Motori semantici: la parola ad Expert System

Motori semantici: la parola ad Expert System

Tra le realtà che si occupano di motori di ricerca basati sulla semantica delle parole troviamo anche Expert System, una società italiana che da diversi anni lavora ad una propria soluzione: Cogito

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 07:54 nel canale Software
 

Di recente abbiamo avuto modo di parlarvi di Powerset, un progetto di motore di ricerca basato sulla semantica delle parole. Attualmente questo tipo di tecnologia non è ancora cosi diffuso, ma già molte società si sono da tempo interessate a questo particolare campo di ricerca. Tra di queste, troviamo una realtà italiana decisamente affermata, la modenese Expert System.

I soci di Expert System: da sinistra Paolo Lombardi, Marco Varone, Andrea Melegari e Stefano Spaggiari

Expert System è una società che da circa 15 anni si occupa dello sviluppo di Cogito, un motore semantico all'avanguardia su cui si basa il servizio di ricerca AskWiki. In sostanza si tratta di un motore di ricerca che consente agli utenti di poter porre domande (per il momento solamente in lingua inglese) e di ottenere risposte esaustive basate sulle informazioni contenute negli articoli di Wikipedia.

Luca Scagliarini, VP Strategy & Business Development di Expert System

Per cercare di capire meglio di cosa si tratta esattamente e per soddisfare qualche piccola curiosità, abbiamo avuto modo di rivolgere alcune domande a Luca Scagliarini - VP Strategy & Business Development di Expert System - che vi riproponiamo qui di seguito.

HWU: Come è nata la vostra società e l'idea di sviluppare un progetto come Cogito?

Expert System nasce a Modena nel 1989 per iniziativa di tre giovani compagni di studio appassionati di informatica - tutti ancora alla guida dell’azienda - che per i primi due anni si dedicano allo sviluppo di software tradizionali. Da un’idea, folle e geniale al contempo, nel 1991 ha inizio il progetto di sviluppo della tecnologia linguistica che diventa presto il core business dell’azienda. Expert System si pone così l’ambizioso obiettivo di creare un mercato del tutto nuovo realizzando software in grado di rendere più semplice ed efficace l'utilizzo della lingua italiana.

Dopo il primo importante successo - raggiunto con Microsoft nel 1994, per la quale è stato ideato il correttore ortografico e grammaticale integrato in Office – è iniziata la vera, grande sfida di Expert System: sviluppare un software in grado di capire il significato delle parole, in modo simile a come fa l’uomo.

Questo è Cogito: un software che comprende e analizza qualsiasi testo grazie a un approccio semantico, ossia che coglie il significato dei concetti. Vi chiederete a cosa può servire… considerate solo lo sconfinato universo di informazioni (contenute in documenti, email, pagine web in continua crescita) con cui ciascuno di noi, ogni organizzazione, le aziende hanno quotidianamente a che fare… è un patrimonio che spesso resta inutilizzato a causa della mancanza di tempo - sono troppe le cose da leggere, analizzare, sintetizzare e confrontare con altro - e di strumenti in grado di elaborarlo.

Cogito rappresenta dunque la soluzione a questo problema, essendo l’unico sistema capace di gestire automaticamente tutte le informazioni a disposizione.

HWU: Abbiamo visto alcuni esempi sul funzionamento di AskWiki, servizio che si basa proprio sul vostro "motore semantico". Ci potete dire allo stato attuale qual'è il tasso di accuratezza raggiunto?

Askwiki è stato progettato in modo da poter migliorare la qualità dei risultati anche sulla base dei feedback e della collaborazione con gli utenti. Attualmente il grado di accuratezza delle risposte dipende dal tipo di domanda, abbiamo già raggiunto circa l’80-85% di precisione per domande molto specifiche, ad esempio: "What is the capital of France?", "Where does brie cheese come from?", "Who is the President of Italy?".

HWU: Cogito però non è utilizzabile solamente come engine per le ricerche. Cos'altro è in grado di fare attualmente?

Proprio così, Cogito non è un semplice motore di ricerca, per quanto semplifichi la ricerca di informazioni interne all’azienda e sul web, al fine di trovare solo quelle utili. Cogito si declina in vari prodotti, che possono essere impiegati per:

  • ordinare documenti, news, email, pagine web ed altro classificandoli in base al loro contenuto.
  • estrarre automaticamente i dati principali (personaggi, località, date, società, importi etc.) presenti in qualsiasi tipo di testo.
  • effettuare il monitoraggio e l’analisi delle opinioni dei clienti espresse sul web, utili al marketing per prendere decisioni strategiche.
  • analizzare in modo approfondito le informazioni coinvolte nei processi di Intelligence
  • migliorare le attività del Customer Care tramite strumenti multi-canale che ottimizzano il servizio ai clienti.

HWU: Quali sono i vostri prossimi traguardi? Avete altri progetti a lungo termine in cantiere?

Expert System conferma innanzitutto il proprio impegno di espansione negli USA: è avvenuta recentemente la nomina di James Brooke Aker come nuovo General Manager alla guida della filiale americana, oltre alla partecipazione a importanti eventi dedicati alla Competitive Intelligence (SCIP Conference 2008, 14-17 aprile) e alla semantica (Semantic Technology Conference 2008, 19-22 maggio) che si sono svolti in California. Nei piani dell’azienda per il 2008 si prevede inoltre di lanciare nuove applicazioni per settori verticali e di proseguire la crescita a livello nazionale e internazionale tramite il potenziamento della rete di partnership e un ampliamento del portfolio clienti.

