BlackBerry non brilla ma va meglio del previsto

BlackBerry non brilla ma va meglio del previsto

I risultati trimestrali dell'azienda canadese superano le aspettative, ma i dati di un tempo sono un ricordo ormai molto lontano. Resta da capire in che modo la nuova strategia porterà l'azienda al punto di pareggio e in quanto tempo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:31 nel canale TLC e Mobile
BlackBerry
 

Le operazioni di riduzione dei costi e riorganizzazione interna dell'attività messe in atto dal nuovo CEO John Chen hanno permesso a BlackBerry di ottenere un risultato economico per l'ultimo trimestre fiscale migliore rispetto a quanto anticipato dagli analisti.

Il periodo di riferimento sono i 3 mesi conclusi lo scorso 31 Maggio, durante il quale l'azienda ha totalizzato perdite per 11 centesimi di dollaro per azione contro stime nell'ordine dei 25 centesimi. Il fatturato del periodo è stato pari a circa 966 milioni di dollari, dato allineato alle stime degli analisti. A titolo di confronto ricordiamo come il fatturato dello stesso periodo dello scorso anno sia stato pari a 3,1 miliardi di dollari.

In questi 3 mesi BlackBerry ha registrato vendite per circa 1,6 milioni di smartphone, contro un dato di 1,3 milioni del trimestre precedente. Non è dato sapere quale sia la ripartizione tra terminali di tipo BlackBerry 7 e BlackBerry 10, ma alla luce dell'andamento dei mesi precedenti non è difficile ipotizzare che i primi siano stati quelli maggiormente richiesti dai clienti.

La strategia messa in atto dal CEO John Chen, a capo dell'azienda dallo scorso Novembre, è molto chiara: puntare sui clienti enterprise e proporre soluzioni software basate su tecnologie dell'azienda per servizi unici. L'enfasi verso i prodotti hardware è progressivamente calata, vista la forte competizione esistente con Google e Apple sul fronte dei sistemi operativi. L'enfasi è su tecnologie software proprietarie dell'azienda, con le quali poter fare la differenza rispetto ai competitor del settore soprattutto con riferimento alle necessità del cliente professionale.

Un ritorno alla profittabilità, stimato a partire dal prossimo anno, richiede anche una riduzione dei costi ed è questo quanto fatto da BlackBerry negli scorsi mesi: accanto al taglio nel numero dei dipendenti la produzione di smartphone è stata delegata ad aziende asiatiche. Le stime interne non prevedono comunque un ritorno al punto di pareggio prima di 12 mesi, cioè alla fine dell'esercizio fiscale 2015. In attesa di questo avremo nel corso dei prossimi mesi alcuni annunci importanti: la prossima generazione di BlackBerry Enterprise Server technology, BES 12, oltre ad un nuovo smartphone indicato con il nome di Passport.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cagnaluia20 Giugno 2014, 08:55 #1
speriamo arrivino presto i nuovi terminali con i quattro, meravigliosi, tasti funzione: FISICI...!!


igiolo20 Giugno 2014, 13:57 #2
Comprato ieri un Q5 x un collega.
Abbiamo tutti solo BB.
Giriamo in tutti il mondo, asia,russia , su america.
Ad oggi NESSUNO ti da la copertura di MAIL e BBM mondiale a 30-40€ al mese.
E cmq sia, il BB os 10 è davvero BELLO, velocissimo e essenziale, intuitivo e lo configuri in un attimo.
Per un professionista non vedo proprio come possa peccare.
Ovvio che se vuoi le iconcine colorate, il giochino ecc...
Mi spiace veramente stia patendo così tanto, xkè il nuovo OS e i nuovi telefoni sono OTTIMI.
Nessuno li vende ormai (mediaworld, Expert ecc).
Tedturb020 Giugno 2014, 15:07 #3
preso z10 qui sul forum, ancora in ansia di provarlo
Speriamo solo che questo focus su enterprise e taglio costi non significhi sviluppo a rilento di BB10.
Blackberry avrebbe molto potenziale se il contorno dell'OS (che e' qnx) fosse sviluppato con la testa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^