Context-aware computing, un fenomeno in crescita

Context-aware computing, un fenomeno in crescita

Le tecnologie sensibili al contesto permetteranno di rivoluzionare pesantemente le interazioni tra aziende e utenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:11 nel canale TLC e Mobile
 

In occasione del Gartner Symposium/ITxpo, organizzato da Gartner dal 16 al 20 ottobre ad Orlando, gli analisti della nota società di analisi di mercato hanno parlato della crescente importanza del context-aware computing: secondo le stime entro il 2015 le tecnologie sensibili al contesto toccheranno 96 miliardi della spesa annuale consumer ed entro allora il 15% di tutti i pagamenti effettuati tramite carta di credito saranno autorizzati utilizzando informazioni contestuali.

William Clark, research vice president per Gartner, ha dichiarato: "Il context-aware computing è il metodo con cui sono realizzate le nuove esperienze mescolando informazioni ed elementi che provengono dal mondo mobile, dal social, dal mondo digitale e da quello fisico. La rivoluzione portata dal context-aware computing porterà un importante cambiamento negli utenti, nella tecnologia e nel business, incluso l'avvento di nuovi modelli di sicurezza per la rilevazione e la prevenzione delle frodi, una convergenza nella pubblicità televisiva, in-game, sul web e mobile ed un cambiamento nello stile di programmazione delle applicazioni. L'impiego approfondito di informazioni individuali nella personalizzazione dell'esperienza dell'utente porterà inoltre i governi a stabilire una regolamentazione sull'accesso e sul controllo delle informazioni contestuali".

Gartner stima che entro il 2015 il 40% degli utenti smartphone utilizzeranno servizi contestuali in grado di tracciare le loro attività. Secondo Gartner si tratterà di circa 720 milioni di persone, pari al 10% circa della popolazione globale: si evince, pertanto, che 1,8 miliardi di individui avranno adottato piattaforme smartphone, siano esse iOS, Android, Windows Phone o altre. I vendor di queste piattaforme sono già ora in possesso di una considerevole quantità di informazioni legate alle abitudini digitali dei loro utenti ed entro il 2015 queste informazioni potranno essere incrociate con quelle proveniente dall'evoluzione dei database di mappe 3D di ambienti esterni ed interni. I fornitori di servizi contestuali avranno la possibilità di utilizzare la localizzazione come elemento fondamentale per ridefinire il modo in cui i consumatori cercano e acquistano prodotti e servizi. Questo scenario offrirà una nuova serie di opportunità commerciali per numerose realtà.

"Le imprese possono fare leva sul context-aware computing per meglio comporre la propria offerta a milioni di consumatori. Per i CIO sarà di importanza cruciale decidere dell'investimento nel context-aware computing con i giusti tempi: da un lato sarà penalizzante non prepararsi per tempo, ma di contro vi è il rischio di sprecare risorse se gli investimenti vengono affrontati troppo in anticipo e troppo pesantemente" ha commentato Clark.

Il settore dei trasporti, quello del servizio pubblico, quello energetico e sanitario avranno la possibilità di guadagnare una maggiore efficienza grazie al context-aware computing ed in particolare grazie proprio a quella categoria di soluzioni, dispositivi ed applicazioni incentrate sulle tecnologie di localizzazione.

"Non v'è dubbio che la sensibilità al contesto definirà il business mobile per il prossimo decennio, in special modo per quanto riguarda la pubblicità ed il marketing. Il contesto sarà un criterio chiave per la selezione di partner e molti sistemi di business mobile sfrutteranno i servizi cloud contestuali di terze parti, dando così vita ad un campo di battaglia dove importanti realtà come, ad esempio, Nokia, Microsoft, Baidu, Amazon, Google e Apple, combatteranno per il possesso del context del consumatore" ha concluso Clark.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^