Android 2.2 "Froyo" per x86: agli sviluppatori in estate

Android 2.2 "Froyo" per x86: agli sviluppatori in estate

Intel è prossima al rilascio di una versione nativa x86 di Android per spingere la diffusione di netbook e slate basati su Atom e sul sistema operativo di Google

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:14 nel canale TLC e Mobile
IntelAndroidGoogleAtom
 

Intel è prossima alla consegna nelle mani degli sviluppatori di una versione nativa x86 di Android 2.2, conosciuta con il nome in codice di "Froyo". L'obiettivo, com'è facile intuire, è quello di spronare la diffusione di soluzioni netbook e slate equipaggiate con processori Atom e basate sul sistema operativo mobile di Google.

Secondo le informazioni disponibili, Froyo sarà rilasciato nel corso dell'estate. Renee James, senior vice president Intel per la divisione Software and Services, ha dichiarato: "Ci aspettiamo di poter rilasciare quest'estate Android 2.2 agli sviluppatori, che sarà basato sulla release Froyo".

Intel ha adattato il codice open-source di Android, il quale originariamente è stato progettato per le architetture ARM, in maniera tale che possa fungere da sistema operativo x86, mettendo così la propria schiera di partner nelle condizioni di poter impiegare processori Atom per tablet e netbook e, in futuro, per soluzioni smartphone: ricordiamo infatti che Intel può vantare, nel proprio portfolio prodotti, la soluzione Moorestown pensata specificatamente per questa categoria di prodotti.

James ha poi spiegato che il lavoro condotto per realizzare una versione nativa x86 per Android non ha impiegato particolari risorse, dal momento che la compagnia ha sviluppato nel corso degli anni una notevole esperienza con Linux. Secondo le informazioni disponibili, tutto il codice x86 relativo ad Android sarà in futuro pienamente accessibile all'intera comunità di sviluppatori Android.

Non bisogna tuttavia dimenticare che, proprio per l'ambito mobile, Intel ha all'attivo la collaborazione con Nokia sul progetto MeeGo. Si tratta, lo ricordiamo, di una piattaforma open source basata su Linux e nata a seguito dell'unione dei due progetti Moblin e Maemo rispettivamente di Intel e Nokia. MeeGo supporta sia architetture ARM, sia architetture x86: sarà interessante osservare se la volontà di Intel di spingere anche Android potrà in qualche maniera condizionare il destino del progetto MeeGo.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bastian_Contrario29 Giugno 2010, 17:21 #1
rilascio d'estate, troppo buoni
per la serie... un programmatore vero non va nemmeno al mare
AndreaG.29 Giugno 2010, 18:01 #2
.... e tanti saluti a Meego....
Jimmy8629 Giugno 2010, 18:23 #3
ma...e Chrome OS?
Kuarl29 Giugno 2010, 18:27 #4
Originariamente inviato da: AndreaG.
.... e tanti saluti a Meego....


per quanto mi riguarda, la cosa è tutta da vedere. Un sistema operativo mobile ed uno desktop, per quanto ridotto per un netbook, sono totalmente diversi. Tant'è che meego avrà un interfaccia per netbook (già disponibile) ed una per smartphone.

Penso quindi che l'interfaccia di android e diverse sue funzioni andranno totalmente ridisegnate. E qui si parla solo di un porting del core, che dovrebbe essere piuttosto semplice da fare.
mnovait29 Giugno 2010, 18:44 #5
Originariamente inviato da: Bastian_Contrario
rilascio d'estate, troppo buoni
per la serie... un programmatore vero non va nemmeno al mare


chiaro,

inoltre, l'ora in cui sarà rilasciata sarà compresa tra le 0.00 e le 4.00, perchè il vero programmatore è in quelle ore che da il meglio di sè
Spectrum7glr29 Giugno 2010, 19:17 #6
un giorno mi spiegheranno quante piattaforme x86 non win pensano di vendere...non ditemi che si risparmierebbe perchè adesso esistono netbook a 200-220€ che è il traget di prezzo di soluzioni netbook/slate di fascia bassa. Android a parere mio può funzionare a livello commerciale solo su ARM (e anche qui è da vedere quello che succederà con le future piattaforme SOC x86 di Intel).
Bastian_Contrario29 Giugno 2010, 19:21 #7
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
Android a parere mio può funzionare a livello commerciale solo su ARM


l'utente medio secondo me comprerebbe più volentieri un pad intel rispetto uno arm...

per il semplice fatto che arm è sconosciuta alle "persone normali" al contrario di intel che è l'idolo di ogni utonto qualsiasi.

dai quanti ne conosci che tra un processore intel e uno amd capace di prestazioni analoghe prenderebbero il primo "perchè è meglio"

già me lo immagino il commesso del mediaworld: "...e comunque... questo è pure intel eh... signora mia, mica come quell'altro"
Stappern29 Giugno 2010, 19:49 #8
non vedo l'ora di metterlo sul mio net


sbaaaav
Bastian_Contrario29 Giugno 2010, 19:55 #9
Originariamente inviato da: Stappern
non vedo l'ora di metterlo sul mio net
sbaaaav


ne sei così convinto? o è solo per provarlo?
se lo vuoi solo provare fatti un giro su macchina virtuale.

beh io su netbook ci metterei un sistema operativo desktop ottimizzato per netbook tipo ubuntu netbook, windows 7 o al limite googleOs (anche se è un sistema cloud) non uno concepito per smartphone come android.

su un pad è diverso, android ci sta bene.
Stappern29 Giugno 2010, 19:57 #10
Originariamente inviato da: Bastian_Contrario
ne sei così convinto? o è solo per provarlo?
se lo vuoi solo provare fatti un giro su macchina virtuale.

beh io su netbook ci metterei un sistema operativo desktop ottimizzato per netbook tipo ubuntu netbook, windows 7 o al limite googleOs (anche se è un sistema cloud) non uno concepito per smartphone come android.

su un pad è diverso, android ci sta bene.


beh le versioni che ci sono adesso sono palesemente inadatte,gli altri sistemi operativi li ho provati tutti e li trovo tutti inadeguati per un netbook, quando uscirà questa versione vedremo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^