WiMax: in Amazzonia è realtà

WiMax: in Amazzonia è realtà

Una rete WiMax è stata realizzata in amazzonia al fine di portare la connettività internet in una città assai decentrata

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:18 nel canale Software
 

Le soluzioni WiMax vengono da più parti indicate come le futuribili installazioni in ambito wireless e promettono di risolvere il grosso problema legato al digital divide che affligge molte aree del globo. Laddove portare la connettività internet con cavi e sistemi simili diviene antieconomico e di difficile realizzazione le soluzioni wireless possono essere una buona soluzione. Questa criticità non è riconducibile solo alle aree del globo in via di sviluppo in cui non esiste alcuna rete telefonica a cui appoggiarsi, ma tale situazione si palesa anche in aree geografiche appartenenti al vecchio continente che per caratteristiche geografiche e orografiche risultano decentrare rispetto ai maggiori centri urbani.

Intel ha varato un programma denominato "World Ahead Program" che intende promuovere la realizzazione di reti WiMax in aree remote del mondo e in cui si rende necessario disporre di connettività. Come riporta CellularNews.com, l'ultima realizzazione nell'ambito di tale iniziativa riguarda la città di Parintins collocata a 2500 chilometri da San Paolo, in Amazzonia. In quest'area sono state collegate con tecnologia WiMax alcuni plessi scolastici, un'università e un ospedale; tutte questi siti fanno riferimento a una stazione che provvede poi a instradare il traffico utilizzando la rete cablata.

La tecnologia WiMax, profondamente incentivata e sviluppata da Intel, promette connettività a larga banda (70Mbps) anche a distanze decisamente elevate che vengono stimate in 50km. Anche in Italia sono attive alcune sperimentazioni e si attendono con attenzione le prime installazioni reali per valutare la reale portata delle nuove tecnologie. Per il momento una soluzione alternativa al WiMax per la realizzazione di connessioni punto-punto rimangono le soluzioni hiperlan che nel nostro paese iniziano a godere di una sufficiente notorietà.

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gpc22 Settembre 2006, 17:55 #1
50km a 70mbps omnidirezionale... ma con che cavolo di potenza sparano fuori il segnale?
quartz22 Settembre 2006, 18:00 #2
spero che non sia dannoso alla salute
Dumah Brazorf22 Settembre 2006, 18:05 #3
Spero che arrivi qualcosa a casa mia... forse un hiperlan a giorni...
ElecTrickMan22 Settembre 2006, 18:38 #4
Mi sa che anche se trovano la potenza necessaria qui ci rimaniamo secchi per le radiazioni

ciau
ciocia22 Settembre 2006, 18:48 #5
in amazzonia e' realta', in italia e' utopia!!
Dox22 Settembre 2006, 19:06 #6
ciocia , ma secondo te l'hanno fatto in amazzonia perchè è meglio dell'italia , oppure l'hanno fatto la perchè le leggi nazionali di paesi industriali sono un po più ferrei sui giochini con le frequenze ?

insomma... sveglia !!
Kal-El22 Settembre 2006, 19:14 #7
Si ma che bella notizia, continuiamo a DISTRUGGRE l'Amazzonia va, che vuoi che sia.... noi supercivilizzati tanto non ne abbiamo bisogno.

BASTARDI.
CruSheR22 Settembre 2006, 19:19 #8
Diciamo che l'inquinamento ambientale del WIMAX non è dannoso... ma sommato a tutto il resto (radio,tv,cellulari), forse qualcosina ci sta...

In Italia stanno decidendo come sfruttare le frequenze e non credo che ci sarà qualcosa di concreto nel breve, anche perchè alcuni già le occupano e non si posso sfrattare così così...
Kal-El22 Settembre 2006, 19:22 #9
No dico, ma almeno TI RENDI CONTO di quanti ettari di foresta hanno dovuto DISTRUGGERE ? Ne hai la più pallia idea vero?

Io amo la tecnologia, ma certi luoghi nel nostro pianeta NON DEVONO IN NESSUN MODO ESSERE CONTAMINATI DA NULLA DI TECNOLOGICO, DEVO RIMANERE VERGINI COSI' COME SONO SEMPRE STATI.

Cazzo!
Mister2422 Settembre 2006, 20:11 #10
Originariamente inviato da: Kal-El
No dico, ma almeno TI RENDI CONTO di quanti ettari di foresta hanno dovuto DISTRUGGERE ? Ne hai la più pallia idea vero?

Io amo la tecnologia, ma certi luoghi nel nostro pianeta NON DEVONO IN NESSUN MODO ESSERE CONTAMINATI DA NULLA DI TECNOLOGICO, DEVO RIMANERE VERGINI COSI' COME SONO SEMPRE STATI.

Cazzo!


Non credo che bisogna distruggere tanta foresta per piantare un'antenna. E comunque non l'hanno messa per divertirsi con i giochetti online, ma per collegare ospedali e scuole.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^