Typo-squat: fenomeno in continua crescita

Typo-squat: fenomeno in continua crescita

Typo-squat, ossia i domini registrati con nomi frutto di errori di ortografia di siti di ampio interesse: un fenomeno in continua crescita

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 10:57 nel canale Software
 

Con il crescere del numero dei domini crescono anche le possibiltà dei typo-squatter, che utilizzano i domini frutto di errori ortografici a fini a volte fraudolenti. McAfee ha effettuato una ricerca, i cui risultati sono riassunti nel documento 'The State of Typo-Squatting 2007'.

Se si allarga il raggio di analisi anche a tutti i siti che non sono frutto di typo-squat, ma includono termini famosi per attirare traffico, i numeri si fanno impressionanti. Ad esempio sono ben 8000 i domini registrati conteneti la parola iPhone, alcuni dei quali effettuano il redirect verso siti dal chiaro carattere fraudolento.

Restando nell'ambito del typo-squat le tecniche per sfruttare gli errori di autografia per guadagnare soldi sono diverse, alcune dirette, altre indirette, il report McAfee mette in evidenza lo schema principale.

I siti typo-squat spesso risultano anche degli spam-engine, che promettono sconti o offerte irripetibili, in merito al prodotto ricercato in origine, in cambio dell'inserimento del proprio indirizzo email. Altri puntano invece sull'advertising: nel caso dell'iPhone, ad esempio, diversi siti propongono annunci in merito a suonerie o software per lo sblocco del dispositivo.

Essendo molto vicini all'oggetto ricercato in origine dall'utente questo tipo di annunci avrà una click-through-rate abbastanza elevata. Quando addirittura il prodotto in questione ha in atto campagne di advertising può capitare di vedere visualizzati annunci che rimandano direttamente all'indirizzo cercato in origine: in questo caso la probabilità che questi vengano cliccati è molto alta, con indubbio vantaggio per le tasche dei creatori del sito typo-squat. Questo tipo di approccio basato sull'advertising per generare guadagni, è però utilizzato solo dal 19% dei siti typo-squat nel caso di Google Adsense e dal 4.4% utilizzando i banner forniti da Yahoo.

Interessanti i dati emersi dalla ricerca, che ha preso in considerazione ben 1,9 milioni di possibili variazioni ortografiche dei 2771 siti più importanti dalla rete, trovandone 127.381 associati a domini registrati. In media il 7,2% degli errori di ortografia ha un corrispettivo sito; le categorie di siti più colpite sono quelle legate al gaming (14%), a linee aeree (11,4%), a compagnie e brand importanti, a siti per adulti e legati alla tecnologia e al web, tutti intorno al 10%.

La ricerca mette altresì in evidenza come uno dei bersagli dei typo-squatter siano anche i siti dedicati ai più piccoli, forse meno propensi ad accorgersi dell'errore ortografico o comunque più curiosi di scoprire cosa sta intorno alla pagina su cui sono atterrati.

L'incidenza della pornografia nei siti che prendono in considerazione errori ortografici di siti non dedicati al solo pubblico adulto è pari al 2,4%. L'Italia è tra i 6 paesi al mondo più interessati dal fenomeno, con il 4,1% dei siti vittime di typo-squat.

McAfee individua diversi metodi che possono aiutare ad evitare il typo-squat tra i quali l'uso dei motori di ricerca, che offrono le giuste alternative ai più frequenti errori di ortografia, l'utilizzo di OpenDNS, che offre servizi di filtro (anche se a volte creano qualche problema), oppure l'installazione di appositi tool, forniti da case di software.

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
IlCarletto23 Novembre 2007, 11:26 #1
bene,
mia mamma ha sbagliato a scrivere il nome del supermercato online (ha semplicemente dimenticato il PUNTO tra www e il nome).. infettando l'impossibile

troll on
a questo punto sono passato a linux
troll off
Dr3amer23 Novembre 2007, 11:34 #2
io avrei cambiato mamma
ilratman23 Novembre 2007, 11:55 #3
basta scriver prima su google e si evitano tutti i problemi.
paulgazza23 Novembre 2007, 11:59 #4
non è detto, a volte google non mette il sito cercato al primo posto, vuoi per omonimia o per trucchetti di indicizzazione
demon7723 Novembre 2007, 12:17 #5
infame tecnica..
ne ho avuto alcuni esempi anche io..

@carletto
per consentire la navigazione "sicura" di gente poco esperta linux è certamente ottimo però anche con progammini freeware tipo sandboxie ottieni lo stesso risultato senza ribaltare tutto!
Lihid Zoil23 Novembre 2007, 12:28 #6
bizzu23 Novembre 2007, 12:29 #7
Usando browser che segnalano i siti sospetti (come firefox 2 ad esempio) non si dovrebbe limitare il problema?
Anche se ovviamente i siti di questo genere nascono come funghi...
T3mp23 Novembre 2007, 12:46 #8
clovis23 Novembre 2007, 12:56 #9
...e mi sembrava strano che alle 11:20 non ci fosse ancora una news legata in qualche modo all' iPhone.
Si apre ufficialmente il toto-news "iPhone-related" di domani;
comincio io:
" La signora X, 76 anni, ha trovato l'iPhone di un noto imprenditore della zona accanto al reparto salumi del supermercato Y; ormai rassegnato ad aver smarrito tutti i contatti di lavoro, con conseguente perdita di migliaia e migliaia di €, l'uomo ha voluto ricompensare la nonnina con ben 2000€ in contanti.La signora, rimasta impressionata dall'eleganza e dall'estrema facilità d'uso del dispositivo, ha preferito declinare l'offerta, accontendandosi invece di un iPhone per la nipotina.
E uno per sè" ^_^
Tornando IT
quote:
"L'italia è tra i 6 paesi al mondo più interessati dal fenomeno"
annamo bbene col l'itagliano...
afterburner23 Novembre 2007, 13:28 #10
Fanno typo-squatting pure su hwupgrade!!

http://www.hupgrade.it/

Fossi io Paolo Corsini ne andrei orgoglioso!

hwupgrade.it -> Paolo Emilio Corsini - Luino
hupgrade.it -> Loporchio Massimiliano - Robbiate

Con neanche 100 Km di strada Paolo puo' andargli a tirare le orecchie

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^