Previsti 1,2 miliardi di smartphone venduti nel corso del 2014

Previsti 1,2 miliardi di smartphone venduti nel corso del 2014

Android a farla da padrone tra i sistemi operativi, con una quota prossima all'80% che tenderà a stabilizzarsi: quello degli smartphone è un settore che continua ad espandersi forte della domanda dei paesi in via di sviluppo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:21 nel canale TLC e Mobile
Android
 

Continuano ad aumentare le vendite di smartphone a livello globale, con una stima formulata da IDC che posiziona a 1,2 miliardi di pezzi le vendite di questi dispositivi attese per l'anno 2014. Se ottenuto questo risultato rappresenterebbe una crescita di poco superiore all 23% rispetto al circa 1 miliardo di smartphone venduti nel corso del 2013.

Per gli anni compresi tra il 2013 e il 2018 il tasso annuo medio di aumento delle vendite è stimato da IDC essere pari al 12,3%. Tale dato verrà raggiunto grazie principalmente ad un aumento nelle vendite in regioni in via di sviluppo, tra le quali sono citate Indica, Indonesia e Rissia oltre ovviamente alla Cina. Quest'ultimo mercato assorbirà nel 2018 circa 1/3 del totale degli smartphone venduti a livello mondiale.

Per ottenere tali risultati di vendita i prezzi medi degli smartphone sono attesi in progressiva contrazione: si passerà dai 335 dollari del 2013 ai 314 dollari attesi per quest'anno, sino a giungere a 267 dollari nel 2018. Tale dinamica non avrà in ogni caso ripercussioni sulle funzionalità dei terminali in commercio: l'evoluzione tecnologica è infatti tale da assicurare funzionalità molto complete per tutti i prodotti, anche i più economici.

Molto interessanti anche i dati riferiti ai sistemi operativi, tra i quali Android continuerà a mantenere la prima posizione. Da una quota dell'80,2% stimata per il 2014 si passerà al 77,6% nel 2018, con un tasso di aumento delle vendite pari al 12% quale media nel periodo dal 2013 al 2018. L'ecosistema Android è indubbiamente maturo al momento e sono numerose le soluzioni basate su questo OS che vengono proposte nei segmenti di mercato più sensibili al prezzo.

Per iOS si passerà dall'attuale quota di mercato del 14,8% al 13,7% nel 2018, con un tasso di crescita medio annuo pari al 10% nel periodo tra 2013 e 2018. Le proposte Apple sono posizionate nel segmento di fascia medio alta del mercato e si presuppone che questa dinamica continuerà a restare tale, stante la volontà di Apple di continuare a beneficiare di livelli di marginalità elevati.

Al terzo posto Windows Phone, capace di un tasso annuo medio di crescita delle vendite atteso nel 28,1% che sarà il più elevato del mercato. In questo caso si passerà dal 3,5% del totale atteso per il 2014 sino al 6,4% previsto per il 2018, con un totale di oltre 115 milioni di terminali venduti. Resta da capire in che modo Microsoft opererà nell'integrazione di Nokia al proprio interno e come questo potrà influenzare gli altri partner produttori di smartphone basati su OS Windows Phone.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
megthebest29 Maggio 2014, 10:12 #1
tra le quali sono citate Indica, Indonesia e Rissia


refuso a parte, è ormai una moda il cambio di smartphone.. e con l'arrivo della massa di cinafonini di buona qualità, il trend non potrà che essere in salita!
qboy29 Maggio 2014, 12:02 #2
Originariamente inviato da: megthebest
refuso a parte, è ormai una moda il cambio di smarthone.. e con l'arrivo della massa di cinafonini di buona qualità, il trend non potrà che essere in salita!


non che tu abbia fatto di meglio
megthebest29 Maggio 2014, 19:30 #3
Originariamente inviato da: qboy
non che tu abbia fatto di meglio


eh.. ma io scrivevo con lo smartphone e non pubblicavo una notizia su di una testata che si suppone abbia almeno un correttore ortografico

corretto
qboy29 Maggio 2014, 20:15 #4
Originariamente inviato da: megthebest
eh.. ma io scrivevo con lo smartphone e non pubblicavo una notizia su di una testata che si suppone abbia almeno un correttore ortografico

corretto


vero, però avranno altre magagne pure loro
Littlesnitch29 Maggio 2014, 21:00 #5
In pratica se Samsung e Apple manterranno le loro quote con Apple sul 20% scarso e Samsung sul 35% abbiamo circa 200mln di iPhone e Samsung a quota 400 e rotti mln di terminali. Impressive.
Glacius9229 Maggio 2014, 22:07 #6
chissà quanti Iphone 6 quest'anno venderà apple!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^