NPD: le vendite di Microsoft Office 2010 non soddisfano particolarmente

NPD: le vendite di Microsoft Office 2010 non soddisfano particolarmente

Secondo gli analisti di mercato di NPD Group, il volume di vendite delle copie retail di Microsoft Office 2010 non sarebbe particolarmente soddisfacente

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 10:19 nel canale Software
Microsoft
 

Microsoft Office 2010 è arrivato sul mercato retail da poche settimane ma pare che le vendite, nonostante non stiano andando poi cosi male, stentino a decollare. A renderlo noto è stato l'analista di mercato Stephen Baker di NPD Group, il quale, dati alla mano, ha recentemente pubblicato sul blog della propria compagnia un interessante intervento a riguardo.

Secondo quanto affermato da Baker i risultati raggiunti da Microsoft Office 2010 nel corso delle prime due settimane sono piuttosto contrastanti: gli introiti e il numero di copie vendute risultano inferiori a quelli fatti registrare da Microsoft Office 2007 nel corso delle sue due prime settimane di vita, tuttavia superano di misura l'andamento delle vendite di Microsoft Office 2007 dall'inizio dell'anno fino ad ora.

Tale situazione tuttavia pare non essere frutto della concorrenza di altre suite per la produttività tradizionali o cloud come OpenOffice.org e Google Docs: l'impatto di questo tipo di soluzioni sulle vendite di Microsoft Office 2010 è rimasto costante e minimo, per il semplice fatto che gran parte degli utenti ne ignora l'esistenza.

La colpa del non entusiasmante volume di vendite fatto registrare da Microsoft Office 2010 sembrerebbe invece da imputare a Microsoft stessa: in questo momento il mercato è particolarmente saturo a causa del massiccio aggiornamento a Microsoft Office 2007 registrato nel corso degli ultimi due anni.

Baker a tale riguardo ha affermato: "Vendere un prodotto cosi diffuso ed utilizzato in un mercato che si è rinnovato di recente è un enorme sfida. Sebbene Microsoft Office 2010 introduca molte funzionalità interessanti è sempre una battaglia in salita riuscire a vendere un prodotto basandosi solo nuove caratteristiche".

Baker suggerisce inoltre che anche l'idea di lanciare Microsoft Office 2010 in primavera, il periodo dell'anno più tranquillo dal punto di vista tecnologico, potrebbe aver contribuito ad ottenere risultanti non particolarmente soddisfacenti, a differenza di Microsoft 2007 che fu lanciato nel corso del periodo natalizio notevolmente più proficuo.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rollo8215 Luglio 2010, 10:26 #1
ma cosa si aspettano questi qua? che la gente corra a comprare office??? office viene comprato nel 99% dei casi con l'acquisto di un pc. adesso con le nuove licenze può essere che qualcuno compri la retail, visto il prezzo e l'opportunità di installarlo su un fisso + portatile, ma resta una nicchia. siccome però moltissimi pc hanno ancora preinstallato office 2007, chi compra il pc e vuole office compra ancora il 2007.

inoltre c'è da dire un'altra cosa: chi dovesse comprare oggi office e compra il 2010 è un po' fesso: fino a settembre se ti interessa l'office 2010 home & business ad esempio, è molto più furbo comprare l'office basic 2007 e fare l'aggiornamento gratuito: risparmi circa 30/40€ per avere lo stesso prodotto. la cosa si incrementa di molto nel caso di office professional: la versione 2010 costa una follia, ma se compri l'office 2007 small business hai l'aggiornamento gratuito alla pro e risparmi bei soldini!
PhoEniX-VooDoo15 Luglio 2010, 10:42 #2
la gente ha appena capito come funziona il 2007, figuriamoci

se qua in azienda vado nel reparto marketing, dove hanno da pochi mesi imparato a fare con il 2007 quello che già sapevano fare con il 2003 e gli dico "ok adesso vi metto il 2010" nell'ipotesi migliore mi buttano giu dalla finestra
djfix1315 Luglio 2010, 10:45 #3
...resta il fatto che O2o010 non cambia dal 2007 quindi nessuno fa un upgrade immediato...in più la struttura nuova ad esempio di Outlook è orrenda e chi può si riprende la 2007...

ci vuole ancora un po' di tempo per l'analisi delle vendite e cmq è stata un mossa stupida buttar fuori così a breve un nuovo office quando il precedente non aveva nessun problema (mica come vista-Seven)
demon7715 Luglio 2010, 10:52 #4
Beh io penso (forse un po' ingenuamente) che ifattori possano essere essenzialmente 2:

1- le alternative free hanno preso piede e hanno rosicchiato una fetta di utenza, quella più bassa ma comunque clienti.

2- tra 2007 e 2010 non cambia il mondo.. alla fine chi glielo fa fare ad una ditta di cambiare office 2007 adesso??
Sapo8415 Luglio 2010, 11:05 #5
Originariamente inviato da: djfix13
ci vuole ancora un po' di tempo per l'analisi delle vendite e cmq è stata un mossa stupida buttar fuori così a breve un nuovo office quando il precedente non aveva nessun problema (mica come vista-Seven)

30 gennaio 2007->15 giugno 2010 è poco?
3 anni 4 mesi e qualche giorno
Tra 2003 e 2007 erano passati 3 anni, 2 mesi e qualche giorno, ovvero tra Office 2007 e 2010 è passato più tempo che tra tutte le altre release di Office.
E non penso che tutte le altre versioni abbiano problemi.

Detto questo il problema è che ormai Office fa pure troppo di più di quello che un utente si aspetta da un programma del genere, quindi mai e poi mai gli verrà in mente di aggiornare per avere nuove funzionalità che tanto manco scoprirà.
Forse solo il miglioramento della UI può davvero spingere le vendite, ma di certo non possono mettersi a fare rivoluzioni con il 2010 (anche se imho i nuovi cambiamenti sono buoni, il pulsantone in alto a sinistra con il logo di office non aveva davvero senso, ed era anti-intuitivo).
Human_Sorrow15 Luglio 2010, 11:13 #6
Non ci sono differenze perché guardate solo l'interfaccia grafica
(che tra l'altro adesso è molto più gradevole)
unnilennium15 Luglio 2010, 11:13 #7
finchè va il 2007, niente 2010.
Therinai15 Luglio 2010, 11:56 #8
io me lo comprerei... ma che me ne faccio se winzoz non funziona e sono costretto ad usare kubuntu?
efrite1515 Luglio 2010, 12:05 #9
[x unnilennium]e perché il 2007 dovrebbe smettere di andare scusa XD ??? Lo uccidono con un aggiornamento??[/x unnilennium] Che discorsi, bisogna andare avanti, poi ovvio che non a tutti serviranno le novità introdotte nel 2010, ed è altrettando ovvio che in pochi acquisteranno il nuovo prodotto... non ci vedo nulla di strano... quando la gente se lo ritroverà preinstallato nei nuovi pc o lo comprerà o se lo farà crakkare dal proprio tecnicoi XD come è sempre stato...
vincino15 Luglio 2010, 17:15 #10
Per il 99% delle persone tra cui il sottoscritto basta e avanza Openoffice. Stravolgere un programma come è avvenuto nel passaggio tra office 2003 e 2007, confonde solo gli utenti. La gente nn può sostituire un applicativo appena ha imparato ad usarlo bene. I tempi di adattamento alle nuove interfacce grafiche sono controproduttivi per le aziende. Se poi ci si mettono d'impegno a nascondere le funzionalità (office2007) rispetto alle versioni precedenti, allora il disastro è servito. Tanto per battere una letterina va bene anche wordpad!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^