Lenovo, occhi su RIM per rafforzare il comparto mobile?

Lenovo, occhi su RIM per rafforzare il comparto mobile?

L'azienda cinese valuta la possibilità di effettuare operazioni di acquisizione o di alleanza per spingere la divisione dei dispositivi mobile business

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale TLC e Mobile
RIMLenovo
 

La compagnia cinese Lenovo Group sta attualmente prendendo in considerazione la possibilità di affrontare acquisizioni o alleanze strategiche con altre realtà del panorama IT allo scopo di rafforzare la propria divisione mobile business. Tra le varie opzioni, Lenovo sta valutando la possibilità di acquisire RIM, l'azienda canadese che realizza e produce gli smartphone Blackberry e che da diverso tempo sta attraversando un periodo abbastanza difficile.

In occasione del World Economic Forum di Davos il CFO di Lenovo Wong Wai Ming ha commentato: "Stiamo considerando tutte le opportunità, RIM e molte altre. Non avremo alcuna esitazione se si presenterà la giusta opportunità che possa essere di beneficio per noi e per gli azionisti".

Qualche giorno fa il CEO di RIM, Thorsten Heins, ha ventilato la possibilità di vendere a terzi la divisione che si occupa dello sviluppo hardware per concentrarsi sul sistema operativo BlackBerry 10 e sul suo ecosistema nel complesso.

Secondo alcune indiscrezioni, anche IBM avrebbe già avvicinato informalmente RIM avanzando un'offerta per l'acquisizione del suo asset di maggior valore, la Enterprise Service Unit, che gestisce il network di server sicuri utilizzati per il supporto dei dispositivi BlackBerry, ed è inoltre proprietaria di numerosi brevetti. RIM ha rifiutato l'offerta di IBM, compresa tra 1,5 e 2,5 miliardi di dollari, ed attualmente non vi sono trattative in corso.

Durante gli anni precedenti Lenovo ha mostrato un buon fiuto nel condurre in porto alcune acquisizioni che le hanno permesso di espandersi con successo in vari nuovi mercati. L'eventuale acquisizione di RIM aprirebbe a Lenovo le porte del mercato delle soluzioni di telecomunicazione in ambito enterprise.

E' tuttavia opportuno considerare due fattori che potrebbero ostacolare o condizionare l'eventuale acquisizione di RIM da parte di Lenovo: anzitutto il governo Canadese (ricordiamo che la sede di RIM è a Waterloo, nella regione dell'Ontario) conduce un'analisi approfondita di tutte le operazioni di acquisizione provenienti dall'estero al di sopra del valore di 344 milioni di dollari canadesi (pari a 344 milioni di dollari USA) per verificare che esse siano di effettivo beneficio al paese.

In secondo luogo il passaggio di proprietà ad una realtà cinese, soprattutto se ciò dovesse comprendere oltre alla divisione hardware anche l'infrastruttura di server di telecomunicazione, potrebbe sollevare non poche preoccupazioni legate alla sicurezza e alla privacy date le possibili ingerenze del governo cinese.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^