Microsoft e Alcatel-Lucent, battaglia senza fine

Microsoft e Alcatel-Lucent, battaglia senza fine

Secondo round della battaglia legale tra i due colossi: questa volta la vittoria (parziale) è del colosso di Redmond, in attesa di un nuovo confronto per il prossimo maggio

di Andrea Bai pubblicata il , alle 13:29 nel canale Software
MicrosoftAlcatel
 

La battaglia tra Microsoft e Alcatel-Lucent, che la scorsa settimana ha visto la condanna per il gigante di Redmond al pagamento di un risarcimento di 1,5 miliardi di dollari, è ben lungi dall'essere considerata conclusa.

Tra le due aziende è infatti in sospeso una seconda diatriba legale, relativa all'infrazione, sempre da parte di Microsoft, di un brevetto legato ad una tecnologia di encoding audio per comunicazioni vocali. Proprio in questi giorni un giudice federale della corte di San Diego ha però stabilito che Microsoft non ha violato alcun brevetto, disponendo quindi un "non-procedere" per il dibattimento programmato per il prossimo 19 Marzo.

Alcatel-Lucent prevede comunque di ricorrere in appello mentre Microsoft è convinta che la sentenza possa essere un segnale positivo in vista del ricorso in appello che essa stessa presenterà chiedendo di stralciare la precedente condanna ed evitare così l'esborso di 1,5 miliardi di dollari.

Microsoft e Alcatel-Lucent dovranno però scontrarsi nuovamente in tribunale quando, il prossimo 21 Maggio, prenderà il via un terzo processo relativo questa volta all'infrazione di brevetti che coprono una serie di tecnologie di interfaccia utente.

Fonte: News.com

44 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
vis9405 Marzo 2007, 14:04 #1
Ma non gli conviene comprarsela Alcatel-Lucent a MS ? anzi prima gli paga la multa così non ci paga le tasse e poi se la compra, così hanno smesso tutti di infastidire la gente che lavora .... tsè... già son fallitit nei cellulari.. ridicoli
Cimmo05 Marzo 2007, 14:13 #2
che bel commento...
quindi la morale per te e': chi e' pesce grosso va a batter cassa per i suoi di brevetti, chi e' pesce piccolo deve star zitto perche' senno' viene acquistata e si becca pure dei "ridicoli"...

complimenti ancora!
fgpx7805 Marzo 2007, 14:37 #3

Che è? Le aziende dovrebbero fare benificenza ora?
anac05 Marzo 2007, 14:47 #4
gia l'Nvidia piuttosto che pagare ha comprato la voodoo pero in quel caso la ditta era in fallimento
vis9405 Marzo 2007, 15:12 #5
chi ha più soldi = lavora meglio = è più intelligente = mangia il pesce piccolo più stupido .... gnammete

lavorare !!!! su su
-fidel-05 Marzo 2007, 15:26 #6
Originariamente inviato da: vis94
chi ha più soldi = lavora meglio = è più intelligente = mangia il pesce piccolo più stupido .... gnammete

lavorare !!!! su su


Questo è già il secondo thread in cui cerchi di lanciare flame...

Comunque, leggendo la news, mi ha fatto sorridere non poco questa:

prenderà il via un terzo processo relativo questa volta all'infrazione di brevetti che coprono una serie di tecnologie di interfaccia utente.


Ora pure le finestre sono sotto brevetto... dove stiamo andando a finire con i brevetti senza senso...
E' come se Apple avesse messo i brevetti sui "widgets" e citasse MS per aver copiato in toto tale funzionalità (cambiando solo il nome in "gadgets" :rotfl...
MaxArt05 Marzo 2007, 15:47 #7
Originariamente inviato da: Cimmo
che bel commento...
quindi la morale per te e': chi e' pesce grosso va a batter cassa per i suoi di brevetti, chi e' pesce piccolo deve star zitto perche' senno' viene acquistata e si becca pure dei "ridicoli"...

complimenti ancora!
Scusa, eh...
Ma non è che se Microsoft acquista gli altri non ci possono fare nulla: è Alcatel che deve accettare, ma se lo fa si assume le responsabilità di ciò.
Non capisco questo accanimento contro i "pesci grossi" anche per cose del genere: se hanno la possibilità di farlo, e legalmente, dove sta il problema? Tanti auguri ad Alcatel ed a Microsoft.

Piuttosto mi pare la mossa del pesce piccolo di spillare quattrini dal pesce grande... Ma credo che questa volta la Microsoft abbia ragione, ed è convinta di vincere altrimenti l'offerta d'acquisto l'avrebbe già fatta.
-fidel-05 Marzo 2007, 15:54 #8
Originariamente inviato da: MaxArt
Ma non è che se Microsoft acquista gli altri non ci possono fare nulla: è Alcatel che deve accettare, ma se lo fa si assume le responsabilità di ciò....


Hai presente il concetto "gli ho fatto un'offerta che non poteva rifutare..."?
Beh, molte multinazionali usano questo concetto a proprio vantaggio, non ci sono solo i soldi a "convincere" una società ad essere acquistata.
atomo3705 Marzo 2007, 16:45 #9
cavolo, 1,5 miliardi di dollari, queste sono multe, non quelle della comunità europea!!!
bilone05 Marzo 2007, 17:18 #10
Originariamente inviato da: -fidel-
Questo è già il secondo thread in cui cerchi di lanciare flame...


Hai perfettamente ragione: due interventi tanto infantili quanto inutili.

Originariamente inviato da: -fidel-
E' come se Apple avesse messo i brevetti sui "widgets"


Mi meraviglierei che non l'avesse fatto. Ti faccio notare che addirittura le "progress bar" sono state brevettate (EP 0394160 B1).

I brevetti sofware sono a tutti gli effetti una mafia legalizzata. Nella maggior parte dei casi è complicato e molto costoso dimostrare che qualcuno li sta violando e lo è altrettando difendersi.

Le grandi compagnie tendono a brevettare qualunque cosa, sia per poter ricattare la concorrenza (un accordo economico costa meno di una causa legale) che per potersi difendere (tu mi accusi di violare il tuo brevetto X e allora io ti accuso di fare lo stesso col mio brevetto Y). In questo scenario chi ci rimette sono ovviamente i piccoli produttori di software che non possono sostenere le spese legali che possono affrontare colossi come Microsoft, Apple o IBM.

Vi ricordate la mossa che fece Microsoft con il file system FAT?
Dopo vent'anni di floppy, ZIP, JAZ, Click, magneto-ottici et similia venduti liberamente pre-formattati con FAT16, FAT24 e FAT32, visto il successo dei dispositivi USB e delle memory card, ecco l'arzillo Bill Gates esigere il pizzo.
Chiunque produca un pen drive deve pagare il pizzo a Microsoft. E visto che i produttori non hanno nessun interesse a farlo, il costo di tale gabella è scaricato sugli acquirenti.

Chi di software patent ferisce, di software patent perisce. Non vedo proprio perchè dovrei parteggiare per l'uno o per l'altro, visto che coi brevetti software in definitiva a rimetterci siamo noi consumatori.

Viva il software libero e i protocolli aperti!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^