Intel: in ritardo sull'ultra-mobile?

Intel: in ritardo sull'ultra-mobile?

Il futuro riserva una battaglia interessante nel campo dell'ultramobilità, ma il colosso di Santa Clara potrebbe aver già perso treni importanti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:12 nel canale TLC e Mobile
Intel
 

La volontà di Microsoft di supportare architetture ARM con i prossimi sistemi operativi e le ripercussioni di questa scelta sul mercato ed in particolare su Intel è un argomento che continua a far discutere gli analisti. Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo a riguardo, nel quale abbiamo tra le altre messa in luce l'opinione di un analista, Hans Mosesmann per Raymond James & Associates, secondo il quale la situazione porterà giovamento al colosso di Santa Clara.

Di parere diametralmente opposto è invece Auguste Richard, Senior Research Analyst per la società di analisi e consulenza Piper Jaffray, il quale sostiene che Intel non è ancora stata capace di salire sul treno del mercato ultramobile e che difficilmente nel 2011 potrà ottenere la considerazione sperata. Secondo Richard il problema è rappresentato dal maggior numero di sviluppatori software che stanno concentrandosi in maniera crescente sulle piattaforme ARM: con il crescere delle applicazioni disponibili per tale piattaforma Intel incontrerà maggiori difficoltà per girare il mercato a suo favore.

Entro la metà dell'anno in corso Intel dovrebbe presentare ufficialmente la piattaforma smartphone conosciuta con il nome in codice di Medfield, ovvero l'evoluzione a 32 nanometri di Moorestown. La caratteristica più importante di Medfield sarà tuttavia il passaggio dall'impostazione dual-chip di Moorestown (CPU a 45nm e controller I/O a 65nm) verso una soluzione integrata single-chip.

L'analista di Piper Jaffray è tuttavia dubbioso sulla capacità di Medfield di conquistare importanti quote di mercato, sia in questo 2011, sia nel prossimo 2012. Medfield, come detto, non sarà disponibile almeno fino alla metà del 2011 ed i primi prodotti basati su tale soluzione saranno disponibili sul mercato non prima del 2012.

Secondo Richard Intel si trova nella situazione di dover affinare la propria capacità di progettazione di soluzioni SoC e, parallelamente, di abbandonare alcune caratteristiche cosiddette "legacy" delle architetture x86 al fine di poter essere più competitiva nel settore dell'ultramobilità.

L'analista di Piper Jaffray riconosce comunque la superiorità di Intel per quanto concerne i processi produttivi: ARM dovrebbe infatti affrontare il passaggio alla produzione a 32 nanometri, con la soluzione A15, nel corso del 2012 ovvero quando Intel sarà già alle prese con la produzione a 22 nanometri. Secondo Richard questo vantaggio nelle capacità produttive permetterà ad Intel, nel corso del tempo, di ottenere vantaggi sul piano delle prestazioni e del consumo energetico, ma che difficilmente ciò potrà accadere nel corso del 2011.

Auguste Richard osserva inoltre come Intel debba al più presto fare i conti con un fisiologico rallentamento del mercato PC, dovuto ad una maggiore presa sul pubblico da parte delle soluzioni tablet. Nel caso in cui il colosso di Santa Clara non riesca a muoversi efficacemente oltre il mercato PC dovrà accontentarsi di una crescita dei fatturati a singola cifra, dal momento che nel corso dei prossimi anni la maggior parte dei volumi d'affari nel mondo computing sarà spostata dalle soluzioni tablet e smartphone.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Baboo8514 Gennaio 2011, 09:57 #1
Finche' si parla di smartphone ok, ma se si parla di ultramobilita'...

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2305772

Oppure l'Mbook M1, dalle stesse dimensioni (che nonostante monti XP, se ci fosse almeno 1GB di ram si potrebbe installare 7)...

Piu' ultramobile di cosi', un mini-netbook tanto piccolo da poter essere messo in tasca. Certo, piu' spesso dei tablet ma molto piu' piccolo (peccato che lo schermo piccolo e la risoluzione alta siano fastidiosi).
Freaxxx14 Gennaio 2011, 10:05 #2
Considerando che molti dispositivi portatili non arrancano come arranca un Atom, direi che Intel secondo me ne ha tanta di strada da fare.

e poi detto sinceramente, secondo me uno Snapdragon se la gioca tranquillamente con un Atom a livello di potenza computazionale, e forse c'è anche chi lo supera e rimane a bassi consumi come l'A4 di Apple.

avessi anche torto di sicuro un Atom non si distingue in brillantezza e prestazioni, adesso che arriverà amd con Zacate ci sarà di che comparare, già con ION si è visto PineTrail perdere km e prendere la polvere.
Baboo8514 Gennaio 2011, 10:18 #3
Originariamente inviato da: Freaxxx
Considerando che molti dispositivi portatili non arrancano come arranca un Atom, direi che Intel secondo me ne ha tanta di strada da fare.

e poi detto sinceramente, secondo me uno Snapdragon se la gioca tranquillamente con un Atom a livello di potenza computazionale, e forse c'è anche chi lo supera e rimane a bassi consumi come l'A4 di Apple.

avessi anche torto di sicuro un Atom non si distingue in brillantezza e prestazioni, adesso che arriverà amd con Zacate ci sarà di che comparare, già con ION si è visto PineTrail perdere km e prendere la polvere.


Questo di sicuro, ma Atom non se la cava malaccio eh... Contando che un Atom Z520 da 2watt di TDP (1,33GHz, HT) fa girare Windows 7 Starter... Certo devi affiancargli una GPU (e quelle Intel consumano) e tutto il resto (nel mio caso ho un SSD e una GMA500) pero' gira molto bene.

Sicuramente potrebbe tirare fuori qualcosa di migliore di questi cosi, ma tra un Atom x86 e un ARM che non e' x86, di differenza ce n'e'. Vorrei vedere un ARM x86 che consumi come un Atom (o meno) e che faccia girare Windows 7
Mde7914 Gennaio 2011, 10:25 #4
Originariamente inviato da: Baboo85
Finche' si parla di smartphone ok, ma se si parla di ultramobilita'...

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2305772

Oppure l'Mbook M1, dalle stesse dimensioni (che nonostante monti XP, se ci fosse almeno 1GB di ram si potrebbe installare 7)...

Piu' ultramobile di cosi', un mini-netbook tanto piccolo da poter essere messo in tasca. Certo, piu' spesso dei tablet ma molto piu' piccolo (peccato che lo schermo piccolo e la risoluzione alta siano fastidiosi).


Carino, ma sull'usabilità rispetto ad uno smartphone di fascia alta o ai nuovi tablet ho qualche dubbio.
Inoltre indipendentemente dalla bontà del dispositivo dipende molto dai volumi che riescono a vendere questo tipo di soluzioni
Baboo8514 Gennaio 2011, 11:05 #5
Originariamente inviato da: Mde79
Carino, ma sull'usabilità rispetto ad uno smartphone di fascia alta o ai nuovi tablet ho qualche dubbio.
Inoltre indipendentemente dalla bontà del dispositivo dipende molto dai volumi che riescono a vendere questo tipo di soluzioni


Ah sicuramente. 700 euro per un coso del genere, uno prende diretto un netbook o un tablet.

Era comunque per fare un'esempio di come Atom non e' che sia proprio da buttare... Quel cosino con una batteria "alla telefonino" (un po' piu' capiente) si fa 6 ore circa e riproduce i video in 720p ed e' un pc (con Windows o Linux) con porta USB.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^