opzioni vengono affiancati gli strumenti offerti dagli applicativi web-based di Google.

Come si legge chiaramente nella notizia riportata da Guardian, la motivazione di questa scelta è da ricercare proprio nella estrema varietà della clientela che quotidianamente Capgemini supporta: alcuni utenti hanno richieste estremamente elevate in termini di funzionalità, mentre altri necessitano fondamentalmente di strumenti semplici. Proprio a quest'ultima tipologia di clienti verranno proposte le soluzioni di Google.

Agli strumenti offerti da Google bisogna riconoscere l'estrema semplicità d'uso e, soprattutto le buone possibilità collaborative tra utenti e team che devono lavorare e condividere il medesimo documento. A onor del vero tali opzioni sono possibili anche con gli strumenti Microsoft, anzi tali prodotti offrono maggior opzioni, ma è indiscutibile che a livello di complessità e di costi la bilancia sia a favore della soluzione sviluppata a Mountain Wiew.

La notizia ha a nostro avviso un ulteriore significato poichè colloca le opzioni web based di Google come soluzioni adatte anche a livello corporate e, soprattutto, rivolte non solo a un pubblico home.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate11 Settembre 2007, 09:17 #1
Dubito che le applicazioni web-based possano raggiungere un ampio numero di
utenti nel mondo business ed il motivo lo sappiamo tutti: la riservatezza dei
documenti aziendali.
Se anche Google o chi per lei non avesse mai intenzione di "spiare" i clienti
"web-based", basta solo un semplice phisher ed i segreti aziendali vanno a
farsi benedire (e con loro spesso migliaia o milioni di euro)...
Lomba8011 Settembre 2007, 09:28 #2

Stop alle telefonate

Infatti le aziende hanno smesso da anni di utilizzare i mezzi di comunicazione come il telefono e le e-mail, così nessuno può spiare nulla. Basterebbe una cimice per spiare il telefono... e anche se nessuno potesse entrare nella ditta, la telecom potrebbe registrare le telefonate
jstef11 Settembre 2007, 09:33 #3
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Dubito che le applicazioni web-based possano raggiungere un ampio numero di utenti nel mondo business
Beh ma "web based" non vuol mica dire per forza su internet. Probabilmente parlando di "soluzioni adatte anche a livello corporate" ci si riferisce ad applicazioni accessibili via browser http, poi dati e server web stanno in azienda...
Barra11 Settembre 2007, 09:38 #4
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Dubito che le applicazioni web-based possano raggiungere un ampio numero di
utenti nel mondo business ed il motivo lo sappiamo tutti: la riservatezza dei
documenti aziendali.
Se anche Google o chi per lei non avesse mai intenzione di "spiare" i clienti
"web-based", basta solo un semplice phisher ed i segreti aziendali vanno a
farsi benedire (e con loro spesso migliaia o milioni di euro)...


credo invece che proprio per un discorso di riservatezza le aziede si baseranno sempre + su applicativi webbased! qui stanno parlando di webserver locale, dati che passano attraverso la LAN in https, non escono dall'azienda e possono girare su pc che non hanno 1 hdd, floppy ecc. Inoltre sai che riduzione di costi di gestione? ogni app installata sul server è raggiungibile ed utilizzabile da qualunqe pc, ogni pc ha sempre l'ultima release del software. I software sono indipendenti dal sistema operativo usato e 1000 altri piccoli vantaggi.

Sono il primo a dirti che le prestazioni di un applicativo tradizionale sono inarrivabili ma la maggior parte degli utenti, anche in una grossa azienda non sa nemmeno usare decentemente le tabulazioni e fanno i conti con la calcolatrice per verificare che le formule in excel siano esatte. figurarsi le funzionalità avanzate di word ed excel
=Cipo2003=11 Settembre 2007, 09:50 #5
Originariamente inviato da: Barra
...e fanno i conti con la calcolatrice per verificare che le formule in excel siano esatte...


rotfl

L-Users
DevilsAdvocate11 Settembre 2007, 09:53 #6
Originariamente inviato da: Lomba80
Infatti le aziende hanno smesso da anni di utilizzare i mezzi di comunicazione come il telefono e le e-mail, così nessuno può spiare nulla. Basterebbe una cimice per spiare il telefono... e anche se nessuno potesse entrare nella ditta, la telecom potrebbe registrare le telefonate

Penso tu sia ironico, beh ti posso dire che in alcune aziende (certo non nella
PA o alle poste) non puoi faxare documenti senza autorizzazioni, gli accessi
email sono ristretti ed in generale internet la hanno solo i capi ufficio.
Ovvio che in un azienda che produce mattoni o piastrelle il problema non si
pone neanche....

