TorrentSpy ha chiuso i battenti

TorrentSpy ha chiuso i battenti

Dopo anni di controversie legali, il noto motore di ricerca di file torrent ha deciso di cessare ogni attività. La chiusura non è stata però dettata da alcuna imposizione giudiziaria

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 15:21 nel canale Software
 

I gestori di TorrentSpy, famoso motore di ricerca di file torrent, hanno deciso di gettare la spugna e chiudere i battenti. Con un messaggio piuttosto laconico pubblicato nella home page del proprio sito, l'amministratore di TorrentSpy Justin Bunnell e i suoi collaboratori hanno annunciato di aver cessato le attività.

Nel 2006 TorrentSpy era uno dei motori di ricerca torrent più utilizzati, ma nell'agosto del 2007, a seguito delle controversie legali con la Motion Pictures Association of America (MPAA), era stata costretta da una sentenza della corte a mantenere traccia dell'attività degli utenti e a collaborare proprio con l'MPAA. Al fine di proteggere gli utenti americani da ritorsioni legali, TorrentSpy aveva deciso di bloccare l'accesso al servizio su tutto il territorio statunitense.

Ciò non è tuttavia bastato a saziare la sete di giustizia di MPAA e la causa legale è proseguita, inasprendosi sempre più. Ad ogni modo, come si legge nel comunicato apparso sul sito, lo shutdown definitivo è frutto di una decisione presa per proprio conto da TorrentSpy: "Ultimamente, la Corte ha richiesto azioni in contrasto con la nostra politica sulla privacy, con le leggi statunitensi e quelle internazionali; ci sentiamo costretti a ricorrere ad una soluzione estrema per proteggere la privacy dei nostri utenti: la chiusura permanente".

68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cribbio28 Marzo 2008, 15:32 #1
e gli americani sarebbero quelli che sono sempre + avanti...mah...
a me sembrano gli stronzi che sono sempre + avanti
melomanu28 Marzo 2008, 15:35 #2
Si perchè in Italia siam messi meglio con SIAE & Co., le cose giuste
moGio28 Marzo 2008, 15:36 #3
Beh, io li ammiro...

in questi casi e' sempre diffficile sapere tutta la verita', ma se davvero hanno preferito chiudere che soddisfare le richieste della Corte secondo me sono degni di stima.

Chissa' se anche i vari telecom, libero, wind, hanno afffrontato simili questioni e chissa' quale comportamento hanno eventualmente scelto; se non sbaglio non e' notizia di molto tempo fa quella di una indagine tra i log di libero da parte della magistratura a caccia di violazioni dei diritti d'autore...
dotlinux28 Marzo 2008, 15:42 #4
Fatto bene ladri!
Joxer28 Marzo 2008, 15:46 #5
Siamo arrivati al punto di chiudere siti perfettamente legali. La colpa non è di torrentspy se vengono messi torrent illegali su internet.
dotlinux28 Marzo 2008, 15:48 #6
Senza necessità di scambiarsi file illegali il torrent non esisterebbe nemmeno!
beppe9028 Marzo 2008, 15:50 #7
Io li ammiro moltissimo...

Hanno deciso di chiudere tutto per nn permettere a quegli organi che violano la nostra privacy di farsi i fatti nostri...

sono davvero davvero degni di stima...sarà anke successo in america, ma e stato fatto per tutti gli utenti ai quali nn viene rispettata la loro privacy...
jacopo14728 Marzo 2008, 16:01 #8
un attestato di stima è il minimo.
Maxt7528 Marzo 2008, 16:06 #9
Possono fare cio che vogliono, è impossibile fermare tutto il sistema comunque.
KVL28 Marzo 2008, 16:14 #10
Esatto.
Morto TorrentSpy? Si continua altrove.
E' così dal 2001 per la rete ed2k.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^