Microsoft Unified Communication: nuovi strumenti per comunicare

Microsoft Unified Communication: nuovi strumenti per comunicare

Microsoft ha presentato la tanto attesa iniziativa Unified Communication che prevede l'integrazione di varie tecnologie al fine di semplificare la comunicazione: VoIP, IM, email e video

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 11:12 nel canale Software
Microsoft
 

In occasione di un attesissimo evento tenutosi ieri a San Francisco Bill Gates ha, finalmente, tolto i veli alla tanto attesa iniziativa Unified Communications. Microsoft ormai da mesi aveva preannunciato l'importante progetto sottolineando in varie occasioni i considerevoli sforzi dedicati a tale iniziativa.

Con il progetto "Unified Communications" Microsoft intende proporre un innovativo modo di comunicare dedicato alle medie e grandi imprese: mittente e destinatario della comunicazione avranno a propria disposizione una completa serie di servizi integrati tra loro e di semplice gestione. In funzione della situazione in cui ci si trova sarà possibile utilizzare il proprio smartphone o il proprio notebook per comunicare con un collega, utilizzando tecnologie VoIP, Instant messenger, videoconferenza o, qualora l'interlocutore fosse offline la collaudatissima email.

La visione di Microsoft intende essere trasversale: non più una serie di servizi aziendali che offrano soluzioni telefoniche o tecnologie proprie del mondo IT, bensì una gamma completa di servizi capaci di sfruttare le potenzialità offerte dal protocollo IP e dalla miriade di sue applicazioni. Bill Gates ha spiegato questo concetto evocando una sorta di astrazione tra la comunicazione in se e le modalità con cui tale processo viene attivato.

Alla base di questa visione proposta da Bill Gates in persona vi sono alcuni nuovi prodotti software: Communicator server 2007, Office Live meeting, Office Communicator 2007. Attraverso tali strumenti è possibile avere ben sotto controllo la reperibilità dell'interlocutore e in base a tale disponibilità sarà possibile instaurare una comunicazione utilizzando gli strumenti più consoni.

Con l'iniziativa Unified Communications Microsoft intende offrire nuovi e più versatili strumenti di lavoro: il riferimento alla collaborazione a distanza tra singoli dipendenti e team di lavoro è scontato. Proprio in tale ambito sono state sviluppate apposite funzionalità, in parte già disponibili attraverso le tecnologie SharePoint, che permettono di instaurare e gestire videoconferenze tra vari utenti avendo a disposizione gli strumenti tipici di un Instant Messenger, di un client VoIP e potendo anche visualizzare e condividere documenti.

Proprio in questo particolare ambito si inserisce Microsoft RoundTable che permette di avere una visione panoramica a 360 gradi della stanza in cui avviene la videoconferenza. La webcam deve essere posizionata al centro del tavolo e sul proprio basamento sono posizionati alcuni microfoni mentre una serie di prismi permettono la ripresa di tipo panoramico.

Il client software è appositamente sviluppato per visualizzare tale tipo di ripresa e offre un'area dimensionata opportunamente per riprodurre le immagini. Al momento non abbiamo modo di mostrare ulteriori dettagli ma si suppone che nei prossimi giorni Microsoft distribuisca ulteriori informazioni.

Microsoft propone queste nuove tecnologie come una valida soluzione per aumentare la produttività dei propri dipendenti: sarà capitato a tutti di perder tempo nel cercare di inseguire un collega non sapendo quale strumento utilizzare tra instant messenger, mail, VoIP o telefonia tradizionale; ecco, proprie in questo genere di situazione una piattaforma di comunicazione unificata può rivelarsi utile perché permette di scegliere in modo rapido la tecnologia più opportuna allo specifico momento.

La casa di Redmond, ovviamente, ha sviluppato un apposito componente dedicato alla suite Microsoft Office e capace di sfruttare principi e tecnologie dell' Unified Communications: in tal modo viene realizzata un'ulteriore integrazione tra le nuove opzioni di comunicazione offerte e i ben noti e diffusi software di produttività personale.

In merito a Microsoft Office e più in particolare al componente Exchange sono state implementate alcune tecnologie che consentono il controllo di Outlook da remoto utilizzando un sistema a riconoscimento vocale: l'utente ha la possibilità di ascoltare da remoto una voce che legge i vari messaggi email, i propri appuntamenti inseriti nel calendar o operazioni simili. Attraverso lo strumento vocale è anche possibile interagire in modo diretto con i vari strumenti cancellando o modificando email e appuntamenti.

