Cellulari con funzionalità WiFi in crescita nei prossimi anni

Cellulari con funzionalità WiFi in crescita nei prossimi anni

Entro il 2010 il volume di vendita dei cellulari con WiFi raddoppierà. Ma all'orizzonte si profilano WiMAX e le strutture femtocell

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:57 nel canale TLC e Mobile
 

Un'analisi di mercato condotta da ABI Research rivela come nel corso dei prossimi due anni il volume di vendite dei telefoni cellulari con supporto a connettività WiFi andrà incontro ad una considerevole crescita, arrivando a raddoppiare le cifre registrate nel corso del mese di gennaio 2008.

Micheal Morgan, analista presso ABI Research, ha dichiarato: "Nel corso dell'anno passato si è verificata una notevole diffusione dei telefoni cellulari con funzionalità WiFi. Questa tecnologia è diventato uno dei principali terreni di scommessa per gli smartphone, dopo la domanda di clienti ed operatori e a seguito dei tentativi dei produttori di fornire prodotti a valore aggiunto sempre più elevato".

Il trend di crescita, pur raggiungendo il culmine nel corso del 2010, continuerà almeno per i tre anni successivi. E' tuttavia interessante considerare più da vicino i dati emersi dall'analisi, secondo i quali Nokia guida il mercato dei cellulari con funzionalità WiFi semplicemente per via dei volumi di vendita della propria proposta, dal momento che i modelli provvisti di funzionalità WiFi rappresentano una piccola porzione dell'intera offerta. Una realtà come HTC propone invece le funzionalità WiFi sull'80% circa dei prodotti del proprio catalogo, sebbene queste siano utilizzate solo da una piccola parte dell'utenza, mentre invece circa il 75% degli utenti di iPhone di Apple utilizza regolarmente le funzionalità WiFi. Si evince, pertanto, la presenza di una situazione piuttosto variegata, dove è l'esperienza d'uso che il tale dispositivo offre all'utente a determinare il tasso d'incidenza d'uso della connettività WiFi.

Morgan tratteggia comunque alcune sfide che i cellulari con tecnologie WiFi si troveranno ad affrontare: se da un lato tale tecnologia fornisce nuove possibilità di impiego e permette di sgravare le reti cellulari da talune applicazioni che prevedono un massiccio scambio di dati, dall'altro la prossima diffusione delle strutture femtocell (stazioni radio base per la copertura di aree limitate) e l'avvento di WiMAX rappresentano potenziali ostacoli alla diffusione della connettività WiFi tra i dispositivi di telefonia cellulare.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tarek16 Febbraio 2009, 18:33 #1
ma va....
Therinai16 Febbraio 2009, 18:41 #2
ma io ancora non ho capito il wimax che utilità avrà... cioè dal momento in cui hai un dispositivo (pc, modem, telefono) che riceve il segnale wimax, cmq ti occorre un antenna, tipo parabola, per poterne usufruire, ergo alla fine lo utilizzi solo a casa tua, ergo a questo punto tanto vale utilizzare hsdpa e wifi no? se questo è il concetto di wimax non credo che sarà un prolema per wifi. Chi sta in province non coperte utilizzerà wimax, per tutti gli altri c'è adsl ovvero wifi.
Xeus3216 Febbraio 2009, 18:49 #3
Originariamente inviato da: Therinai
ma io ancora non ho capito il wimax che utilità avrà... cioè dal momento in cui hai un dispositivo (pc, modem, telefono) che riceve il segnale wimax, cmq ti occorre un antenna, tipo parabola, per poterne usufruire, ergo alla fine lo utilizzi solo a casa tua, ergo a questo punto tanto vale utilizzare hsdpa e wifi no? se questo è il concetto di wimax non credo che sarà un prolema per wifi. Chi sta in province non coperte utilizzerà wimax, per tutti gli altri c'è adsl ovvero wifi.


In realtà il wimax è il cosiddetto 4g quindi è uno standard telefonico come il gsm!
Solo che in teoria è stato progettato in modalità ibrida, con la possibilità di essere usato come scheda wireless e come modem verso una compagnia telefonica. Peccato che in italia sia stata bloccata la prima funzione.
A differenza del 3g ha una frequenza di lavoro più alta, una banda passante maggiore ma anche una maggiore sensibilità agli ambienti chiusi e alla copertura!
DeepEye16 Febbraio 2009, 19:04 #4
La nokia guida il mercato perche offre terminali con wifi a prezzi relativamente 'bassi', mentre quelli della concorrenza sono smartphone, spesso WM dai prezzi molto elevati.
A fine 2007 comprai un nokia e51 e quello fu il mio primo telefono con wifi. Ora possiedo un e63 e francamente sono molto soddisfatto: quando non ho dietro il mio pc, un device del genere costituisce una valida alternativa in mancanza d'altro.
Luca6916 Febbraio 2009, 20:03 #5
Io uso un iPod Touch e uso spesso il WiFi per controllare la posta e andare su internet.
Prima con il Nokia e61 era una pena!
za8716 Febbraio 2009, 20:10 #6
beh mi sembra anche logico e comunque è una funzionalità sempre più richiesta...
Okiya16 Febbraio 2009, 21:45 #7
io ho un E51 con wifi e devo dire di non usare quasi mai tale funzionalità.

Non abitando in città le reti wifi sono poche e quasi sempre protette da password o con accesso tramite server.
Matrixbob16 Febbraio 2009, 22:54 #8
Anzi sarebbe anche stato meglio salta quel aborto di UMTS e passare direttamente al WiFi.
... ma Business is Business!!!
Raid516 Febbraio 2009, 23:32 #9
Originariamente inviato da: Matrixbob
Anzi sarebbe anche stato meglio salta quel aborto di UMTS e passare direttamente al WiFi.
... ma Business is Business!!!


Eh? Ma quale business??!! Mi sa che hai le idee un po' confuse
Matrixbob16 Febbraio 2009, 23:51 #10
Originariamente inviato da: Raid5
Eh? Ma quale business??!! Mi sa che hai le idee un po' confuse


Ma quale confuse, hai del salame per caso davanti agli occhi? Non vedi ste pubblicità delle pennette UMTS che offono una connessione "mobile" di scarsa qualità ad alto prezzo?
Incredibile più propinano cavolate + la gente ci fa il filo!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^