500 milioni di PC venduti nel 2013? Si, includendo nel conto anche i tablet

500 milioni di PC venduti nel 2013? Si, includendo nel conto anche i tablet

Le difficoltà del mercato informatico sono evidenti, ma includendo nel totale dei dispositivi di personal computing anche le proposte tablet il quadro cambia radicalmente evidenziando una crescita su base annua

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:21 nel canale TLC e Mobile
Quadro
 

Canalys è una delle aziende che periodicamente fornisce stime sull'andamento delle vendite di differenti tipologie di dispositivi elettronici e mobile presenti sul mercato. Si distingue dalle altre in quanto inserisce anche le proposte tablet nella categoria dei cosiddetti client PC, fornendo quindi indicazioni complessive ben diverse da quelle di aziende quali Gartner e IDC.

Per l'anno 2013 le stime sono di un totale di 493,1 milioni di pezzi venduti tra tablet, PC desktop e notebook: si tratta di un dato in crescita del 7,2% rispetto ai 459,6 milioni di dispositivi venduti nel corso del 2012. A tale risultato si arriva grazie ad un incremento nelle vendite di tablet, previsti in crescita dai 114,6 milioni di pezzi del 2012 sino a 182,5 milioni di pezzi nel 2013. In calo tanto i sistemi notebook come quelli desktop: i primi passeranno da 234 milioni a 205,6 milioni mentre per i secondi la variazione complessiva è più contenuta, scendendo da 111 a 105 milioni di pezzi.

Le stime formulate da Canalys sino all'anno 2017 prevedono un costante aumento nelle vendite di sistemi client PC nel complesso, con un peso preponderante per le soluzioni tablet. Il dato fornito è di 713,8 milioni di dispositivi venduti nel corso dell'anno, divisi in 456,1 milioni di tablet, poco meno di 172 milioni di notebook e 86 milioni di PC desktop. Questi dati portano ad una crescita media annuale dal 2013 al 2017 del 9,7% per i dispositivi client PC, ottenuta con un dato positivo del 25,7% per i tablet e una contrazione media annuale del 4,4% per i notebook e del 4,9% nei desktop.

Queste stime evidenziano come l'interesse dei consumatori verso i sistemi tablet sia sempre più netto, e come la crescita del settore sia destinata a passare necessariamente attraverso questa tipologia di prodotti. Quello che non è delineato è il peso delle soluzioni cosiddette ibride in questi dati, cioè di quei sistemi che si pongono a metà strada tra un notebook tradizionale e un tablet. Riteniamo che questi prodotti, ora disponibili in varianti diverse, avranno un peso sempre più importante in termini di vendite nei prossimi anni e contribuiranno alla crescita del settore nel suo complesso.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^