Scrivanie ad induzione? Presto una realtà

Scrivanie ad induzione? Presto una realtà

Due aziende annunciano un accordo per la realizzazione di particolari scrivanie in grado di ricaricare le batterie dei dispositivi elettronci presenti nelle vicinanze

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:42 nel canale Software
 
55 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PsyCloud23 Gennaio 2007, 11:26 #11
a me spaventerebbe tenere i miei comiti appoggiati a qualche cosa in grado di alimentare monitor, casse, cellulare e tutte le apparecchiature simili.
nullsoft23 Gennaio 2007, 11:27 #12
viva il petrolio del polo nord...
che poi fra 10 anni a gennaio saranno 30 gradi e ad agosto 60 sono quisquiglie
demon7723 Gennaio 2007, 11:29 #13
mah..

e' un'idea carina ma sinceramente non mi pare sta gran roba...

Preferisco fare il titanico sforzo di attaccare il cell alla presa!
Mi rendo conto che sia un'operazione pesante ed onerosa che porta via parecchio tempo ad una giornata lavorativa..

Piuttosto ma quando fanno la scrivania con desktop integrato!?!
(avete presente quella che si vede in "the island"? Che spettacolo!!)
LuPellox8523 Gennaio 2007, 11:31 #14
Originariamente inviato da: PsyCloud
a me spaventerebbe tenere i miei comiti appoggiati a qualche cosa in grado di alimentare monitor, casse, cellulare e tutte le apparecchiature simili.


a me no, anzi, credo che, in un certo qualsenso, sarebbe di ricarica anche per noi, e non vedo l'ora di averne una!













Saluti, Robocop

MARROELLO23 Gennaio 2007, 11:32 #15
Originariamente inviato da: Wilfrick
Dell'energia in più che si consuma per una roba del genere ce ne sbattiamo, tanto dalla bionda l'altro giorno hanno detto che il polo nord si scioglie e sotto si trova altro petrolio, quindi tutti felici a bruciarlo per mantenere accesi gli alimentatori attaccati a niente.


Straquoto. E' ora di iniziare a pensare come risparmiare energia, non come spenderne di più. Finirà la pacchia, lo spero vivamente.
Freeride23 Gennaio 2007, 11:50 #16
Arrivare in ufficio col cellulare scarico?
Comprati un cellulare di nome e di fatto, il mio vecchissimo nokia 8310 con la batteria da 1Ah dura 20 giorni e si ricarica con un pannellino da 3Watt che gli altri giorni carica le batterie, comprato su ebay per 10 euro.
goldenboy-z23 Gennaio 2007, 11:58 #17
Bhe detta cosi è una cagata.. mi sembra uno spreco una cosa del genere oltre che un danno.. Preferirei una piccola zona della scrivania sulla quale appoggiare il cell (magari faranno dei plug compatibili con le varie marche e modelli) cosi da limitare il danno e renderlo lo stesso molto comodo. Non mi piacerebbe che frequenze del genere vaghino per tutta la scrivania (quindi me compreso).
danyroma8023 Gennaio 2007, 12:05 #18
V1 = M*(dI2/dt)

dove V1 è la tensione ai campi della bobina del dispositivo da ricaricare, M il coefficiente di mutua induzione e I2 è la corrente che scorre nella bobina del dispositivo che ricarica (scrivania).

Dove sta la scoperta? questa formula è conosciuta da inizio 1900.
La difficoltà sta solo nel calcolare M in funzione dello spazio e quindi del punto preciso sul piano della scrivania, difficoltà superabile con l'ausilio di simulatori di campi elettromagnetici.
Stargazer23 Gennaio 2007, 12:05 #19
Originariamente inviato da: MARROELLO
Straquoto. E' ora di iniziare a pensare come risparmiare energia, non come spenderne di più. Finirà la pacchia, lo spero vivamente.

Risparmiare non produce ricchezza
consumare invece ne produce eccome (per altri)
Freeride23 Gennaio 2007, 12:14 #20
Originariamente inviato da: danyroma80
V1 = M*(dI2/dt)

dove V1 è la tensione ai campi della bobina del dispositivo da ricaricare, M il coefficiente di mutua induzione e I2 è la corrente che scorre nella bobina del dispositivo che ricarica (scrivania).

Dove sta la scoperta? questa formula è conosciuta da inizio 1900.
La difficoltà sta solo nel calcolare M in funzione dello spazio e quindi del punto preciso sul piano della scrivania, difficoltà superabile con l'ausilio di simulatori di campi elettromagnetici.

Basta mettere un pallino rosso in un punto sulla scrivania e hai risolto!
Ci sono gli spazzolini da denti elettrici ed ermetici che funzionano così.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^