Tra gli altri progetti a lungo termine possiamo citare lo sviluppo di Cogito in altre lingue (già disponibile per italiano, inglese, tedesco e arabo) e il rafforzamento delle soluzioni di Corporate Intelligence, che supportano le attività di analisti e manager, stimolandone intuizioni e ragionamenti alla base dei processi decisionali del Marketing, della Security, della strategia competitiva dell’impresa.

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
BlueKnight31 Maggio 2008, 09:13 #1
Belle cravatte..
ConteZero31 Maggio 2008, 09:26 #2
Progetto fallimentare...

Expert System si pone così l’ambizioso obiettivo di creare un mercato del tutto nuovo realizzando software in grado di rendere più semplice ed efficace l'utilizzo della lingua italiana.


...oggi la lingua italiana a parlarla sono sempre meno.
Basta dire che oramai anche i telegiornali (che dovrebbero essere l'ortodossia della lingua - stile BBC) ogni tanto fanno degli strafalcioni allucinanti
Per il resto, tornando seri... buona l'idea ma pessimo il luogo di nascita... fossero stati spagnoli, francesi o inglesi avrebbero già fatto i soldi... ma l'italiano non è esattamente diffuso per il mondo.
Robotica31 Maggio 2008, 09:28 #3
bella squadra, manca il pallone :/

ma com'è che a noi italiani ci manca stile (con tutti gli stilisti che abbiamo)?

scherzi a parte, BRAVI!
è bello che si riesca a far parlare di noi in settori di rcerca e avanguardia IT dove fanno da padroni i soliti colossi americani.

continuate così, faccio il tifo per voi! :P
Robotica31 Maggio 2008, 09:38 #4
PS: @ ConteZero

Tra gli altri progetti a lungo termine possiamo citare lo sviluppo di Cogito in altre lingue (già disponibile per italiano, inglese, tedesco e arabo)
SuperSandro31 Maggio 2008, 10:09 #5
Se vogliono far soldi devono realizzare un dizionario semantico basato sul nuovo linguaggio(?) che i ragazzini usano nei messaggi dei cellulari. Esempio:

Ciao, c6? Ke fai ssera?

Ovviamente l'esempio (non conoscendo né sintassi, né grammatica né ortografia SMS) me lo sono inventato perché di solito parlo e scrivo in italiano abbastanza corretto (avete notato che ho perfino scritto perché e né e non perchè e nè?). Eppure qualcuno continua a scrivere qualc'uno oppure qual'è.

E io rabbrividisco ogni volta...
sblantipodi31 Maggio 2008, 11:00 #6
avete pure il coraggio di criticare?
R.Raskolnikov31 Maggio 2008, 11:17 #7
Originariamente inviato da: SuperSandro
(avete notato che ho perfino scritto perché e né e non perchè e nè?). Eppure qualcuno continua a scrivere qualc'uno oppure qual'è.


Ehhh? Cioè fra l'esempio dei perchè e nè....quale sarebbe la differenza? Spiegami che sono curioso.
Poi scusa "qual'è" si scrive esattamente come l'hai scritto.

Complimentoni per la "lezione d'italiano"
MacCool31 Maggio 2008, 11:34 #8
Originariamente inviato da: R.Raskolnikov
Ehhh? Cioè fra l'esempio dei perchè e nè....quale sarebbe la differenza? Spiegami che sono curioso.
Poi scusa "qual'è" si scrive esattamente come l'hai scritto.

Complimentoni per la "lezione d'italiano"


Grammaticalmente sarebbe giusto scrivere "perché" e "né" ( nel caso di "ne questo ne quello" invece non ci va alcun accento. Italiano, lingua magica e maledetta..) essendo che gli accenti sono acuti e non gravi. "Qual'è" é una bestemmia! Si scrive SENZA APOSTROFO!!! "Qual é".. (notare che per coerenza alla "lezioncina" ho fatto la uber fatica di continuare a premere shift prima di premere le lettere accentate :Prrr

Ehm fossi in te prima di fare lo sfottò controllerei di avere il culo parato, qua hai fatto una figura parecchio magra..
Gigabit31 Maggio 2008, 12:20 #9
ti consiglio di legger qui mr. saputello a proposito di cosa sia bestemmia e cosa non lo è (ah l'ignoranza):

http://www.mauriziopistone.it/testi...amm01_qual.html
superbau31 Maggio 2008, 12:22 #10
Originariamente inviato da: SuperSandro
Se vogliono far soldi devono realizzare un dizionario semantico basato sul nuovo linguaggio(?) che i ragazzini usano nei messaggi dei cellulari. Esempio:

Ciao, c6? Ke fai ssera?


E io rabbrividisco ogni volta...


questo non è un linguaggio è un obbrobrio di scrittura... fosse per me multerei ogni persona che scrive in quel modo...
Non c'è cosa più bella dell'italiano, foneticamente bello, e grammaticalmente perfetto, andarlo a storpiare con "c6... kkk" o similari, per me è solo una offesa alla nostra lingua...

c6 = ci sei... quanto cavolo vuoi metterci a scrivere ci sei al posto di c6... bha... meglio lasciar perdere va...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^