Outernet: il progetto che porterà internet in tutto il mondo, senza restrizioni

Outernet: il progetto che porterà internet in tutto il mondo, senza restrizioni

L'obiettivo dell'organizzazione no-profit Media Development Investment Fund è quello di portare internet ad ogni cittadino del mondo, attraverso un grosso numero di mini satelliti che creeranno Outernet

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:21 nel canale TLC e Mobile
 

Se tutto dovesse procedere come pianificato, nel 2015 tutti gli abitanti della Terra potranno accedere ad internet. Progettato da MDIF (Media Development Investment Fund), Outernet diffonderà i dati della rete attraverso centinaia di cubesat, mini-satelliti che verranno sparati nell'orbita terrestre bassa, ovvero da 160 a 2000km dalla superficie.

Outernet, internet per tutti

Secondo i dati della società, attualmente solo il 60% della popolazione terrestre gode di una connessione ad internet senza limiti o restrizioni, ed Outernet ha come obiettivo quello di fornire i dati online anche al restante 40%. Per riuscire nel lungimirante intento, Outernet si baserà sul datacasting, ovvero sulla diffusione di dati su superfici molto vaste attraverso onde radio. In questo modo i contenuti saranno diffusi dai satelliti alla superficie terrestre sfruttando i segnali DVB, Digital Radio Mondiale e in multicasting via Wi-Fi basato su protocollo UDP.

Il percorso per avere un accesso ad internet attraverso Outernet simile a quanto siamo abituati attualmente con i più comuni web browser è tuttavia parecchio lungo. Inizialmente, infatti, attraverso le nuove tecnologie sarà possibile accedere ad una rete unidirezionale, dove gli utenti potranno visualizzare determinati siti internet associati al sito web di Outercast.

Inoltre, Outernet deve superare una serie di ostacoli per divenire una realtà consolidata laddove indispensabile, in cui avranno grossa importanza i finanziamenti che la società riuscirà ad ottenere. Il progetto, come è facile immaginare, potrebbe affrontare una dura resistenza da parte degli operatori telefonici tradizionali, coloro che in altre parole potrebbero realizzare nuovi mercati nei territori coinvolti dal progetto di MDIF.

La compagnia si rivela fiduciosa circa il raggiungimento dei primi obiettivi economici: una volta trovato il sostegno finanziario, infatti, MDIF chiederà il permesso alla NASA per poter mettere in prova la propria tecnologia di datacasting sulla Stazione Spaziale Internazionale, con un primo lancio dei cubesat previsto per giugno 2015.

Per contribuire all'iniziativa, o semplicemente per reperire maggiori informazioni, è possibile visitare il sito Outernet.is.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo18 Febbraio 2014, 10:45 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.businessmagazine.it/news...ioni_51055.html

L'obiettivo dell'organizzazione no-profit Media Development Investment Fund è quello di portare internet ad ogni cittadino del mondo, attraverso un grosso numero di mini satelliti che creeranno Outernet

Click sul link per visualizzare la notizia.


Due contraddizioni del buon Nino:

nel 2015 tutti gli abitanti della Terra potranno accedere ad internet.

MDIF chiederà il permesso alla NASA per poter mettere in prova la propria tecnologia di datacasting sulla Stazione Spaziale Internazionale, con un primo lancio dei cubesat previsto per giugno 2015.

Quindi per ora è solo un idea che lungi dal essere realizzata, quindi forse, se tutto va bene, direi nel 2025, ma la vedo come una cosa molto molto vaporwarosa !

Acquistare, mettere in orbita e manutenere 150 satelliti, che forniranno internet monodirezionale in ogni parte del globo, prevedo una cifra con tantissimi zeri, chi li pagherà ?
I governi ? Perchè dovrebbero farlo ?
I cittadini ? Calcolando cosa costa una connessione dati via globalsat, non credo...
daviderules18 Febbraio 2014, 11:08 #2
C'è la raccolta fondi lol, comunque progetto veramente mastodontico e onestamente penso che verrà pesantemente ostacolato da isp e compagnie telefoniche
Kino8718 Febbraio 2014, 11:12 #3
Una connessione ad internet unidirezionale è utile tanto quanto lo è un colabrodo per portare da bere agli assetati...

Il punto di internet è che permette di comunicare, trasmettere il proprio pensiero.. Se è unidirezionale (e per di più limitato a pochi siti) siamo di fronte ad una versione evoluta del televideo, non ad internet.
Player118 Febbraio 2014, 11:14 #4
Secondo la mia opinione personale non decollerà mai o, se lo farà, farà la fine di Iridium.

L'idea mi sembra alquanto fumosa:
1 - Non ci sono già dei satelliti che trasmettono informazioni in broadcast in modo monodirezionale? (mi riferisco alle trasmissioni televisive)
2 - Se i dati che ricevo non li scelgo io dove sta il concetto di "senza restrizioni"?

Sarei felicissimo di essere corretto e smentito da qualcuno che ha informazioni concrete
san80d18 Febbraio 2014, 11:28 #5
ogni tanto ne esce uno con queste sparate
alexdal18 Febbraio 2014, 11:41 #6
Iridium alla fine va bene. Non e' un successo ma in attivo.

Invece questo progetto mi sa di un modo per fare soldi facili.

Si propone un progetto per i poverini, la salvezza, L'onu i governi i buonisti, i scemi, i fessi, i sono figo perché faccio dare un sacco di soldi ai progetti assurdi.

Danno miliardi per una cosa che non potra' essere usata da nessuno.

gd350turbo18 Febbraio 2014, 12:16 #7
Originariamente inviato da: alexdal
Iridium alla fine va bene. Non e' un successo ma in attivo.

Invece questo progetto mi sa di un modo per fare soldi facili.

Si propone un progetto per i poverini, la salvezza, L'onu i governi i buonisti, i scemi, i fessi, i sono figo perché faccio dare un sacco di soldi ai progetti assurdi.

Danno miliardi per una cosa che non potra' essere usata da nessuno.


Concordo !

Se devono ancora chiedere l'autorizzazione alla nasa, significa che quello che hanno ora è un foglio di carta con sopra scritto quello che vorrebbero realizzare, ma tra il dire e il fare cè di mezzo un sacco di cose da fare !
Player118 Febbraio 2014, 15:31 #8
Originariamente inviato da: alexdal
Iridium alla fine va bene. Non e' un successo ma in attivo.


Hai ragione, ero rimasto a questa fase del progetto
http://archiviostorico.corriere.it/...008306368.shtml
non sapevo che l'avessero recuperato.
songohan18 Febbraio 2014, 15:56 #9
Originariamente inviato da: Player1
Hai ragione, ero rimasto a questa fase del progetto
http://archiviostorico.corriere.it/...008306368.shtml
non sapevo che l'avessero recuperato.


Mamma mia, sei proprio uno antico!
C'e' pure nel film World War Z con Brad Pit!!!
Player118 Febbraio 2014, 16:04 #10
Originariamente inviato da: songohan
Mamma mia, sei proprio uno antico!
C'e' pure nel film World War Z con Brad Pit!!!


Ok te lo concedo, in questo caso non ero aggiornato. :P
Corro a vedere World War Z, chissà quante altre mirabilie tecnologiche mi sono perso..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^