Nuova tappa per il WiMax in Italia

Nuova tappa per il WiMax in Italia

Consegnate 29 offerte per l'assegnazione delle frequenze WiMax. Il prossimo appuntamento è fissato per il 30 gennaio

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:11 nel canale Software
 

Prosegue il lento cammino burocratico delle future tecnologie WiMax: da poche ore è scaduto il termine ultimo per la presentazione delle offerte. Come riporta il sito ufficiale del Ministero delle Comunicazioni, le offerte pervenute per l'assegnazione dei 35 diritti d'uso sono state 29.

L'apertura delle singole offerte avverrà il prossimo 30 gennaio e da tale ultima fase, finalmente, emergeranno i nomi delle aziende autorizzate a sviluppare infrastrutture WiMax nel nostro Paese. Va ricordato che un singolo diritto d'uso da diritto alla creazione di una rete solo su una specifica porzione di territorio, inoltre, al fine di non escludere dalla gara anche gli operatori più piccoli, alcune licenze sono riservate proprio a quest'ultima categoria.

«La presentazione di 29 offerte per la gara WiMax – ha dichiarato il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni – costituisce una premessa positiva ed importante per la gara che sta per iniziare».

 «Grazie al WiMax - ha riaffermato il Ministro -avremo più banda larga. E’ una tappa fondamentale per garantire il diritto all’accesso alla rete come servizio universale. Il Governo riconferma in questo modo gli impegni a ridurre il divario digitale ancora presente in molte regioni italiane, ad incrementare la competizione nelle TLC ed a favorire l’innovazione tecnologica del nostro Paese».

A questo indirizzo è disponibile un approfondimento dedicato al sistema della gara. Lo scorso mese di dicembre erano ben 48 le società che avevano manifestato il proprio interesse: il numero di offerte ridotto a 29 suggerisce che alcune aziende hanno voluto rivedere i propri piani.

La gara in oggetto assegna i diritti d'uso delle frequenze nella banda dei 3,5GHz; nessuna novità al momento trapela in merito alla banda dei 2,5GHz, da più parti considerata maggiormente adatta alla realizzazione di connessioni mobile a banda larga.

Tra i partecipanti alla gara segnaliamo il gruppo dei "big" costituito da Telecom Italia, Wind e Fastweb; a questo indirizzo è disponibile l'elenco ufficiale. Alcune assenze eccellenti possono destare perplessità, ma non è escluso che altri operatori importanti si nascondano dietro il nome di società meno famose.

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
totalblackuot7522 Gennaio 2008, 17:36 #1
se ci sarà telecom alora ci sarà anche tirannia!!!!La vedo male per sto WiMax..-(((
Jammed_Death22 Gennaio 2008, 17:38 #2
ma in pratica se io voglio installare il wimax nel mio comune che devo fare?
tarek22 Gennaio 2008, 17:55 #3
guardacaso vincerà telecom ovunque...ma ci voleva tanto a escludere chi aveva già i cellulari..?
matt2222222 Gennaio 2008, 18:23 #4
la solita vaccata all'itaGliana
luca8022 Gennaio 2008, 18:26 #5
Mi pare proprio che per regolamento non possano fare offerte gli operatori mobili, difatti telecom italia è slegata da TIM.
mau.c22 Gennaio 2008, 18:31 #6
che l'hanno fatto a fare? tanto se anche nasce una nuova compagnia per fare questa roba dopo qualche anno diventa come tutte le altre...

o, non se ne salva una! è incredibile... non sanno fare altro che chiamarti a tutte le ore per proporti bla bla bla, e poi quando hai bisogno di assistenza perchè la linea non funziona ti attaccano il telefono in faccia o non rispondono proprio... dovremmo risolvere prima qualche problemino sinceramente
DenFox22 Gennaio 2008, 18:54 #7
...e intanto c'è gente come il sottoscritto che ancora non ha l'adsl. Vergogna. Vergogna.
_morghan_196822 Gennaio 2008, 19:08 #8
inutile lamentarsi...
abbiamo quello che ci meritiamo !
Crisa...22 Gennaio 2008, 19:21 #9
Originariamente inviato da: DenFox
...e intanto c'è gente come il sottoscritto che ancora non ha l'adsl. Vergogna. Vergogna.


il wimax serve proprio per ovviare a questo....
PocotoPocoto22 Gennaio 2008, 19:39 #10
Dunque ricapitoliamo

Licenze messe a disposizione ---> 35
Aziende che hanno aderito ----> 29

O sono io che non capisco niente, oppure la gara è già finita così come capitò per le licenze UMTS in cui lo stato perse diversi miliardi di euro per aver concesso tante licenze quante ne erano state effettivamente richieste.

Nessuno si è chiesto come mai da 48 aziende si è scesi a 29 ?

Solo in Italia ci sono situazioni del genere, che schifo!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^