ARM al 50% del mercato nel 2015

ARM al 50% del mercato nel 2015

Il presidente di ARM si aspetta che nel giro di 4 anni le architetture della compagnia saranno presenti sulla metà dei dispositivi mobile venduti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:12 nel canale TLC e Mobile
ARM
 

Grazie alla spinta data da numerosi dispositivi mobile quali smartphone e tablet, ARM si aspetta che entro il 2015 le proprie architetture arriveranno ad un market share del 50% nei dispositivi mobili.

E' il presidente di ARM, Tudor Brown, a rivelare le ambiziose aspettative durante una conferenza in occasione dell'edizione 2011 del Computex di Taipei. Attualmente le soluzioni basate su architettura ARM sono presenti nel 10% circa dei dispositivi mobile in circolazione, una proporzione che secondo la compagnia è destinata a crescere sino al 15% entro la fine del 2011.

Ad alimentare ulteriormente la diffusione delle soluzioni ARM vi saranno due elementi nel prossimo futuro: la disponibilità delle architetture Cortex-A15 nel corso del 2012 ed il supporto ai processori ARM che Microsoft introdurrà a partire da Windows 8, che potrebbe consentire di estendere la presenza di soluzioni ARM nel mondo dei sistemi notebook propriamente detti.

La diffusione delle soluzioni ARM consentirà a Microsoft, almeno in potenza, di raggiungere segmenti di mercato ad ora non accessibili, come quello delle SmartTV, dei sistemi di infotainment automobilistico e in tutti quei campi di applicazione dove non è possibile impiegare processori Intel.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Malek8631 Maggio 2011, 11:53 #1
Ma un po' di concorrenza per ARM non arriverà mai? Già hanno qualcosa tipo il 95% del mercato degli smartphone. Non ci sono proprio soluzioni alternative?

Numeri notevoli di sicuro.
Pier220431 Maggio 2011, 13:28 #2
Originariamente inviato da: Malek86
Ma un po' di concorrenza per ARM non arriverà mai? Già hanno qualcosa tipo il 95% del mercato degli smartphone. Non ci sono proprio soluzioni alternative?

Numeri notevoli di sicuro.


Intel ha più volte dichiarato di voler entrare nel mercato degli smartphone/tablet con il proprio processore Atom, come ARM vuole entrare nel settore notoriamente dominato da x86 come i netbook/notebook/pc a basso consumo.

Se per ARM si sta profilando all'orrizzonte una strada aperta da Windows 8, Apple?, e altri, altresì non si può dire di Intel, non mi risulta al momento costruttori intenzionati a montare il processore Intel nei propri terminali, a parte l'accordo con Nokia tramontato.
JackZR31 Maggio 2011, 14:22 #3
Oltre che sui dispositivi mobili vorremmo vederli sui PC...
utentenonvalido31 Maggio 2011, 17:07 #4
Finalmente un po' di sana concorrenza. In fondo non hanno tutti bisogno dell'ultima CPU intel da 16 core e 3.000 ghz di clock per svolgere le proprie attività ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^