Wolfram annuncia Wolfram Language: un linguaggio di programmazione per 'modellare il mondo'

Wolfram annuncia Wolfram Language: un linguaggio di programmazione per 'modellare il mondo'

Steven Wolfram ha annunciato Wolfram Language, un linguaggio di programmazione semplificato che racchiude al suo interno metodiche semplici per la realizzazione di operazioni complesse

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:31 nel canale Software
 

Steven Wolfram è conosciuto per essere il fondatore di Wolfram Research Inc., società alla base di Wolfram Alpha, il motore di ricerca attualmente solo in lingua inglese che può rispondere a domande poste nel linguaggio naturale e risolvere problemi matematici complessi. Su questo si basano alcune funzionalità di Siri, l'assistente vocale di iPhone ed iPad, soprattutto per le parti basate sulla soluzione di calcoli matematici.

Il fisico e matematico britannico ha annunciato il "più grande progetto" mai pensato dalla società, ovvero una sorta di linguaggio di programmazione che permetterà la realizzazione di un'idea in tempistiche impensabili ad oggi: "Si tratta di un modo di prendere un'idea e realizzare un progetto finito e usabile in un periodo incredibilmente breve", scrive lo stesso Wolfram sul suo blog. Si chiama Wolfram Language, ed è la più grande evoluzione del motore che è stato utilizzato fino ad ora all'interno del popolare software Mathematica da oltre 25 anni.

Steven Wolfram

"Recentemente è successo qualcosa di incredibile. Abbiamo capito come prendere tutto quello che abbiamo studiato in tutti questi anni, tutta la tecnologia che abbiamo prodotto, per creare qualcosa ad un livello del tutto nuovo", si legge tra le pagine del blog del matematico. "La potenza di ciò che stiamo creando continua a sorprendermi. Ma già penso che sia chiaro che questo cambierà in maniera profonda il mondo tecnologico, e non solo".

L'obiettivo di Wolfram è quello di produrre un linguaggio che introduce metodiche semplici per eseguire regolarmente operazioni complesse, come creare grafici, elaborare immagini o per la comprensione del linguaggio naturale: "Diventerà banale scrivere un programma che fa uso dei risultati in borsa di una società, che calcola la prossima alta marea, che genera una mappa stradale, o altre cose fra le più disparate", scrive nel blog. Sostanzialmente si tratterà di un linguaggio di programmazione general-purpose, come C++ o Java, che può essere dunque utilizzato per creare tipologie di applicazioni differenti.

A differenza di molti altri linguaggi, Wolfram Language non si baserà su librerie esterne per aumentare le possibili funzionalità, ma già gran parte delle funzioni saranno integrate al suo interno: "In un certo senso all'interno di Wolfram Language avremo un modello computabile del mondo", scrive il suo creatore. La società sta realizzando anche un servizio chiamato Programming Cloud, che permetterà agli sviluppatori di creare ed inserire le proprie applicazioni direttamente sul web: "È nostra intenzione rendere Wolfram Language accessibile alla più folta schiera di utenti possibile."

Oltre all'uso generico, Wolfram Language permette logicamente di evolvere lo sviluppo di Mathematica. È previsto il lancio di Mathematica Online, che permette di eseguire intere sessioni all'interno di una pagina web. Le novità dovrebbero essere disponibili a breve, tuttavia non è ancora nota una data di rilascio pubblica. Steven Wolfram ha dichiarato che informazioni più dettagliate e specifiche verranno rilasciate entro la fine dell'anno, facendo notare più volte di non poter entrare più nel dettaglio all'interno del suo blog: "Quello che posso già dire è che quello che sta per succedere è il nostro più grande progetto tecnologico di sempre."

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick16 Novembre 2013, 13:08 #1
figata
Ton90maz16 Novembre 2013, 13:11 #2
Wolfram in università è diventato uno degli strumenti base nei compiti d'esame.
Questi progetti aggiuntivi sembrano molto interessanti.
Antonio2316 Novembre 2013, 13:31 #3
Originariamente inviato da: Ton90maz
Wolfram in università è diventato uno degli strumenti base nei compiti d'esame.
Questi progetti aggiuntivi sembrano molto interessanti.


quale esame?
Areseru16 Novembre 2013, 13:47 #4
Aspettate, non ho capito... Intende creare un linguaggio general-purpose senza implementare la funzionalità di includere librerie esterne? Mmmhm good choice, Wolfram
pirlano16 Novembre 2013, 14:32 #5
Originariamente inviato da: Ton90maz
Wolfram in università è diventato uno degli strumenti base nei compiti d'esame.
Questi progetti aggiuntivi sembrano molto interessanti.


Al massimo Analisi I, qualcosina della II, e qualche trasformata, ma in ogni caso ci devi mettere del tuo, perché se non sai la teoria e i passaggi che stanno dietro a un grafico o un risultato, stiamo freschi
E gli altri 20/30 esami, tutto col Wolfram immagino
Marci16 Novembre 2013, 15:10 #6
Originariamente inviato da: pirlano
Al massimo Analisi I, qualcosina della II, e qualche trasformata, ma in ogni caso ci devi mettere del tuo, perché se non sai la teoria e i passaggi che stanno dietro a un grafico o un risultato, stiamo freschi
E gli altri 20/30 esami, tutto col Wolfram immagino


Io nei mie altri 20/30 esami non ho mai usato il wolfram, sarà che avevo esami di storia/filosofia/grafica ecc...
Cunctator8616 Novembre 2013, 16:13 #7
Ovvio che devi conoscere la teoria, esattamente come per l'uso di una TI o di qualsivoglia ammenicolo tecnologico. Rimane il fatto che wolfram piu di una volta ti stupisce per le sue capacita' interpretative e di calcolo.
Cose come "fourier of sin(x+2i)" o "integral from 4 to 7 of arctan(x) dx" non solo sono correttamente interpretate da un linguaggio quasi naturale ma risolte e, quando possibile graficate, senza parsimonia di dettagli.
Poi ognuno e' libero di usare i mezzi che vuole ma io al pallottoliere continuo a preferire wolfram alpha...
Khronos16 Novembre 2013, 17:47 #8
iddio ci scampi dai matematici.
Rubberick16 Novembre 2013, 18:38 #9
mah, diciamo che la roba che fai con mathematica è interessante ma è comunque limitato per certi versi

all'uni si preferisce usare matlab che è immensamente + potente..

saranno 16 gb di installazione includendo tutti i vari modelli per i vari settori..

mathematica è matematica pura e basta..
Cunctator8616 Novembre 2013, 19:39 #10
Originariamente inviato da: Rubberick
mathematica è matematica pura e basta..


Prova questo.

Ovviamente non voglio togliere nulla a Matlab ( o anche meglio a Octave ).
Credo che siano prodotti diversi con obiettivi e utenze diversi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^