Stop ad alcuni progetti Live?

Stop ad alcuni progetti Live?

Live Drive e altri elementi del più ampio progetto Live potrebbero essere sospesi.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:57 nel canale Software
 

Alcune fonti di informazione da qualche giorno riportano importanti segnalazioni relative ai servizi Live di Microsoft. Secondo Betanews.com lo sviluppo di alcuni servizi del colosso di Redmond sarebbe sospeso anche se non ci sono conferme ufficiali in merito.

Live Drive, la soluzione di storage virtuale, e Windows Search Preview sembrano essere momentaneamente sospesi in attesa di successivi sviluppi non meglio precisati. Sempre secondo alcune fonti online queste decisioni sarebbero da imputare a Steve Sinofsky che recentemente ha presentato un piano di riorganizzazione.

La notizia ha creato qualche dissapore anche all'interno della stessa azienda ma Steve Sinofsky ha motivato le sue decisioni affermando che la riorganizzazione imposta intende dare maggior consistenza al progetto evitando la dispersione di risorse in settori non strategici del progetto.

Attendiamo ovviamente conferme ufficiali in merito alla sospensione di alcune componenti Live e alle motivazioni che hanno suggerito a Microsoft tali iniziative.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vince 1522 Novembre 2006, 11:22 #1
Il Live Drive era un servizio che aspettavo con ansia... spero sia solo una sospensione temporanea.
tommy78122 Novembre 2006, 11:22 #2
se sono servizi gratuiti possono disattivarli quando gli pare, anche google potrebbe da un giorno all'altro decidere di disattivare i suoi e nessuno potrebbe lamentarsi anche se conoscendo la gente ci sarebbe di sicuro qualcuno che griderebbe allo scandalo.
Avatar022 Novembre 2006, 11:27 #3
guarda che sono progetti ... non servizi
YellowT22 Novembre 2006, 12:11 #4
Originariamente inviato da: tommy781
anche google potrebbe da un giorno all'altro decidere di disattivare i suoi e nessuno potrebbe lamentarsi anche se conoscendo la gente ci sarebbe di sicuro qualcuno che griderebbe allo scandalo.


Certo, perchè da un giorno all'altro chi usa gmail perde tutta la posta... Cosa avranno mai da lamentarsi eh?
Eppure non è mattina presto, la gente dovrebbe essere sveglia da abbastanza tempo...
schwalbe22 Novembre 2006, 12:19 #5
Niente perchè nei contratti c'è sempre scritto che possono disattivarli o cambiarli quando gli pare, solo dandone comunicazione.
Se a uno non va bene può ripiegare su quelli a pagamento che danno più garanzie (sempre non vadano falliti...).
DooM122 Novembre 2006, 14:09 #6
Io invece nei contratti ho visto spesso, parlando genericamente, che l'utente ha diritto ad un preavviso di un tot giorni, (tipo 30 gg) per potergli "staccare" un servizio (anche gratuito).
Vedi abbonamento ad internet gratuito di tiscali.
Poi ovviamente dipende da cosa c'è scritto nel contratto che in genere non si legge approfonditamente
Cmq si sono progetti, questo argomento è fuori discussione in effetti
jpjcssource22 Novembre 2006, 21:35 #7
Originariamente inviato da: tommy781
se sono servizi gratuiti possono disattivarli quando gli pare, anche google potrebbe da un giorno all'altro decidere di disattivare i suoi e nessuno potrebbe lamentarsi anche se conoscendo la gente ci sarebbe di sicuro qualcuno che griderebbe allo scandalo.


...e tutti quelle migliaia di imprese che hanno pagato per avere una copertura pubblicitaria su google cosa fanno , google non è un'agenzia benefica, ma una delle più grosse aziende del mondo che si fa pagare profumatamente visto che il suo servizio è solo in parte gratuito.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^