Telecom IPTV: ancora monopolio?

Telecom IPTV: ancora monopolio?

Assoprovider, AIIP e Consorzio Voipex chiedono l'intervento europeo in merito alla mancata regolamentazione dell'IPTV in Italia. La maggiore preoccupazione è che si concretizzi un monopolio da parte di Telecom Italia che attualmente detiene il 70% del mercato ADSL

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:11 nel canale Software
 

Utenti internet, operatori VoIP e provider alzano il grido di allarme nei confronti di Telecom e dell'Autorità delle Comunicazioni. Al centro del contendere vi sarebbe il futuro dell'IPTV e del possibile monopolio che Telecom Italia potrebbe esercitare in tale specifico ambito.

Le parti sopracitate ritengono inadeguata la risposta dell'Autorità delle Comunicazioni in merito al delicato argomento. L'Autorità delle Comunicazioni ha concluso da poco un procedimento chiamato "Analisi del mercato dei servizi di diffusione radiotelevisiva per la trasmissione di contenuti agli utenti finali" al cui interno si legge: ...nel mercato della televisione via cavo non sussistano oggi posizioni dominanti e, di conseguenza, non siano necessari provvedimenti pro-competitivi per il prossimo futuro.

Assoprovider, AIIP e Consorzio Voipex sono preoccupati per il futuro dell'IPTV in uno scenario non regolamentato e con la presenza sul mercato di operatore capace di offrire contenuti e connettività. Va infatti ricordato che oggi Telecom è in grado di offrire il servizio Alice Home Tv abbinato alla propria offerta ADSL a 20 Mpbs.

Telecom detiene attualmente il 70% del mercato ADSL in Italia e la fornitura di un servizio IPTV non aperto a tutta la rete internet ma solo ai propri utenti preoccupa parecchi operatori del settore. Senza un'adeguata regolamentazione i fornitori di contenuti, per raggiungere il maggior numero di utenti, useranno la "piattaforma" a larga banda dell'operatore dominante e quindi gli utenti finali, per accedere al maggior numero di contenuti, tenderanno a concentrarsi sulla rete a larga banda della stessa Telecom Italia.

La campagna di sensibilizzazione è in atto da qualche giorno ed è stato anche richiesto l'intervento di Viviane Reding, Commissario Europeo alla Società per l'Informazione e Media.

Assoprovider, AIIP e il Consorzio Voipex chiedono all'Autorità delle Comunicazioni di mettere in atto una regolamentazione capace di separare strutturalmente la fornitura di contenuti dal servizio di connettività. Viene inoltre richiesto a Telecom di non mettere in atto policy che impediscano agli utenti di accedere ad altri servizi IPTV.

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor25 Luglio 2006, 09:16 #1
ma quanto mercato ha la TV "via cavo" in Italia?

tra la vecchia analogica (che chiuderà presto), il digitale terrestre (ancora acerbo) e il digitale satellitare (maturo ma privo di concorrenza) non vedo molto spazio... anche perchè vedermi la tv sul monitor del pc anzichè sul televisore non mi sembra il massimo...

capirei di più il download di film e programmi da buttare su dvd e vedere in tv, ma così sinceramente non so...
Kintaro7025 Luglio 2006, 09:16 #2
Speriamo che obblighino Telecom a liberalizzare Il servizio di Home TV anche per gli utenti non Alice. Stronchiamo i Monopoli!!!!
Dumah Brazorf25 Luglio 2006, 09:21 #3
Molta persone hanno pc e televisore separati da pochi metri, basta un cavo e via...
bartolomeo_ita25 Luglio 2006, 09:22 #4
ma chi se ne frega della alice 20 mega, cioè... mi chiamano call center ogni giorno per propormelo... evidentemente sono con l'acqua alla gola perchè 20 mega in download e 0,3 in upload è un qualcosa di RIDICOLO.

1 mega down. 1 mega up.

e siamo tutti felici (by a net gamer)
Bisont25 Luglio 2006, 09:27 #5
a quel punto diventa una DSL....e a me andrebbe benissino...

ma ha un senso la tele via internet? a me sembra banda sprecata....
manuele.f25 Luglio 2006, 09:29 #6
...che telecom venga bastonata!!!
siamo nel paese dei priviligi,delle corporazioni e degli intaressi personali..
nel mondo dell'IT Telecom in italia è il maggior esempio di monopolio becero, che non porta ad altro che al digitl divide...
cose note a molti...ma in alto fanno poco per cambiare le cose
Redvex25 Luglio 2006, 09:35 #7
Totalmente ricidcola 20 mega di down e 320kbit di up. Io dovrei avere la 4 mega ma mi si collega ancora a 1,5 anche se un mio amico che ha la 4 mega scarica a soli 10 kb in + di me facendo un test dai server microsoft.
Paganetor25 Luglio 2006, 09:41 #8
io ho la 4 megabit e scarico a 500 kb/secondo... sono a Milano, quindi forse sono coperto meglio...

demon7725 Luglio 2006, 09:42 #9
Una bella bastonata alla telecom me la godrei sul serio!
Sto aspettando che mi disattivino la vecchia ADSL perchè ho cambiato operatore e questi marcioni non hanno ancora provveduto nonostante i numerosi solleciti e nonostante siano passati i 30 giorni di legge! se questa è una ditta seria...
moloch25 Luglio 2006, 09:43 #10
Io vivo da due anni in francia, ho l'ADSL 20 mega, che gira a 8 mega effettivi..siamo connessi in 7 in wifi, paghiamo un totale di 30 euro al mese e abbiamo tv via cavo (praticamente il satellitare, visto che becchiamo anche tv straniere etc) con una qualità eccezionale, che puoi vederla sul portatile e pure sulla tv (basta collegare il modem alla tv). Posso in piu chiamare gratis in VOIP su tutto il territorio nazionale con il cordless collegato al modem. Meno male che iniziano a proporre queste offerte anche in italia perché l'anno prossimo ci dovro tornare

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^