Tecnologia WiMax sui notebook

Tecnologia WiMax sui notebook

Clearwire ha annunciato la disponibilità di una scheda per connettività WiMax collegabile attraverso slot PCMCIA. Questa soluzione precede l'integrazione di tali tecnologie nella piattaforma Intel Montevina

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:43 nel canale Software
Intel
 

Le tecnologie WiMax promettono interessanti novità legate alla possibilità di accedere alla rete con una connessione wireless a banda larga. Con tali collegamenti si supera il vincolo della connessione fisica e i possibili scenari di utilizzo sono sicuramente ampi: dalla copertura di intere aree metropolitane, alla fornitura di connessione internet anche per zone rurali.

In Europa si segnalano varie iniziative e l'Italia, con una parafrasi ciclistica, insegue il gruppo. Nei prossimi mesi si dovrebbe concludere la fase sperimentale relativa a installazioni fisse e il Governo avvierà la tanto attesa procedura di assegnazione delle licenze bandendo un'asta pubblica. In merito alle scelte fatte nel nostro Paese, al numero di licenze e alla procedura di assegnazione delle frequenze sono state sollevate svariate critiche ma tutto ciò non è argomento di questa notizia.

Dagli Stati Uniti di America arriva un'interessante notizia segnalata da Arstechnica.com. La società Clearwire ha ottenuto la certificazione dalla Federal Communications Commission (FCC) per una scheda WiMax inseribile in un qualsiasi pc dotato di slot PCMCIA Type 2. Questo dispositivo permette di accedere al network gestito da Clearwire stessa usando un qualsiasi notebook e sfrutta in modo completo le possibilità offerte dalle tecnologie WiMax.

Clearwire è una realtà parecchio attiva in USA: la propria rete conta 160.000 utenti wireless che hanno a disposizione velocità in download pari a 1,5Mbps. La società è attiva anche in Europa e più precisamente in Belgio, Irlanda e Danimarca.

Quanto presentato da Clearwire è da considerarsi solo il primo di una serie di annunci anche se con ogni probabilità la vera svolta arriverà con la futura piattaforma Intel Montevina. In tale componentistica mobile integrerà in un solo componente connettività WiMax e 802.11n.

Gli annunci d'oltreoceano sono interessanti e confermano un generale interesse nei confronti di queste promettenti tecnologie che offriranno interessanti opportunità, soprattutto in ambito mobile. Per quanto riguarda il nostro Paese i prossimi mesi saranno fondamentali per capire il modo con il quale i vari provider decideranno di fornire il servizio e con quali opzioni tariffarie.

Non va infatti dimenticato che le mirabolanti opportunità fornite da una particolare tecnologia wireless devono poi scontrarsi con considerazioni di ordine economico. Tali valutazioni potrebbero sancire il successo o meno dell'iniziativa stessa: per l'utente finale il costo è ancora uno dei principali criteri di scelta.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tarek03 Maggio 2007, 14:58 #1
speriamo che cambino il logo nel frattempo..
giocas03 Maggio 2007, 18:45 #2
Originariamente inviato da: tarek
speriamo che cambino il logo nel frattempo..

...beh ricorda l'alloro Imperiale, a me non dispiace.
Cmq sta scheda la produce anche la Motorola
Link ad immagine (click per visualizzarla)
dariocescon03 Maggio 2007, 18:58 #3

LA BANDA LARGA!!!! Si....Ma quanto mi costa!!!

Lo ho appena scoperto...forse perchè hanno appena aperto il servizio. Ma se sperano che aderisca ora al progetto....si sbagliano proprio!
CHE PREZZI!!!!!

<a href="http://www.mycom.it/copertura.htm&q...a.htm</a>
gianly198503 Maggio 2007, 19:11 #4
Ah ah ah 1,5mpbs, ma fammi il piacere Clearwire Io in Hsdpa a Perugia ho sfondato i 3mpbs (netmeter alla mano)! Se le velocità del wimax sono queste meglio finire di sfruttare la rete umts che in modalità hsdpa potrà arrivare a 14,4mbps!
CuccCri03 Maggio 2007, 19:55 #5
Si è vero che l'UMTS/HSDPA arriva/può arrivare a velocità maggiori però per ora la copertura è ridicola (solo le grandi città e periferie vicine), gli altri si accontentano di EDGE (lentino) e GPRS (buona copertura ma inproponibile la velocità. Oltre a questi fattori non esistono ad oggi vere tariffe FLAT, potrebbero anche sforzarsi ma le compagnie telefiniche sono furbe.

Se il Wimax sarà appannaggio di compagnie telefoniche sarà uno schifo, altrimenti può andare lontano.

Come dice l'articolo, "per l'utente finale il costo è ancora uno dei principali criteri di scelta"
gianly198503 Maggio 2007, 21:46 #6
Originariamente inviato da: CuccCri
Si è vero che l'UMTS/HSDPA arriva/può arrivare a velocità maggiori però per ora la copertura è ridicola (solo le grandi città e periferie vicine), gli altri si accontentano di EDGE (lentino) e GPRS (buona copertura ma inproponibile la velocità.


