Poco meno di 50 milioni di tablet venduti nel secondo trimestre 2014

Poco meno di 50 milioni di tablet venduti nel secondo trimestre 2014

Crescono le vendite rispetto a 12 mesi fa ma cala il mercato prendendo come riferimento i primi 3 mesi del 2014. I consumatori sembrano voler premiare i phablet, gli smartphone dalla diagonale più elevata, e manca una domanda sostenuta da parte del settore commercial

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:01 nel canale TLC e Mobile
 

Continua a crescere il mercato mondiale dei tablet secondo le più recenti stime formulate da IDC, ma il tasso non è più quello al quale siamo stati abituati in passato.

Nel corso del secondo trimestre 2014 le vendite di tablet sono aumentare dell'11%, raggiungendo quota 49,3 milioni di pezzi, prendendo quale riferimento lo stesso periodo dello scorso anno. Il dato sequenziale, prendendo quindi come riferimento le vendite ottenute nel corso dei primi 3 mesi dell'anno 2014, mostrano un calo dell'1,5%.

A giustificare questo andamento due distinte dinamiche. La prima riguarda l'attenzione dei consumatori finali verso gli smartphone dotati di display dalla diagonale più elevata, i cosiddetti phablet, che notevole successo di mercato stanno raccogliendo in alcune regioni mondiali. Questi prodotti, grazie proprio alla dimensione, si pongono a cavallo tra smartphone e i tablet di più piccole dimensioni portando spesso alcuni utenti a rinunciare all'acquisto di questi ultimi.

Per il settore commercial, quindi l'ambito degli operatori professionali, la domanda di tablet non è ancora giunta ai livelli sperati. Questo lascia spazio di crescita per il futuro, nel momento in cui le aziende opteranno per questa tipologia di dispositivi da fornire ai propri organici. La convinzione è che nel corso della seconda metà dell'anno sarà proprio il settore commerciale a trainare le vendite di sistemi tablet, grazie anche all'offerta di alcuni prodotti specificamente sviluppati per questa tipologia di utilizzo.

Tra i produttori di tablet Apple, con la gamma iPad, continua a essere posizionata in testa alla classifica forte di una quota del 26,9% del mercato con 13,3 milioni di tablet venduti. Il dato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è tuttavia in calo tanto in termini di quota di mercato come di volumi complessivi.

Al secondo post Samsung, con il 17,2% del totale e 8,5 milioni di tablet venduti, seguita da Lenovo con 2,4 milioni di pezzi e una quota del 4,9%. Quest'ultima azienda, molto forte anche nel settore PC, è quella che ha registrato la più significativa crescita di mercato rispetto al 2013 con un incremento del 64,7% nel numero di tablet venduti. Al quarto posto Asus con 2,3 milioni di tablet e una quota di mercato del 4,6%, mentre al quinto posto troviamo Acer con 1 milione di tablet e il 2% del mercato: quest'ultima è tra i 5 top produttori quella che ha registrato la contrazione più elevata, scendendo del 36,3% rispetto a 12 mesi fa.

Su circa 50 milioni di tablet venduti nel corso del secondo trimestre 2014 ben 21,9 milioni sono stati sviluppati da altri produttori presenti nel mercato, dato in forte crescita rispetto a 1anno fa. Questa dinamica conferma come pur in presenza di brand molto forti come Apple e Samsung (capaci assieme di totalizzare circa il 44% del mercato) i consumatori stiano dando preferenza anche a prodotti di aziende più piccole ma non per questo meno interessanti.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^