IEEE: nuovo standard per interfacce ottiche a 25 gigabit

IEEE: nuovo standard per interfacce ottiche a 25 gigabit

Istituito un tavolo di lavoro per la definizione di nuovi standard per gli apparati di reti in fibra ottica, allo scopo di ridurre i costi di installazione e allestimento

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:02 nel canale TLC e Mobile
 

L'IEEE - Institute of Electrical and Electronics Engineers - ha istituito un nuovo gruppo di studio che lavorerà alla definizione di nuovi standard per interfacce ottiche a 25 Gbit al secondo per la prossima generazione di reti Ethernet a 100 Gbit. Lo scopo dei nuovi standard è quello di permettere la realizzazione di prodotti ed installazioni a costi inferiori rispetto a quanto avviene attualmente con le reti 100G costituite da 10 link a 10Gbit/s.

Secondo le informazioni disponibili, riportate da EEtimes, il nuovo gruppo di lavoro mira a definire tre standard: il primo per le specifiche di una fibra multi-mode che impiegherà fibre da 50 micron di diametro e lunghezze d'onda a 850 nanometri per distanze fino a 100 metri, il secondo per fibre single-mode di circa nove micron di diametro e lunghezze d'onda di 1300 nanometri per distanze fino a 100km, infine un terzo standard per la definizione di un'interfaccia 4x25G tra moduli ottici e sistemi ASIC.

In particolare quest'ultimo standard permetterà, in ottica futura, di sostituire i multiplexer 10 x 10G utilizzati attualmente permettendo di realizzare moduli più piccoli e, di conseguenza, sistemi di maggiore densità. Il gruppo dell'IEEE lavorerà per comporre una versione di base delle specifiche per la parte finale del 2012 e che gli ingegneri potranno già utilizzare per avviare lo sviluppo dei nuovi prodotti, mentre per la versione finale delle specifiche sarà necessario attendere la fine del 2013.

Maggiori informazioni sulle attività del nuovo gruppo di lavoro dell'IEEE sono disponibili a partire da questo indirizzo.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GByTe8709 Novembre 2011, 10:05 #1
Ogni volta che leggo "nuovo standard" mi viene in mente...

Link ad immagine (click per visualizzarla)

SpyroTSK09 Novembre 2011, 11:56 #2
bisognerebbe aggiungere un pulsante come questo:
[COLOR="Red"]*Suggerisci notizia all'amministrazione di Telecom Italia*[/COLOR]
coschizza09 Novembre 2011, 12:13 #3
Originariamente inviato da: SpyroTSK
bisognerebbe aggiungere un pulsante come questo:
[COLOR="Red"]*Suggerisci notizia all'amministrazione di Telecom Italia*[/COLOR]


cosa centra Telecom Italia, qui si parla di reti per datacenter
rb120509 Novembre 2011, 12:47 #4
Originariamente inviato da: coschizza
cosa centra Telecom Italia, qui si parla di reti per datacenter


è così: ogni volta che c'è una notizia che contenga da qualche parte MB/s o GB/s c'è qualche diversamente furbo che si sorprende che quelle tecnologie non vengano usate nell'ADSL di casa sua o nella centrale del suo quartiere.
L'ultima volta se non sbaglio era per la banda disponibile per singola frequenza del digitale terrestre, dovevi vedere che improperi contro telecom & co.
SpyroTSK09 Novembre 2011, 15:39 #5
Originariamente inviato da: coschizza
cosa centra Telecom Italia, qui si parla di reti per datacenter


Originariamente inviato da: rb1205
è così: ogni volta che c'è una notizia che contenga da qualche parte MB/s o GB/s c'è qualche diversamente furbo che si sorprende che quelle tecnologie non vengano usate nell'ADSL di casa sua o nella centrale del suo quartiere.
L'ultima volta se non sbaglio era per la banda disponibile per singola frequenza del digitale terrestre, dovevi vedere che improperi contro telecom & co.


al di là del "diversamente furbo" che potevi evitare, se pensate a ciò che intendevo far capire più tosto di pensare ciò che volesse dire la frase di per sè, forse capireste che:
1) Era una battuta
2) La fibra ottica non si usa solo nel campo dei data center

quindi la mia frase era da intendere così:
"TELECOM, SVEGLIATI, SIAMO ARRIVATI A QUESTA TECNOLOGIA, FORSE È ORA CHE METTI LA FIBRA UN PÒ OVUNQUE?!?!" (non intendo fornire 25GB/s a tutti, ma almeno down: 4mb up: 1mb come minimo, a prezzi onesti).

Attualmente la fibra viene usata solo per connettività nei centri delle grandi città, nei data center e tra le centrali telecom...già in alcune periferie delle grandi città non c'è la fibra, figuriamoci fuori.

Poi l'upload lo segano sempre di più, prima c'era la 1mb-256kb, 4mb-384kb, poi 7mb-800kb, ora sono tutti così: 7mb-512kb (se siete fortunati, altrimenti 384, tra l'altro ve lo possono cambiare anche se il vostro contratto è precedente alla decisione di modifica della velocità.) e quindi strozzate in upload e non vi siete mai chiesti perché? (non tirate fuori il p2p per piacere, che è solo una scusa.)
AleLinuxBSD11 Novembre 2011, 17:47 #6
Queste innovazioni sono importanti perché permettono di ridurre i costi infrastrutturali di queste soluzioni.
Poi, che lato investimenti, sia tutto fermo (da ben prima della crisi), è un'altro discorso.
Creare infrastrutture alternative a quelle della Telecom è un processo lungo (e la burocrazia ha un grosso ruolo nel rallentare le procedure) e costoso.
Per sbloccare la situazione sarebbe stato utile scorporare la parte infrastrutturale dalla Telecom, in modo da favorire la concorrenza, in quanto ora, nei fatti, siamo in una situazione di quasi totale monopolio.
In altri Paesi non è un caso se sono disponibili collegamenti realmente ad alta velocità ed a costi di gran lunga migliori di quelli italiani.
Una vera e sana concorrenza è utile per l'utente finale ma qui sembra che siano parolacce ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^