Crescita positiva per le vendite di tablet, ma meno del previsto

Crescita positiva per le vendite di tablet, ma meno del previsto

L'interesse verso i tablet continua a rimanere elevato ma sono un ricordo del passato i tassi di crescita del 50% e oltre degli anni passati. Il mercato è in fase di stabilizzazione, complice anche l'interesse crescente verso i phablet che possono sostituire i tabpet di più piccola diagonale

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:48 nel canale TLC e Mobile
 

Non è così certo che le vendite di tablet si mantengano nel corso del 2014 sui dati inizialmente stimati. IDC ha rivisto al ribasso le proprie previsioni passando dagli originari 260,9 milioni di tablet sino a 245,4 milioni di pezzi venduti per il 2014.

Da questi dati se ne ricava una crescita annuale del mercato pari al 12,1% rispetto a quanto totalizzato nel corso del 2013. L'anno scorso le vendite erano aumentate di ben il 51,8% rispetto ai 12 mesi precedenti.

E' evidente come quello dei tablet sia un settore che sta giungendo ad una completa fase di maturazione, nella quale il tasso di incremento delle vendite tende a rallentare in misura significativa stabilizzandosi su quella che è considerata essere la domanda media formulabile dal mercato per questi prodotti.

Quali le cause? Da un lato i consumatori, alla luce dell'evoluzione tecnologica in atto, non sono più così predisposti ad aggiornare dopo poco tempo il proprio tablet acquistandone uno nuovo. Dall'altro la diffusione di smartphone con schermo dalla diagonale superiore a 5,5 pollici continua ad aumentare, entrando in diretta concorrenza con le proposte tablet di più ridotta dimensione.

C'è un segmento del mercato nel quale le differenze tra un tablet di più piccole dimensioni e un phablet, nome con il quale vengono indicati gli smartphone dotati di display di più elevata diagonale, tende ad essere molto esigua. Molti consumatori trovano nei phablet, pur a fronte di un costo non così contenuto, dei dispositivi che possono anche sostituire un tablet.

Non deve quindi sorprendere vedere come nel primo trimestre 2014 le vendite di phablet abbiano totalizzato circa il 10,5% del totale di mercato degli smartphone. Parliamo di circa 30 milioni di pezzi, un dato che mette sotto pressione i tablet di più piccole dimensioni.

Anche per questo motivo i produttori di tablet si stanno spostando verso soluzioni che siano caratterizzate da display dalla diagonale ben più elevata. Questo è uno dei motivi per i quali ad esempio Microsoft ha sviluppato Surface Pro 3, tablet di nuova generazione al debutto nel mercato italiano a fine Agosto e dotato di display da 12 pollici di diagonale. Uno schermo più elevato, senza magari arrivare alle diagonali tipiche del mondo notebook, permette di incrementare la produttività così da rendere i tablet sempre più adatti non solo alla consultazione ma anche alla creazione di contenuti.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot30 Maggio 2014, 10:22 #1
Conseguenza abbastanza ovvia visto il crescere delle dimensioni degli smartphone fino alla soglia dei 7 pollici.
bluv30 Maggio 2014, 10:35 #2
se non s'inventano qualcosa di nuovo su questi dispositivi sarà una discesa incontrollabile
lo smartphone/phablet lo sostituirà quasi in pieno
nickmot30 Maggio 2014, 14:31 #3
Originariamente inviato da: bluv
se non s'inventano qualcosa di nuovo su questi dispositivi sarà una discesa incontrollabile
lo smartphone/phablet lo sostituirà quasi in pieno


Ma perché non tornano a fare smartphone che fanno da smartphone e tablet che fanno da tablet?

A che serve un telefono più grosso di un Moto X (ed è già enorme quello)?

Passino i Galaxy Note ed eventuali simili con digitalizzatore e pennino (sarebbero la versione digitale del blocco note), ma smartphone classici grosso come un phablet e phablet grossi come tablet che senso hanno?

Propongo inoltre la sparizione dei tablet da 7" e l'eradicazione del formato 16:9.
I tablet più piccoli da 8" ALMENO 16:10 (meglio se 4:3). Auspico una maggior diffusione di tablet con digitalizzatore.
Ginopilot30 Maggio 2014, 16:51 #4
Son mode. In altri tempi andava di moda il cellulare microscopico, che non si riuscivano neanche a premere i tasti. Ora quello enorme. Per me i 4" sono il limite per essere usato come smarphone. Ma purtroppo c'e' poco da fare, anche apple con i nuovi modelli salira' di dimensioni.
Epoc_MDM30 Maggio 2014, 17:03 #5
Il problema non sono i phablet, ma il fatto che il cellulare o smartphone che sia, per forza di cose, lo usi tutto il giorno. Il tablet? dopo l'appeal iniziale se non ci lavori o sei sempre in giro passa parecchio tempo appoggiato da qualche parte. Quindi perchè cambiarlo se già viene poco usato?
I periodi di vacche grasse finiranno presto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^