Un nuovo motore di ricerca firmato Wikipedia

Un nuovo motore di ricerca firmato Wikipedia

Il progetto di un nuovo motore di ricerca sviluppato con tecniche collaborative è stato annunciato dal fondatore di Wikipedia

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:46 nel canale Software
 

Il fondatore di Wikipedia ha annunciato la propria intenzione nel voler creare un nuovo network per la ricerca online. Jimmy Wales nel corso di un evento pubblico tenutosi a Tokyo e riportato da Techreport.com ha comunicato anche i primi obiettivi che, in relazione alla dimensioni globali della rete, non sono certo minimi: il nuovo motore di ricerca dovrà raggiungere il 5% del mercato.

Alla base del nuovo progetto vi è la medesima strategia di Wikipedia, infatti, al contrario del dominatore di mercato attualmente incontrastato Google, lo sviluppo dell'iniziativa sarà effettuato con le ben note tecniche collaborative che hanno permesso l'affermazione di Wikipedia.

Non ci saranno quindi segreti sulle modalità di indicizzazione o sulle tecnologie utilizzate e, stando alle dichiarazioni di Wales, il nuovo network potrebbe avere pesanti impatti sul futuro di internet.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Motosauro12 Marzo 2007, 09:49 #1
Yummi
effettivamente il palesarsi di un concorrente è ben accetto: al momento se Google dovesse scomparire improvvisamente metà del nostro utilizzo di Internet andrebbe a carte 48
dsajbASSAEdsjfnsdlffd12 Marzo 2007, 10:03 #2
yes! quelli di wiki meritano davero le donazioni che ricevono!
complimenti a loro: se realizzano qualcosa di altrettanto buono nel campo dei motori di ricerca, diventerà il favorito di molti (il mio senza dubbio!)

plagio12 Marzo 2007, 11:00 #3
Originariamente inviato da: Motosauro
Yummi
effettivamente il palesarsi di un concorrente è ben accetto: al momento se Google dovesse scomparire improvvisamente metà del nostro utilizzo di Internet andrebbe a carte 48


Quoto, prima di google usavo altavista, ora di anni ne sono passati e non credo proprio che riuscirei a tornare indietro. Ben venga un concorrente che faccia le cose fatte bene.
Vai con il wikisearch
teolinux12 Marzo 2007, 11:38 #4

W wiki

certo un motore di ricerca in stile wiki sarà preso d'assalto dalle aziende per motivi pubblicitari. immaginate per esempio la voce "automobile" quante riscritture giornaliere avrà dalle varie case automobilistiche o peggio da tutti i concessionari d'auto!

Più in generale, ipotizzando che il mondo wiki arrivi a coprire le aree che sono tipiche delle imprese tipo google e yaho!, spero che si arrivi ad un wiki-map:
mappe satellitari e stradali aggiornabili dagli utenti, magari utilizzabili sui navigatori tipo tomtom.... chi non li usa non ha idea di quanto spesso cambiano strade e incroci e di quanto poco spesso navteq e teleatlas aggiornano le loro mappe!!!
gigi8812 Marzo 2007, 13:18 #5
News davvero molto interessante, apprezzo già molto l'enciclopedia Wikipedia, benvenga anche un motore di ricerca!
Jon_Snow12 Marzo 2007, 14:43 #6
Bella idea anche se io raramente vedo di buon occhio progetti che espandono quello iniziale. Alla fine è stato così anche per Google, degli ottomila servizi che mette a disposizione nessuno ha realmente avuto successo anche lontanamente paragonabile a quello avuto come motore di ricerca. Anzi hanno spesso rimediato brutte figure come il bug che non riconosceva i punti negli indirizzi email...

Speriamo che anche questo non finisca nel buio.
CloNeAuS12 Marzo 2007, 16:26 #7
Originariamente inviato da: Jon_Snow
Anzi hanno spesso rimediato brutte figure come il bug che non riconosceva i punti negli indirizzi email...


????????????

scusa, ti correggo, non si chiama bug, ma feature!

infatti, [email]giacomo@gmail.com[/email] impedisce la registrazione di [email]giaco.mo@gmail.com[/email] e qualsiasi altra variante con i punti (si, anche [email]g.i.a.c.o.m.o@gmail.com[/email]) ma se qualcuno dovesse mandare una mail a giacomo@, gia.como@, [email]gia.co.mo@...arri[/email]verebbero tutte a [email]giacomo@gmail.com[/email]!

nel caso peggiore, un tuo amico distratto ti manderà cmq la mail (dimenticandosi il punto, o anche inserendocelo!)...nel caso migliore puoi fare un po' di cosette...tipo registrarti su siti poco carini con [email]giacom.o@gmail.com[/email] e poi mettere qualche filtro nel caso vengano inviate delle email li...

(anche se in realtà è più comodo usare giacomo+QUALSIASICOSA@gmail.com...fai delle prove, approfondisci )
Jon_Snow12 Marzo 2007, 18:04 #8
E' stato un BUG perché a molti è capitato di essersi trovati iscritti a siti commerciali (siti seri) solo perché un altro utente aveva la stessa mail eccezzion fatta per il punto (con buona probabilità la feature è stata inserita dopo...). E' capitato anche a molti miei amici che avevano la gMail .

Altro BUG, tempo fa, permetteva di scovare la password per mezzo dei cookie. Ora capisco che la sicurezza è un problema di fatto irrisolvibile al 100%, ma farsi fregare attraverso i cookie è proprio da noob!
evildark14 Marzo 2007, 20:43 #9
tecniche collaborative... è davvero il futuro!!

purtroppo "l'I.A." per quanto possa affinarsi, avrà sempre contro i geni maligni del MARKETING!...

un'oligarchia di amministratori dei report puo' essere corrotta... quindi...

non c'è niente di più democratico di una soluzione simile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^