Perchè scusa invece la copertura wimax in 3 mesi diventerà universale? Ci sono voluti ANNI per arrivare all'attuale copertura UMTS in Italia e ci vorranno ANNI perchè la neonata rete Wimax si avvicini (raggiungerla la vedo dura) alla copertura della ormai collaudata rete Umts...

Se il Wimax sarà appannaggio di compagnie telefoniche sarà uno schifo,


Ma che vuol dire??Chiunque lo gestirà sarà un'azienda e come tale vorrà lucrarci, che si chiami vodafone o agip o mediaset non mi cambia molto...
outlaw1603 Maggio 2007, 22:45 #7
Penso che si riferisca anche al discorso che ha fatto Beppe Grillo sul WiMax, e comunque penso che CuccCri abbia ragione, perchè se sarà gestito da Telecom o queste aziende i costi saranno esorbitanti e quasi sicuramente andrà così e le ditte minori non avranno chance. comunque si anche secondo me ci vorranno anni per mettere in piedi una rete Wimax che copra in modalità flat ad alta velocità gran parte dell'italia.
Radioactive04 Maggio 2007, 01:42 #8
cari ragazzi,o aspettato anni prima che nel mio piccolo comune arrivasse una caspita di linea adsl,ma se aspettavo telecom potevo morire.
è facile parlare di velocità "ridicole"e di tariffe salate,intanto io con 36€al mese navigo flat a 1280 Kbps,ed arrivando da un isdn a 64/128Kbps il passo è stato notevole.
le compagnie tipo vodafone,3,tim non sono interessate a dare una tariffa flat x internet,pensateci bene,le loro linee sono già abbastanza incasinate cosi,se poi ci mettono la navigazione ad internet con tutti i "muli" che ci sono in giro sarebbe un casino gestire il flusso di dati presente nelle centrali.
telecom a già detto che non è di suo interesse coprire le zone non coperte dall'adsl ma preferisce aumentare la banda già presente nelle zone coperte.come dargli torto d'altronde.
il satellite lo escluderei a priori troppi problemi e poi ci vuole sempre una linea telefonica in uscita"se uno non vuole il telefono di casa per svariati motivi non può" fastweb bello veloce,ma dalla copertura limitata e coprire nuove zone costa qualcosa come 250€"al metro" .quindi il wimax mi sembra l'unica alternativa per noi poveri "SFIGATI" non coperti dall'adsl.
ci vorrà del tempo ma "che mi fulminino se mi sbaglierò"tra pochi anni saremo tutti in giro con portatile e cellulari a navigare a banda larga in lungo e in largo mentre facciamo shopping mangiamo una pizza o facciamo una passeggiata sul lungomare.
gianly198504 Maggio 2007, 08:51 #9
Ma guarda che io e tanta gente già andiamo in giro navigando a banda larga, altro che fra qualche anno! Io navigo per tutto il viaggio in treno, e ti assicuro che NON SERVE UNA FLAT per questo....quella serve solo a casa per il mulo, ma con la mobilità non c'entra niente...Quindi già nel presente la banda larga in mobilità è una realtà tangibile e a volte anche economica ormai (spesso bastano 9euro al mese).
Ah, le reti degli operatori non è che sono incasinate perché fanno schifo di loro e sono inferiori alla futura e ancora sconosciuta rete wimax (poi se sei nostradamus..),semplicemente nessuna rete mobile potrà mai reggere migliaia di persona attaccate a ciucciare col mulo, non è questo l'utilizzo per cui sono state studiate! Fortuna che le reti 3 e vodafone sono nattate così danno ID bassi in emule...
Scordati che il wimax potrà darti prestazioni eccezionali se viene messa a disposiziof una flat per la MASSA..forse ci potrà essere nei primi tempi quando ancora gli utenti sono pochi (PROPRIO COME PER LA TELEFONIA CELLULARE, MA VE LE SIETE SCORDATE LE FLAT DATI CHE C'ERANO PRIMA??Potevano esserci perché erano in pochi ad usarle), ma se il wimax raggiungerà la MASSA dubito fortemente che potrà restare flat..
ps: ti sei scordato qualche "h"
paciuli04 Maggio 2007, 10:34 #10
Originariamente inviato da: gianly1985
Perchè scusa invece la copertura wimax in 3 mesi diventerà universale? Ci sono voluti ANNI per arrivare all'attuale copertura UMTS in Italia e ci vorranno ANNI perchè la neonata rete Wimax si avvicini (raggiungerla la vedo dura) alla copertura della ormai collaudata rete Umts...


C'è solo la piccola differenza che un'antenna UMTS copre un raggio di non più di 1Km, mentre per il WiMax si parla di 50Km... io dico che si fa un po' prima Italica burocrazia a parte ovviamente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^