Asia Pacific Gatweay, anche Facebook investe

Asia Pacific Gatweay, anche Facebook investe

Il social network partecipa all'investimento per la costruzione di un nuovo sistema di cavi sottomarini in Asia per un miglior collegamento dei paesi del sud-est asiatico e dell'Indocina

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:27 nel canale TLC e Mobile
Facebook
 

TIME dotCom, il principale fornitore di servizi di telecomunicazione fissi della Malesia, ha siglato un accordo per la costruzione e la manutenzione dell'Asia Pacific Gateway, un sistema di cavi sottomarini che collegherà la Malesia con la Corea ed il Giappone.

L'Asia Pacific Gateway è un sistema di cavi in fibra ottica della lunghezza di circa 10 mila chilometri che avrà lo scopo di collegare i tre paesi nonché di portare alcune propaggini anche ad altri paesi asiatici. I lavori dovrebbero essere completati entro il terzo trimestre del 2014. Adottando una tecnologia di trasmissione ottica a 40 gigabit al secondo, la capacità totale dell'APG è di 54,8 terabit al secondo.

Lo scopo dell'APG è di creare un ponte tra gli hub internazionali come Giappone, Hong Kong, Singapore, Taiwan e Corea e di collegare i mercati emergenti come Vietnam e Cina, dove la domanda per la larghezza di banda si sta moltiplicando anno dopo anno. La domanda per la larghezza di banda nel Sud-Est Asiatico e nell'Indocina sta crescendo ad un tasso annuale composto del 44%, passando dai 2,862Gbps del 2011 ai 24 mila Gbps fra cinque anni.

E' interessante osservare che Facebook, unendosi ad una serie di altre realtà del panorama tecnologico, ha deciso di supportare il progetto tramite un investimento. "Il nostro impegno in questo progetto aiuterà a supportare la nostra crescita in Asia, rendendo possibile per noi offrire una migliore esperienza per un più elevato numero di utenti Facebook in paesi come India, Indonesia, Malesia, Filippine, Hong Kong e Singapore" ha dichiarato un portavoce della compagnia. Il consorzio di aziende tecnologiche che supporta il progeto ha investito un complessivo di 450 milioni di dollari, ma non è noto a quanto ammonti l'investimento di Facebook.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Opossum2707 Luglio 2012, 22:36 #1
no dai, certi errori grammaticali 'un se possono vedè.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^