Agcom: multa da oltre 580 mila euro a 3 Italia per assenza di trasparenza sull'opzione LTE

Agcom: multa da oltre 580 mila euro a 3 Italia per assenza di trasparenza sull'opzione LTE

Secondo l'autorità italiana, la scarsa trasparenza sui rincari dell'opzione LTE, offerta prima gratuitamente e poi a pagamento, è risultata un'operazione poco corretta. Per questo l'operatore è stato multato per oltre 580 mila euro.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 11:21 nel canale TLC e Mobile
3 ItaliaWindTre
 

Agcom ha multato 3 Italia, attuale WindTre, per la poca trasparenza nei confronti degli utenti nella rimodulazione avvenuta con l'opzione LTE che da completamente gratuita è divenuta improvvisamente a pagamento. In questo caso nessuna tutela per gli utenti che avevano sottoscritto l'opzione vista la gratuità del servizio che poi è stato appunto rimodulato senza avviso da parte dell'operatore, secondo l'autorità, e soprattutto senza permettere di disattivare il rinnovo automatico. Un errore, voluto o non voluto, da parte di 3 Italia che è costato la multa da oltre 580 mila euro segno che gli utenti non possono essere sempre e comunque il bersaglio di operazioni poco trasparenti da parte degli operatori.

Seguendo la comunicazione dell'Agcom si scopre come la multa e dunque la condanna di 3 Italia sia stata inflitta per una procedura decisamente poco corretta nei confronti dei clienti che non hanno avuto il giusto preavviso e nemmeno le istruzioni per modificare l'opzione o magari disattivarla. In questo caso dunque il rinnovo dell'opzione LTE è stato praticamente pilotato dall'operatore che ha deciso di far pagare 1 Euro al mese per mantenere attiva la rete più veloce sulle tariffe dei propri clienti. In questo caso è palese, secondo l'autorità italiana, come l'operatore abbia incassato denaro dai molteplici rinnovi senza che gli utenti effettivamente fossero stati avvisati di tale procedura.

"AgCom, nella delibera 247/1/Cons, infatti ha evidenziato che in relazione alla trasparenza, immediatezza e completezza delle informazioni relative alla modifica delle condizioni economiche dell’opzione ‘4G LTE', la Società ha fornito ai propri clienti una informativa incompleta con particolare riferimento alla decorrenza della variazione del prezzo richiesto per fruire della navigazione ad alta velocità e ai termini e modalità per esercitare il diritto di recesso".

Continuando a leggere la nota dell'Agcom si delinea il fatto di come la società 3 Italia abbia omesso elementi contrattuali rilevanti condizionando il diritto di scelta degli utenti, i quali non informati, non hanno potuto adottare misure per la propria tutela nei confronti dell'operatore. Inevitabile dunque il vantaggio economico di 3 Italia dal pagamento "forzato" dell'opzione LTE che dunque dovrà in qualche modo essere restituito sotto forma di multa commissionata proprio dall'Agcom. Parliamo di 580.000 Euro che 3 Italia dovrà versare proprio per il danno realizzato nei confronti degli utenti.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fra5525 Luglio 2017, 11:33 #1
E gli utenti non vedranno un euro, immagino
IlCavaliereOscuro25 Luglio 2017, 11:40 #2
Soprattutto, la 3 se ne infischierà.
Sono pochi spiccioli per loro!
francesko9425 Luglio 2017, 11:45 #3
10 milioni di utenti nel 2016 (32 milioni nel 2017 inclusi quelli di wind), per un euro al mese sono 10 milioni di euro AL MESE, 580mila euro è come se ti rubo una macchina e in tribunale risulta giusto che io ti restituisca solo l'arbre magique.
peppapig25 Luglio 2017, 11:50 #4
Le multe agcom continuano ad essere ridicole.
21-5-7325 Luglio 2017, 14:58 #5
L' inutilità dell' agcom è qualcosa di imbarazzante.
OttoVon25 Luglio 2017, 15:32 #6
Ogni anno s'inventano qualcosa e vengono multati.
Gli AD vengono rigraziati anziché processati.


Un pizzo che lo Stato chiede ogni anno, qualcuno dovrebbe portarlo in tribunale. Dopo si passa agli AD.

Il cliente se lo prende in quel posto e nessuno lo tutela.
AndreDZ25 Luglio 2017, 15:44 #7
Originariamente inviato da: 21-5-73
L' inutilità dell' agcom è qualcosa di imbarazzante.


Come non quotarti
bonzoxxx25 Luglio 2017, 22:16 #8
Originariamente inviato da: francesko94
10 milioni di utenti nel 2016 (32 milioni nel 2017 inclusi quelli di wind), per un euro al mese sono 10 milioni di euro AL MESE, 580mila euro è come se ti rubo una macchina e in tribunale risulta giusto che io ti restituisca solo l'arbre magique.


Bellissima questa

L'AGCOM sa quanto guadagnano questi AL GIORNO!

Nel paese delle banane stanno rimanendo solo le bucce....
Icod26 Luglio 2017, 00:04 #9
la solita trollata per far scrivere sui giornali e dire in televisione "l'agcom lavora per tutelare i clienti" ma in realtà sappiamo tutti che è una multa assolutamente ridicola per una compagnia telefonica come 3.

Prendano esempio con le multe fatte in EU alla Apple et similia e poi se ne riparla.


A proprosito, anche all'agcom i giorni sono 28 sul calendario?
kapak26 Luglio 2017, 07:45 #10
Anche l'agcom si deve vergognare...580.000 euro.
Ma per favore !
Deve imporre il reintegro delle cifre rubate ai clienti e poi dare una multa da 10 milioni di euro ed arrestare l'amministratore delegato..
Cosi smettono di rubare !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^