Yahoo acquisisce Zimbra

Yahoo acquisisce Zimbra

Yahoo ha acquisito Zimbra Collaboration Suite e fa concorrenza Google Gears

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:13 nel canale Software
GoogleYahoo
 

Yahoo ha acquisito le tecnologie della piattaforma Zimbra per un valore di $350.00 milioni. Zimbra consente di gestire account email, documenti e calendar sia in modalità online che offline e, soprattutto, offre la possibilità di collaborare al medesimo documento a più utenti online. Ulteriori e dettagliati approfondimenti sono disponibili qui.

L'acquisizione di Zimbra è la chiara risposta di Yahoo a Google che poco tempo fa presentò l'iniziativa Google Gears e, in tempi più recenti, accennò all'ipotesi di un mail client on-offline per il proprio servizio GMail. Una particolare caratteristica di Zimbra consente di gestire, attraverso widget, altri servizi direttamente dalle pagine del calendar o del mail client. Zimbra Collaboration Suite consente di gestire anche account VoIP e di effettuare l'editing di documenti  da un'apposita piattaforma online.

Zimbra, oltre a offrire vari strumenti contro spam e virus, integra alcune funzionalità dedicate al comparto mobile. E' possibile gestire il servizio Push Email e il supporto è garantito per vari dispositivi Nokia, Motorola, Palm e Blackberry. Resta da definire come le tecnologie di Zimbra verranno utilizzate e integrate da Yahoo nei propri servizi.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
R3GM4ST3R18 Settembre 2007, 17:16 #1
Grande Zimbra!
Freaxxx18 Settembre 2007, 17:19 #2
sbaglio o il vero linguaggio del web 2.0 è il python ... con tutti questi applicativi si dimostra proprio adatto ai servizi web e ottimamente rodato
R3GM4ST3R18 Settembre 2007, 17:27 #3
python???
Avrei potuto capire se avessi detto Ajax...
Freaxxx18 Settembre 2007, 17:32 #4
Originariamente inviato da: R3GM4ST3R
python???
Avrei potuto capire se avessi detto Ajax...


ad esempio Google usa in modo massiccio Python ...
Rubberick18 Settembre 2007, 17:33 #5
che poi sto ajax altro non e' che javascript pompato con la XMLHttpRequest..
R3GM4ST3R18 Settembre 2007, 17:40 #6
ah si?
Contenti loro...Python è un linguaggio di scripting, e poi gestire sorgenti di grandi dimensioni è un vero casino, xkè Python per capire quando finisce un "ciclo for" per esempio, guarda l'indentazione...
Una indentazione segata = un vero disastro...
Sicuro che non sia perl o php, o addirittura ruby???
cmq web2.0 sono tutte quelle applicazioni web che usano un qualsiasi linguaggio lato server come ASP, PHP etc etc unite al JavaScript che si occupa del lato client utilizzando chiamate asincrone al server, detta un po' all'acqua di rose...
crazy.bush18 Settembre 2007, 17:51 #7

x sorgenti di grandi dimensioni...

è proprio nei sorgenti di grandi dimensioni che è Fondamentale l'indentazione altrimenti nn si capisce nulla... se ne seghi una peste ti colga!
in questo modo sei obbligato a scrivere codice leggibile.
a nessuno è capitato di modificare sw nn scritto da te con tutto il codice spiaccicato a sx? un incubo!
R3GM4ST3R18 Settembre 2007, 17:53 #8
@ crazy.bush
si mi è succcesso, senza pure uno straccio di commento uff...
ad ogni modo, se non si era capito, non mi piace Python
Lucas Malor19 Settembre 2007, 12:17 #9
Python e' un linguaggio geniale!!! Un degno rivale di Java a mio avviso! E il fatto che ti costringa a scrivere codice ben indentato e' geniale, a mio modestissimo parere.

PS: Ajax non e' un linguaggio di programmazione, sono tecniche per consentire un minor consumo di banda e di tempo sia a server che a client, utilizzando javascript + xml2httprequest, iframe e dhtml.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^