Fujitsu, nuova tecnologia di trasmissione ottica per i 100Gb/s

Fujitsu, nuova tecnologia di trasmissione ottica per i 100Gb/s

La tecnologia permette di usare anche i normali componenti per le trasmissioni a 10Gb/s, promettendo così la possibilità di un aggiornamento economico e semplice per le infrastrutture esistenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:09 nel canale TLC e Mobile
Fujitsu
 

Nei giorni scorsi Fujitsu ha annunciato lo sviluppo di una tecnologia di trasmissione ottica che consente di arrivare ad una velocità di trasferimento dati di 100 gigabit al secondo impiegando componenti convenzionali e largamente disponibili destinati alle operazioni di networking a 10Gb al secondo.

L'incremento della velocità di trasferimento dati richiede di norma componenti nuovi e progettati appositamente per le maggiori velocità, per le quali i componenti esistenti non sarebbero compatibili. Inoltre i semplici formati di modulazione e demodulazione utilizzati fino ad oggi pongono un limite fisico alla velocità massima raggiungibile nelle operazioni di trasferimento dati.

I transceiver Ethernet di fascia alta, normalmente utilizzati anche nei dispositivi di rango enterprise, sono di norma provvisti di quattro canali ottici ciascuno che opera alla velocità di 10Gb/s, per un troughput complessivo di 40Gb/s. Con la nuova tecnologia i ricecatori Fujitsu sono in grado di spingersi fino ad una velocità complessiva di 400Gb/s, ritenuta impresncindibile per la prossima generazione di datacenter al fine di poter supportare adeguatamente la diffusione dei servizi di cloud computing.

I Fujitsu Laboratories sono stati capaci di utilizzare un formato di modulazione/demodulazione di tipo DMT (Discrete Multi-Tone) ispirandosi a quanto accade sulle normali connettività di tipo ADSL, dove i dati vengono suddivisi su varie onde portanti, ciascuna ad un differente livello di modulazione. Utilizzando questo formato in abbinamento ad un DSP è stato possibile portare ad operare a 100Gb/s i componenti progettati per la trasmissione e ricezione di dati a 10Gb/s.

Per le realtà enterprise questa tecnologia apre la strada ad un aggiornamento economico della tecnologia 10Gb/s nel prossimo futuro e Fujitsu sta, a questo scopo, già lavorando alla realizzazione di un modem DMT integrato per i transceiver Ethernet ottici, sebbene ancora non abbia rilasciato alcuna informazione sulla possibile disponibilità sul mercato. Per quanto riguarda invece il pubblico più ampio, la nuova tecnologia promette un potenziale incremento per i servizi di banda larga in fibra: gli attuali sistemi Fibre to the Cabinet (FTTC) potrebbero ottenere un incremento in grado di risolvere molti dei problemi di congestione, mentre per coloro i quali sono abbastanza fortunati da disporre di una connessione Fibre to the Home (FTTH) si tradurrà in un incremento nella velocità di connessone di circa 10 volte.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rb120518 Marzo 2013, 13:40 #1
Strano, nessuno che se ne viene fuori con il classico commento "E qui in italia noi andiamo ancora a 56k"?
korii18 Marzo 2013, 13:58 #2
e pensare che qui in italia siamo ancora con i 56K hahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahahah
Paganetor18 Marzo 2013, 15:06 #3
in effetti..

comunque credo sarà un modo per i provider e i gestori vari per "tirare avanti" più a lungo con la stessa tecnologia più che una soluzione per dare più banda all'utente finale.... Se non a pagamento, ovviamente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^