Quanto al web-based centralizzato su server aziendale si, non ci avevo
pensato, una simile possibilità potrebbe prender piede, sempre se Google e
gli altri fornitori di applicazioni web-based sono disposti a rilasciarne il
codice (altrimenti sul server aziendale non ce lo monti, non basta salvare la
pagina...).
Finora però non mi sembra che ci sia stato alcun annuncio in questo
senso, se mi sbaglio mi postate un link (per ora io ho trovato solo questo)?

Quanto al discorso che le segretarie usano un decimo di office, a parte che c'e'
OpenOffice (col quale basta un vecchio catorcio ad 1 Ghz), ma se tu metti un
applicazione potenzialmente insicura sul computer della segretaria, poi da chi
te lo fai stampare (o correggere o ricopiare in altre forme , dattilografare, etc.etc.)
il documento riservato?
fdg111 Settembre 2007, 10:27 #7
La diffusione del codice sorgente, in applicativi di questo tipo, non è necessario per un'installazione presso il cliente. Google già fornisce una versione "locale" del suo motore di ricerca installabile presso la propria LAN attraverso la messa in rete di un appliance. Una soluzione web-based può facilmente essere installata nello stesso modo: appliance dedicato, supporto (probabilmente 24/7) e il cliente si sente sicuro, i dati non escono dalla propria LAN e tutti vissero felici e contenti... tranne Microsoft.
DevilsAdvocate11 Settembre 2007, 10:32 #8
Originariamente inviato da: fdg1
La diffusione del codice sorgente, in applicativi di questo tipo, non è necessario per un'installazione presso il cliente. Google già fornisce una versione "locale" del suo motore di ricerca installabile presso la propria LAN attraverso la messa in rete di un appliance. Una soluzione web-based può facilmente essere installata nello stesso modo: appliance dedicato, supporto (probabilmente 24/7) e il cliente si sente sicuro, i dati non escono dalla propria LAN e tutti vissero felici e contenti... tranne Microsoft.

Ma è fantastico! Hai anche il link? Quando dici "supporto" intendi dire che
questa cosa è a pagamento (quindi non più tanto gratuita ma magari si paga
solo per il server) ? E se si, quanto costerebbe? (E quale differenza di prezzo
rispetto a OpenOffice?)

L'articolo del Guardian parla di 25 sterline di prezzo, ma dubito che sia il prezzo del
"clone di google" per server e dell'assistenza (più probabilmente è il prezzo per far arrivare
alla versione remota un account gmail... cioè la versione "insicura" che si paga per ogni client* )

Da notare inoltre, per chi non lo sapesse ancora, che Openoffice è gratuito per uso commerciale
But the licence is still the same: you may download OpenOffice.org Version 2 completely free of any licence fees, use it for any purpose– private, educational, government and public administration, commercial – and pass on copies free of charge to family, friends, students, employees, etc.

benchè chi lo desideri può avere assistenza a pagamento

*NOTA: dal link si può arrivare a Google Apps Partner che è un'altra versione decentralizzata e non
locale che permette a fornitori di servizi di fornire le google apps col proprio branding e nulla più.
fdg111 Settembre 2007, 11:07 #9
Il mio voleva essere semplicemente un esempio implementativo di come una soluzione web-based potesse essere installata dal cliente senza distribuire codice sorgente. Google distribuisce queste soluzioni da ormai diversi anni: eccoti il link. Ovviamente ha dei costi iniziali tutt'altro che trascurabili (vedi i prezzi). Inoltre, la mia era, anche, un'ipotesi di business usando gli strumenti coinvolti nel progetto. Ovvero, Capgemini potrebbe prevedere l'installazione di un appliance dedicato, fornendo un determinato tipo di supporto, e farsi pagare quello. All'azienda, penso, convenga parecchio pagare il supporto per 1 device, gestire i backup di tutti i documenti così trattati, che pagare le installazioni su ogni singolo PC, manutenzione delle stesse, nonchè eventuali NAS per la centralizzazione dello storage (parliamo sempre di scenari corporate, anche di certe dimensioni).
jstef11 Settembre 2007, 11:18 #10
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Quanto al web-based centralizzato su server aziendale si, non ci avevo pensato, una simile possibilità potrebbe prender piede,
Beh... non è nemmeno una novità.
Rileggendo news e articolo del Guardian però mi sembra di capire che si parli proprio degli strumenti offerti da google apps, ovvero ad esempio google docs, non di una sua implementazione in ambito aziendale. In questo senso condivido un po' il tuo scetticismo, anche se CapGemini dichiara di essere "all about freedom, giving clients choice of the most appropriate technology that is going to fit their business environment''. In sostanza sui client hanno office e lotus notes, così come abbiamo qui, e in più google apps come strumento di produttività/condivisione. Si tratta senza dubbio di scelte non da poco. In conclusione, non so cosa faccia CapGemini ma per quanto riguarda questa azienda sono d'accordo con te .

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^