Gara WiMax: oggi continua l'asta presso il Ministero

Gara WiMax: oggi continua l'asta presso il Ministero

Nella giornata di oggi riprenderanno i lavori per la gara di assegnazione dei diritti d'uso. Con le nuove tecnologie a banda larga gli operatori aiuteranno a superare il digital divide

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:31 nel canale TLC e Mobile
 

Il Ministero delle Comunicazioni ha diffuso una nota relativa all'andamento della gara per l'assegnazione dei diritto d'uso dedicati al servizio WiMax. Nel corso della giornata di ieri si sono svolte quattro tornate di rilancio con un percentuale del 30%, ma per ora ancora un nulla di fatto.

In gara risultano attivi ancora 24 partecipanti che nella giornata di oggi, 15 febbraio, prenderanno parte alle fasi di rilancio. A questo indirizzo è disponibile un documento riassuntivo relativo a tutte le aree di gara, ai partecipanti e alle cifre di rilancio.

All'apertura odierna della fase di rilancio tutte le aree oggetto di gara risultano ancora attive: ricordiamo che l'asta organizzata dal ministero costituisce la fase finale per l'assegnazione dei diritti d'uso a disposizione dei singoli operatori. Quando anche questa procedura sarà terminata avrà inizio la vera fase operativa per la realizzazione dell'infrastruttura di rete e per la fornitura del servizio; tale fase dovrà comunque sottostare a precise disposizioni relative alle tempistiche con cui il territorio verrà coperto dal segnale.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
paolo_paul15 Febbraio 2008, 17:25 #1
[ot]
immagino che questa moltitudine di commenti sia dovuta alla grande ed incondizionata fiducia, che tutti noi abbiamo, nei confronti del Ministero delle Comunicazioni
[/ot]
gr@z!15 Febbraio 2008, 17:34 #2
o perchè siamo in fase burocratica?..
poi vedremo in fase operativa i commenti.

Che c'è da dire adesso?
Facciamo il tifo per i rilanci all'asta di Telecom Italia e i suoi tentacoli su tutto il territorio Italiano?
ulk15 Febbraio 2008, 19:01 #3
Originariamente inviato da: paolo_paul
[ot]
immagino che questa moltitudine di commenti sia dovuta alla grande ed incondizionata fiducia, che tutti noi abbiamo, nei confronti del Ministero delle Comunicazioni
[/ot]


E' che conosciamo bene il sistema pezzente-italia. Il Wi-Max rischia di non risolvere il digital-divide.
frankie15 Febbraio 2008, 20:12 #4
Io, non mi ricordo in che sito, ho visto i risultati della prima asta:

19.000
18.000
19.000
19.001 ariaDSL

...
erpirata215 Febbraio 2008, 20:20 #5
Ma non cera anche Fastweb ? Si è ritirata ?
fmf6715 Febbraio 2008, 22:00 #6
Ma cosa vuol dire per l'Emilia-Romagna "offerte congelate"?
attackment16 Febbraio 2008, 16:23 #7

fastweb

è presente solo per il nord-est
demikiller17 Febbraio 2008, 18:20 #8
Da me c'è AriaDSL che sta allargando nel territorio umbro (e laziale)
Però in diversi regioni devono cominciare ad utilizzare con Pre Wi-Max... e potevano anche non seguire dal ministero, basta che chiedono l'autorizzazione ai comuni per evitare che cominciano i nuovi 'battibecchi' per l'asta...
Furioso66617 Febbraio 2008, 22:17 #9
La solita vergogna italiana, forse gli converra di + vendere la 7,2 mb della vodafone che è una cagata pazzesca
TheMash18 Febbraio 2008, 00:43 #10
LA solita vergogna italiana... e noi i soliti italiani che lasciamo fare tutto e stiamo a guardare e sappiamo solo lamentarci...
Che paese del cazzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^