MySpace attiva un sistema per il filtraggio dei video

MySpace attiva un sistema per il filtraggio dei video

Il popolare sito di social networking ha annunciato di aver attivato un sistema in grado di bloccare l'invio di materiale video protetto da diritto d'autore

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:52 nel canale Software
 

MySpace ha annunciato la sperimentazione di un sistema di filtraggio dei video sviluppato congiuntamente con Audible Magic Corp. Si tratta di un sistema che, almeno sulla carta, dovrebbe impedire l'invio, da parte degli utenti, di video contenenti materiale coperto da copyright.

Secondo le dichiarazione rilasciate da un rappresentante di MySpace, il popolare sito di social networking sta seriamente ponendo degli argini al problema del materiale protetto dal diritto d'autore: si tratta di una scelta pressoché obbligata, dopo che numerosi colossi dell'entertainment, spalleggiati da RIAA (Recording Industry Association of America) MPAA (Motion Picture Association of America) hanno iniziato ad avviare pratiche legali contro siti rei di aver ospitato materiale protetto da copyright.

Chris DeWolfe, cofondatore e CEO di MySpace, ha dichiarato che la compagnia avvierà tutte le contromisure necessare per impedire agli utenti di infrangere il diritto di autore: "L'intento di MySpace è assicurare a tutti i proprietari di contenuti, sia grandi che piccoli, di promuovere e proteggere i propri contenuti nella nostra comunità. Per MySpace il processo di controllo dei video è inteso per la protezione degli artisti e del loro lavoro".

Il sistema è basato su una particolare tecnologia in grado di mettere a confronti particolari elementi presenti nei videoclip con quelli salvati in un database: qualora il sistema riconosca una corrispondenza il video viene censurato. MySpace utilizza già un sistema di filtraggio per il materiale protetto da copyright per quanto riguarda i contenuti musicali. DeWolfe ha dichiarato che la decisione non ha nulla a che vedere con il contenzioso legale in atto con Universal, la quale ha richiesto un risarcimento di 150 mila dollari per ogni video musicale caricato e pubblicato su MySpace.

Fonte: Washington Post

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SuperSandro14 Febbraio 2007, 10:18 #1

...uhmmm...

.
Mah, mi sembra un'utopia. Verrà subito trovata un'alternativa, come hanno fatto per accecare i fltri anti-spam: invece di scrivere Viagra, scrivono Vigra, Vjagra (ecc.).

Analogamente, sarà facile apportare modifiche a un filmato modificando tonalità cromatiche, inserendo funzioni zoom, eliminando, sostituendo o alterando la "base" sonora e altri accorgimenti che non saranno semplici da individuare.
.
tommy78114 Febbraio 2007, 10:25 #2
l'importante è che spingano chi vuole divulgare materiale protetto a doverlo alterare modificandone la bontà, è già un primo passo.
SuperSandro14 Febbraio 2007, 10:32 #3

Sì, però...

Originariamente inviato da: tommy781
l'importante è che spingano chi vuole divulgare materiale protetto a doverlo alterare modificandone la bontà, è già un primo passo.

Giusta osservazione. Il fatto, però, è che l'utente che ha deciso di non pagare si "accontenta" anche di prodotti alterati.
In fin dei conti, chi ascolta un brano MP3 - magari acquistato legalmente - sa benissimo che è un brano sonoro caratterizzato da una qualità minore di quello originale (ascoltabile sul CD originale, per intenderci); per non parlare di un eventuale paragone con l'ascolto in modalità 5+1.

Eppure ci si "accontenta" lo stesso.

Il problema è che occorre rimodulare il concetto stesso di "fruizione" di contenuti multimediali e di "guadagni" basati su rendite economiche.

Ma il discorso è troppo lungo...
chaosbringer14 Febbraio 2007, 10:36 #4
Ma così ridoppiaggi/parodie verranno bloccati...? ok che nn sono quasi mai filmati da oscar, ma chi ha voglia di cazzeggiare?
goldenboy-z14 Febbraio 2007, 11:54 #5
Tanto per andare OT, di grazia, in base a cosa se io scarico un mp3 mi "accontento" perchè l'originale su CD è migliore? Diciamo che o sono sordo io o c'è qualcosa che non va in questa affermazione..
subbywrc14 Febbraio 2007, 12:14 #6
Originariamente inviato da: goldenboy-z
Tanto per andare OT, di grazia, in base a cosa se io scarico un mp3 mi "accontento" perchè l'originale su CD è migliore? Diciamo che o sono sordo io o c'è qualcosa che non va in questa affermazione..


penso che si riferisse al fatto che l'mp3 è un formato compresso quindi ha SICURAMENTE una qualità minore di un cd, se poi l'mp3 ha un alto bit rate e l'ascoltatore non sente la differenza, quello è un'altro discorso, resta il fatto che l'mp3 ha una qualità minore rispetto un cd
cprintf14 Febbraio 2007, 14:50 #7
Ma non basta zippare il file con password? Anche molti degli allegati dello spam funzionano così e gli antivirus non riescono a scannerizzarli
XSonic14 Febbraio 2007, 17:59 #8
Originariamente inviato da: cprintf
Ma non basta zippare il file con password? Anche molti degli allegati dello spam funzionano così e gli antivirus non riescono a scannerizzarli
Mi pare che qualcuno stia già iniziando a bloccare file con password (Gigasize.com?), più che togliere un problema con queste soluzioni lo rimandano
SuperSandro14 Febbraio 2007, 18:04 #9

E' il concetto...

1) sbbywrc. Grazie della precisazione: era esattamente ciò che intendevo.

2) cprintf. Certo che puoi zippare con PW, ma solo se invii il file illegale a una ristretta cerchia di amici. Se, però, vuoi creare un'organizzazione commerciale illegale devi pur scrivere da qualche parte (per es. sul tuo sito) "Hey, scarica l'ultimo CD di Madonna. La password è: PicoPallino".
.
zephyr8314 Febbraio 2007, 20:35 #10
Dai stiamo parlando di MySpace! Che male c'è se qualcuno mette un mp3 o un video musicale (tra l'altro la qualità mi sembra scarsa)? Magari possiede anche il cd a casa o ha acquistato la canzone su qualche store on line. Io nn capisco cosa ci sia di male, nn lo si fa di certo per guadagnare qualcosa!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^