Pubblicità online: localizzare il terminale mobile

Pubblicità online: localizzare il terminale mobile

Per Google individuare la posizione geografica dei terminali mobile è di importanza fondamentale

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:57 nel canale Software
Google
 

Ogni utente in possesso di un telefono con funzionalità 3G avrà ricevuto, almeno una volta, un messaggio promozionale relativo alle mirabolanti opportunità di accesso alla grande rete da terminale mobile. Questo trend è in forte crescita e, stando ai soliti analisti, sarà uno degli ambiti nei quali vi sarà maggior espansione in futuro.

Accesso a internet e pubblicità online sono due aspetti da sempre profondamente legati e Eric Schmidt, amministratore delegato di Google, lo ha ulteriormente confermato in un recente intervento presso il World Economic Forum di Davos. Per Google, il cui modello di business è strettamente legato alle iniziative pubblicitarie, l'accesso a internet da terminale mobile rappresenta un'occasione importante per attuare nuove strategie e raccogliere profitti.

La natura mobile di questa particolare tipologia di terminale ha suggerito nuove soluzioni di advertising basate sulla localizzazione del dispositivo stesso. Fino a oggi gli esperti della pubblicità online ponevano l'accento sulla profilazione degli utenti: capire abitudini e caratteristiche della persona consentiva di rendere ancor più efficaci le campagne pubblicitarie poiché l'utente riceveva solo messaggi adatti al proprio profilo.

Questo aspetto rimane di fondamentale importanza, ma nel caso dell'accesso a internet da terminale mobile diventa fondamentale individuare la posizione geografica dell'utente: in questo modo è possibile veicolare verso il terminale mobile solo contenuti pubblicitari contestuali al luogo o alla zona da cui avviene l'accesso. A tal proposito Google ha da tempo avviato delle iniziative beta, ne avevamo parlato qui, e nel web sono disponibili svariati servizi che effettuano la localizzazione utilizzando le informazioni provenienti dalle celle GSM o dagli hot spot Wi-Fi.

Non è quindi un segreto che già oggi l'utente può essere localizzato con una buona approssimazione. Questa circostanza ha già sollevato critiche e dubbi in merito alla liceità e al rispetto della privacy.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Crux_MM30 Gennaio 2008, 11:18 #1
A prescindere da tutti i discorsi PRIVACY.
E' un'ottima tecnologia..potrei voler sapere, ad esempio, se ci sono ristoranti, alberghi, negozi in zona semplicemente accedendo ad internet da telefonino!Pubblicità e quant'altro, magari disattivabile, sui negozi del posto!Non mi sembrano poche nè brutte le implementazioni.

Collegandomi a tutti i discorsi PRIVACY.

Non mi avrete mai!

Spaventa un pò questa cosa..

Trapana30 Gennaio 2008, 11:20 #2
ci mancava l'ennesimo canale per veicolare il bombardamento mediatico pubblicitario non richiesto!!

Bello il progetto di google per la localizzazione visto anche su Iphone, ma non è questo il cuore di questo articolo.
mrcf30 Gennaio 2008, 11:33 #3
spero che sia almeno una scelta dell'utente di ricevere questo ulteriore "spam"
Marcus Scaurus30 Gennaio 2008, 11:42 #4
Posso dirvi una cosa?
Alla faccia della privacy
Se Google partecipasse alle aste wimax in Italia e mi proponesse di navigare gratis a patto di usare un firefox modificato per ospitare pubblicità io accetterei al volo... Ma accetterei anche se la navigazione fosse tramite wifi normale o cellulare 3g (a patto della gratuità o per lo meno di un sostanzioso abbassamento dei costi).

Altro che la penna Vodafone,Tim,Wind a 50 euro + 20 euro al mese... Ma vava...
AndreaG.30 Gennaio 2008, 11:57 #5
Originariamente inviato da: Marcus Scaurus
Posso dirvi una cosa?
Alla faccia della privacy
Se Google partecipasse alle aste wimax in Italia e mi proponesse di navigare gratis a patto di usare un firefox modificato per ospitare pubblicità io accetterei al volo... Ma accetterei anche se la navigazione fosse tramite wifi normale o cellulare 3g (a patto della gratuità o per lo meno di un sostanzioso abbassamento dei costi).

Altro che la penna Vodafone,Tim,Wind a 50 euro + 20 euro al mese... Ma vava...


quotone!
dannyhh30 Gennaio 2008, 14:49 #6
A me la scena di minority report in cui da una scansione dell'iride i cartelloni pubblicitari iniziavano a rompere i cosiddetti mi ha lasciato perplesso. Non quanto il sapere che pian piano ci stiamo arrivando...

paulus6930 Gennaio 2008, 19:33 #7
Originariamente inviato da: Crux_MM

Collegandomi a tutti i discorsi PRIVACY.

Non mi avrete mai!

son della stessa idea...giammai!
Parny30 Gennaio 2008, 22:22 #8
Originariamente inviato da: Marcus Scaurus
Posso dirvi una cosa?
Alla faccia della privacy
Se Google partecipasse alle aste wimax in Italia e mi proponesse di navigare gratis a patto di usare un firefox modificato per ospitare pubblicità io accetterei al volo... Ma accetterei anche se la navigazione fosse tramite wifi normale o cellulare 3g (a patto della gratuità o per lo meno di un sostanzioso abbassamento dei costi).

Altro che la penna Vodafone,Tim,Wind a 50 euro + 20 euro al mese... Ma vava...


[SIZE="7"]*[/SIZE]
Sajiuuk Kaar31 Gennaio 2008, 02:13 #9
Come se già la pubblicità NON VOLUTA della TIN non fosse abbastanza... mi vendessero quel dannato plutonio gli farei saltare la baracca :@
Mi arrivano messaggi alle ***4*** del ***mattino*** CHE PALLE!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^