Microsoft promette nuovi extender per media center

Microsoft promette nuovi extender per media center

Microsoft annuncia che entro ottobre Linksys, D-link Niveus Media presenteranno nuovi extender da utilizzare con i media center

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 11:36 nel canale Software
Microsoft
 

Microsoft ha annunciato che entro il prossimo mese di ottobre verranno presentati sul mercato nuovi dispositivi extender da utilizzare in abbinamento alle tecnologie media center. I prodotti saranno realizzati da Linksys, D-link Niveus Media Inc e prometto una maggior semplicità d'uso rispetto al passato.

Gli extender permetteranno di gestire fotografie, file audio e video. Proprio sul fronte dei formati video supportati vi è qualche interessante novità, infatti, le nuove soluzioni permetteranno di visualizzare anche contenuti DivX e Xvid. Stando alle informazioni riportate da VNUnet.com, ogni media center potrà gestire fino a sei flussi video verso altrettanti extender: non è al momento noto se tali dispositivi potranno essere attivi contemporaneamente.

Dalle dichiarazioni di Microsoft si evince che i nuovi extender prodotti dai partner permetteranno di gestire in modo corretto anche i pesanti flussi in high definition: Microsoft dichiara che questa opzione sarà possibile anche utilizzando connessioni di tipo wireless. I nuovi extender supportano il più recente draft  del protocollo IEEE 802.11n in via di approvazione definitiva.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sig. Stroboscopico08 Settembre 2007, 15:36 #1
Un problema sarà anche trovare il pc che ti regge 6 flussi 1080p.

E poi rimane sempre il fatto dei muri di casa... magari sarebbe il caso di pensare di usare i cavi elettrici come dorsali casalinghe e per le case nuove/ristrutturate mettere le predisposizioni per LAN e WiFi.

Ciao
canislupus08 Settembre 2007, 18:38 #2
Beh inviare 6 flussi dati 1080p è fattibile, il problema è che difficilmente una rete senza fili può supportare un tale traffico di rete. Direi che giusto una soluzione via cavo a 1 Gigabit dovrebbe essere tranquilla...
nicgalla08 Settembre 2007, 22:14 #3
802.11n dovrebbe garantire un throughput di circa 100 Mbps, quindi si dovrebbero riuscire a trasmettere 6 flussi HD a 15 Mbps con un minimo di margine. Il problema è che a quella velocità lo standard N si cucca 40 Mhz di banda, praticamente tutta quella disponbile, ed è impossibile da ottenere se vi è una rete wireless 802.11g nelle vicinanze con un qualsiasi canale.
E' più realistico pensare che i 6 flussi video siano 720p, vuoi perchè abbiano un bitrate più ragionevole, vuoi perchè la maggior parte delle tv sono HD Ready e non Full HD, risoluzione non necessaria se non con schermi molto molto grandi.
gigi8809 Settembre 2007, 09:59 #4
Bene, ottima news!
DevilsAdvocate09 Settembre 2007, 19:01 #5
Originariamente inviato da: nicgalla
802.11n dovrebbe garantire un throughput di circa 100 Mbps, quindi si dovrebbero riuscire a trasmettere 6 flussi HD a 15 Mbps con un minimo di margine. Il problema è che a quella velocità lo standard N si cucca 40 Mhz di banda, praticamente tutta quella disponbile, ed è impossibile da ottenere se vi è una rete wireless 802.11g nelle vicinanze con un qualsiasi canale.
E' più realistico pensare che i 6 flussi video siano 720p, vuoi perchè abbiano un bitrate più ragionevole, vuoi perchè la maggior parte delle tv sono HD Ready e non Full HD, risoluzione non necessaria se non con schermi molto molto grandi.

Questo ovviamente se si sono già downgradati a 720p , visto che sia
HD-DVD che BR mettono 1080p nelle specifiche (puoi leggere ad esempio qui
che sui dischi c'e' la versione 1080p ed è il lettore che fa il downscaling)....

Di sicuro nessun media center può effettuare il downscaling di 6 flussi 1080p a 720p e ricomprimerli
in tempo reale, nemmeno con 2 processori quad core uno accanto all'altro (per garantire che
sia in tempo reale servono minimo 2 cores del Q6600 per ogni flusso, forse qualcosa di più...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^