Fujitsu, NTT e NEC, alleanza per i processori mobile

Fujitsu, NTT e NEC, alleanza per i processori mobile

Le tre realtà formeranno un'alleanza che si occuperà di sviluppare nuovi processori ARM-based per smartphone. L'obiettivo è arrivare al 7% del mercato entro il 2014

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:23 nel canale TLC e Mobile
ARMFujitsu
 

Fujitsu, NEC e NTT DoCoMo hanno formato un'alleanza che si impegnerà nello sviluppo di processori mobile destinati al mondo smarthpone. Access Network Technology, questo il nome della nuova realtà, vedrà Fujitsu con un ruolo di maggioranza al 52,8%, NTT DoCoMo con il 19,9% e NEC con il 17,8%, mentre Fujitsu Semiconductor raccoglierà il restante 9,5%.

La partnership nasce come risposta necessaria all'attuale momento del mercato, con le forniture di chip che sono messe sotto pressione dall'elevata domanda globale e con le compagnie giapponesi che vogliono cercare di affrancarsi sempre di più dalle realtà al di fuori del territorio giapponese.

La nuova alleanza andrà a concorrere direttamente con Qualcomm, attualmente principale produttore di chip per il mondo mobile, e con la coreana Samsung. Proprio quest'ultima aveva inizialmente considerato la possibilità di partecipare in Access Network Tecnology, ma non è stata in grado di giungere ad un accordo nel momento in cui le parti hanno avviato i negoziati.

Secondo quanto affermato da Fujitsu, la nuova realtà mira a conquistare il 7% del mercato dei processori mobile entro il 2014. Tra le altre attività, Access Network Technology pianifica di investire in ricerca su LTE e sulle future tecnologie di comunicazione.

Precedentemente nel corso dell'anno Qualcomm ha osservato come la domanda per i processori Snapdragon S3 ed S4 superasse l'offerta e ha lanciato l'avvertimento di una possibile situazione di carenza nelle forniture di processori per smartphone. Per quanto Access Network Technology possa progettare autonomamente i propri processori ARM-based, la produzione sarà comunque delegata a produttori di terze parti, verosimilmente TSMC o Globalfoundries.

Le attività della nuova realtà prenderanno il via già nel corso del mese di agosto, con un capitale operativo pari a 100 milioni di yen.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demikiller03 Agosto 2012, 12:33 #1
Finalmente qualcuno ha coraggio di partecipare a fare una battaglia sul campo informatico (smartphone). Viva la concorrenza.
nickmot03 Agosto 2012, 17:02 #2
La nuova alleanza andrà a concorrere direttamente con Qualcomm, attualmente principale produttore di chip per il mondo mobile, e con la coreana Samsung.


Texas Instruments, STM, Broadcom (ed altri che ora non ricordo) non esistono?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^