ViWin: accesso remoto, anche da tablet, per ambienti Windows

ViWin: accesso remoto, anche da tablet, per ambienti Windows

Una soluzione di accesso remoto, basata su tecnologia cloud, che permette di accedere da remoto ad ambienti operativi Windows mediante qualsiasi dispositivo e senza la necessità di installare software

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:54 nel canale Software
WindowsMicrosoft
 

fastERA, una realtà insubrica impegnata nello sviluppo di soluzioni di accesso remoto, cloud computing e virtualizzazione, ha presentato una nuovo strumento per l'accesso remoto ad ambienti di lavoro Windows mediante qualsiasi dispositivo che può connettersi alla rete, sistemi tablet e smartphone compresi.

Si tratta di ViWin, una soluzione che che consente di accedere al proprio ufficio virtuale tramite qualsiasi computer (Win o Mac) e qualsiasi tablet (Apple, Android o Win) senza che sia necessario dover installare alcun software: è sufficiente una connessione ad internet ed un dispositvo con cui effettuare l'accesso.

ViWin offre pertanto la possibilità di avere a disposizione i propri documenti (Word, Excel, PowerPoint, Outlook, ecc.), le proprie applicazioni e le proprie risorse sempre e ovunque trasformando la postazione di lavoro in una postazione raggiungibile da casa e da remoto.

ViWin include, con formula a noleggio, le licenze Cal per i server virtuali (Microsoft® Windows 2008 R2 Sp1 64 bit), le licenze Rdcal per gli utenti (Microsoft® Office 2010) e l'antivirus Forefront Endpoint Protection 2010. Gli applicativi sono sempre aggiornati all’ultima versione. Il servizio ViWin offre un ambiente sicuro, grazie anche all'accesso tramite collegamenti SSL e al monitoraggio continuo dei data center cui risiedono i dati. L'assistenza ed il supporto sono garantiti 24 ore al giorno per tutti i giorni dell'anno ed il servizio comprende inoltre le misure di Disaster Recovery ed un piano di backup automatizzato.

Il servizio ViWin offre la possibilità di scegliere in maniera flessibile le risorse virtualizzate e viene commercializzato secondo una logica di Pay-per-Use, dove il costo del servizio è composto solamente dalle risorse effettivamente utilizzate. E' prevista, oltre all'offerta cloud, anche una modalità di distribuzione On Premise dove l'intera infrastruttura viene allestita, presso la sede del cliente, direttamente da fastERA in una formula di comodato d'uso.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Baboo8512 Marzo 2012, 10:44 #1
In pratica sarebbe una specie di Qube-OS?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^