Il concetto di Unified Communications porta ad alcune riflessioni, in parte già sviluppate e approfondite. Confermando alcune dichiarazioni della scorsa estate Microsoft fornisce segnali concreti in merito al proprio interesse nei confronti dei servizi online di più recente introduzione: la casa di Redmond non ha mai fornito soluzioni estremamente valide in ambito VoIP mentre gli annunci odierni sembrano colmare l'importante lacuna.

Questa manovra riporta l'attenzione su un trend ben consolidato che relega la telefonia tradizionale a un ruolo sempre più marginale: le tecnologie VoIP offrono costi inferiori e, in alcuni casi, una flessibilità estrema. Si pensi ad esempio alle opportunità offerte da Office Communicator installato su un dispositivo mobile capace dotato di connettività 3G o WiMax: le potenzialità offerte da tale terminale sono decisamente superiori a qualsiasi soluzione telefonica.

A ben pensare il concetto esposto in apertura da Bill Gates legato all'astrazione della comunicazione non è poi così remoto: le varie opzioni di comunicazione VoIP, i recenti servizi integrati offerti da alcuni operatori telefonici mobile e ISP, forse, sono l'inizio di tale evoluzione. Tutto ciò per trovare successo necessita di una condizione fondamentale: le nuove opzioni di comunicazione devono essere le più semplici possibile.

Gli attuali telefoni offrono indiscutibilmente una notevole semplicità d'uso per il loro principale utilizzo: ad ogni contatto è associato un numero e con pochi tasti dedicati è possibile effettuare una conversazione. La sfida di Microsoft è realizzare qualcosa di simile offrendo però la possibilità di raggiungere l'interlocutore o gli interlocutori utilizzando differenti strumenti. Tutto quanto appena affermato sottende, ovviamente, alla disponibilità di accesso a una connessione a banda larga in ambito mobile: in tal senso il riferimento alle tecnologie WiMax e alle elevatissime attese nei confronti di tale servizio è immediato.

Va precisato che in questa iniziativa Microsoft non è certo sola: in tale complesso ambito la collaborazione con i partner è fondamentale e a Redmond questo concetto lo conoscono bene. Parallelamente alla presentazione ufficiale di Microsoft Nortel, SAP, Dell, HP e altri brand hanno presentato le proprie soluzioni hardware capaci di interagire al meglio con i nuovi prodotti Microsoft.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mdc17 Ottobre 2007, 11:17 #1
ehi la telecamera centrale è decisamente un'idea carina!
Motosauro17 Ottobre 2007, 11:34 #2
WOW, mai più senza!
Rhubid17 Ottobre 2007, 11:40 #3
Mi stupisco che un'idea così carina e utile sia venuta fuori dalla Microsoft!!
Speriamo che inizino davvero a implementare nuove soluzioni per sfruttare al massimo le videoconferenze che ancora non sono diffuse: penso, ad esempio, a lezioni di master e/o università in videoconferenza.

L'importante è iniziare
gabriweb17 Ottobre 2007, 11:45 #4
Microsoft nonostante ti diano tutti contro, sei sempre un passo avanti agli altri.
dsajbASSAEdsjfnsdlffd17 Ottobre 2007, 11:49 #5
nonvedo cosa ci sia da stupirsi visto che investe patrimoni in ricerca e sviluppo

anzi è da rimanere stupiti quando per lunghi periodi nonarriva nessuna novità. ultimamente invece sono molto prolifici
meglio cosi
Fx17 Ottobre 2007, 11:56 #6
la fiat che produce macchine dignitose
la ms che tira fuori cose come il surface e la unified communication

non c'è più religione
kpaolo17 Ottobre 2007, 12:10 #7
a me sembra la versione Office di Live Messenger...
Luca6917 Ottobre 2007, 13:07 #8
Abbiamo da una decina di anni un sistema di videoconferenze in azienda: mai usato da nessuno!
Idem nell'azienda dove lavoravo prima.
Invece livemeeting, netmeeting, communicator etc li uso praticamente ogni giorno
Human_Sorrow17 Ottobre 2007, 14:08 #9
"Microsoft nonostante ti diano tutti contro, sei sempre un passo avanti agli altri."

quoto doverosamente.
(il mondo open source starà correndo a scrivere OpenComunicator...)
dovella17 Ottobre 2007, 14:19 #10
Microsoft è la miglior azienda sotto ogni profilo ed i suoi prodotti sono eccellenti sotto ogni forma.
Purtroppo i migliori hanno sempre parecchi parassiti contro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^