Soluzioni per la sicurezza: un mercato in crescita nel 2010

Soluzioni per la sicurezza: un mercato in crescita nel 2010

Dopo la contrazione registrata nel corso del 2009 ritorna a crescere, dell'11% su base annuale, il mercato delle soluzioni legate alla sicurezza

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:20 nel canale Software
 

Il mercato delle soluzioni per la sicurezza dei dati registrerà, nel corso del 2010, una crescita dell11% circa rispetto ai 12 mesi precedenti, stando ai dati resi disponibili da Gartner. Il controvalore complessivo del mercato sarà di circa 16,5 miliardi di dollari USA.

Nel corso del 2009 la crisi economica internazionale aveva portato ad una contrazione della spesa, su base annuale, pari al 7% rispetto al 2008. Il dato del 2010, pertanto, è incoraggiante per gli operatori del settore e testimonia l'importanza con la quale i temi legati alla sicurezza dei dati viene presa in considerazione dalle aziende.

Le previsioni di Gartner per l'intero settore sono di una costante e continua crescita, differenziata tuttavia a seconda del tipo di prodotto che verrà proposto dalle aziende. In particolare le aziende sviluppatrici di software che possono vantare un mix di prodotti e servizi variegato sono quelle che continueranno a mantenere tassi di crescita interessanti, bilanciando presenza con tecnologie e prodotti maturi a soluzioni per nuovi segmenti di mercato che si vanno creando.

Nonostante i segmenti consumer e enterprise rimangano quelli dal fatturato più elevato per i produttori di soluzioni software, è nel segmento delle proposte Software as a Service (SaaS), di quelle open source e in outsourcing che sussistono le migliori prospettive di crescita complessive per l'industria.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^