Gartner: Apple dominerà il mercato tablet fino al 2014

Gartner: Apple dominerà il mercato tablet fino al 2014

Per il 2011 Gartner prevede oltre 60 milioni di sistemi tablet, il 74% dei quali rappresentati dal dispositivo della Mela. Entro il 2015 saranno 326 milioni i tablet commercializzati annualmente

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:11 nel canale TLC e Mobile
Apple
 

La società di analisi di mercato Gartner afferma come le vendite complessive di soluzioni media tablet agli utenti finali sono in perfetta linea per raggiungere il traguardo dei 63,6 milioni di unità, segnando un incremento del 261,4% rispetto al volume di vendita di 17,6 milioni di pezzi registrato per il 2010. Il trend proseguirà fino al 2015, quando le vendite annuali di sistemi tablet potranno raggiungere i 326 milioni di pezzi.

Secondo le stime di Gartner sarà iPad di Apple a dominare ancora il mercato, costituendo il 73,4% delle vendite di tablet del 2011, leggermente in calo dall'83% dello scorso anno. La società di analisi di mercato afferma come tutte le piattaforme al di fuori di iOS e Android non potranno avere più del 5% di market share nel mercato tablet 2011.

Carolina Milanesi, research vice president per Gartner, afferma: "Ci aspettiamo che Apple mantenga la leadership in termini di quote di mercato per il nostro periodo di previsione, controllando più del 50% del mercato fino al 2014. Questo perché Apple è stata capace di offrire un'esperienza utente unificata attraverso il proprio hardware, il proprio software e i propri servizi. A meno che i concorrenti siano capaci di rispondere con un approccio simile, le minacce alla posizione di Apple saranno minime. Apple ha avuto la giusta visione per creare questo mercato e per accaparrarsi le forniture chiave come memoria e gli schermi. Questo le ha permesso di portare iPad sul mercato ad un prezzo molto competitivo senza compromessi nell'esperienza d'uso tra i differenti modelli che offrono opzioni di connettività e storage".

Gartner prevede che i tablet basati su sistema operativo Android siano al passo per poter esprimere un volume di consegne pari ad 11 milioni di unità nel 2011, andando così a rappresentare il 17,3% delle vendite di tablet multimediali. Si tratta di un market share in leggera crescita rispetto a quanto registrato nel 2010, quando Android occupava il 14,3% del mercato.

"La presa di Android sul mercato dei tablet è stata fino ad ora influenzata da prezzi elevati, da una interfaccia utente poco convincente e da applicazioni tablet limitate. Google risponderà alla frammentazione di Android tra smartphone e tablet con la prossima release conosciuta con il nome di Ice Cream Sandwich, che arriverà nel corso dell'ultimo trimestre dell'anno. Android può contare su un forte supporto dei principali OEM, una comunità di sviluppatori molto ampia e un ecosistema di applicazioni secondo solo a quello di Apple".

Secondo gli analisti di Gartner anche la piattaforma QNX di RIM è piuttosto promettente, ma il sistema operativo si trova ancora alle fasi iniziali del proprio sviluppo. RIM dovrà essere in grado di guadagnare maggior supporto da parte degli sviluppatori, in un momento che per la compagnia è piuttosto difficile per via della crescente pressione sul business degli smartphone.

Gartner sottolinea poi come risulterà estremamente strategico il time to market di Windows 8: Microsoft dovrà essere in grado di portare il nuovo sistema operativo al pubblico in maniera sufficientemente rapida, senza scendere a compromessi in quanto ad usabilità. Di contro dovrà evitare di ritardare troppo il lancio sul mercato, con il rischio di perdere mordente sui consumatori. In ogni caso la piattaforma di Microsoft dovrebbe poter trovare maggiori opportunità nel segmento enterprise, dove i dipartimenti IT potranno affrontare una più semplice integrazione con il software Microsoft esistente.

Nel corso del 2012 si affacceranno sul mercato dei tablet ancor più contendenti: secondo Gartner è essenziale che i nuovi arrivati si impegnino a portare un'esperienza utente di valore, basata su un forte collegamento tra i tablet stessi e gli smartphone, con un buon arsenale di applicazioni, un'interfaccia intuitiva e ampie funzionalità per la condivisione di contenuti tra dispositivi.

Roberta Cozza, principal analyst per Gartner, ha commentato: "La maggior parte dei concorrenti di Apple stanno avendo difficoltà a proporre prezzi come quelli della Mela senza sacrificare i margini. La qualità dello schermo e la potenza di computazione sono le due caratteristiche sulle quali i vendor non possono permettersi di scendere a compromessi. Sono gli altri elementi da considerare attentamente, in maniera tale da mantenere i costi di produzione competitivi con quelli di iPad".

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt26 Settembre 2011, 17:29 #1
Le previsioni di Gartner hanno spesso sbagliato più delle agenzie di rating che avevano promosso Lehman Brothers nel 2008... E comunque c'è chi ha fatto di peggio!
Elgabro26 Settembre 2011, 17:35 #2
Se lo dicono loro, allora deve essere vero..........................................................................................
eltalpa26 Settembre 2011, 21:02 #3
Originariamente inviato da: Elgabro
Se lo dicono loro, allora deve essere vero..........................................................................................


Beh, difficile abbiano torto: le previsioni per il 2011 quando mancano 3 mesi alla fine dell'anno sono difficili da sbagliare eh
Si meritano quasi il premio di capitan ovvio.
SaggioFedeMantova26 Settembre 2011, 22:45 #4
Originariamente inviato da: eltalpa
Beh, difficile abbiano torto: le previsioni per il 2011 quando mancano 3 mesi alla fine dell'anno sono difficili da sbagliare eh
Si meritano quasi il premio di capitan ovvio.

Per davvero, sembra quasi una presa in giro
LMCH27 Settembre 2011, 05:29 #5
Originariamente inviato da: eltalpa
Beh, difficile abbiano torto: le previsioni per il 2011 quando mancano 3 mesi alla fine dell'anno sono difficili da sbagliare eh
Si meritano quasi il premio di capitan ovvio.


E non si sono neanche accorti dell'arrivo imminente di due vere e proprie corazzate sul mercato americano.
Amazon esce a giorni con il suo tablet (basato su Android ed "ottimizzato" per leggere libri e riviste ma con un app store tutto loro) e si parla dell'uscita a ruota di Nook Color 2 di B&N con app store e molta più enfasi sull'uso come tablet.
Se Amazon e B&N cominciano a farsi la guerra dei prezzi anche con i tablet va a finire che eroderanno una bella fetta di mercato pure ad Apple.
Duncan27 Settembre 2011, 09:51 #6
Il problema dei prodotti Amazon e B&N è che ci sono già due player ben piazzati sul mercato con un App store avviato, la differenza la fanno le App disponibili più del prezzo al momento.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^