Renzi promette: banda larga in tutte le scuole entro il 2018

Renzi promette: banda larga in tutte le scuole entro il 2018

All'interno dell'assemblea dei gruppi parlamentari del PD, Mattero Renzi ha promesso l'arrivo della banda larga su tutte le scuole italiane entro la fine della sua legislatura

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale TLC e Mobile
 

Il Governo Renzi promette l'arrivo della banda larga in tutte le scuole italiane entro il termine ultimo della sua legislatura nel 2018. La promessa arriva a pochi giorni dall'annuncio della ministra dell'Istruzione Stefania Giannini per cui, nel nome de #labuonascuola e del Piano Nazionale Scuola Digitale, verrà stanziato un miliardo di euro per rendere più moderne le aule in cui si formano i cervelli dei nostri giovani. La banda larga nelle scuole arriverà insieme ad altri servizi per rendere le scuole sempre più digitali.

Sono più di 10 anni che sentiamo la promessa della banda larga

All'interno del miliardo sono previste le spese per il cablaggio dei locali, per i canoni di connettività, per l'assunzione di un responsabile per il digitale per ogni istituto e per la formazione del personale che lavora nella scuola e degli studenti, i quali riceveranno nuove competenze digitali. Complessivamente sono previste 35 azioni dal governo, con il miliardo che è ripartito in 600 milioni per le spese sulle infrastrutture, 400 milioni per le spese relative alla formazione, al monitoraggio dei lavori e alle competenze.

Renzi ha oggi ribadito i piani della ministra all'interno dell'assemblea dei gruppi parlamentari del PD: "La banda larga raggiungerà tutte le scuole italiane entro la fine della legislatura", ha dichiarato, con la promessa che la scuola diventerà più digitale entro meno di tre anni da oggi. Certo è che un annuncio simile presta il fianco a facili critiche: sono più di 10 anni che sentiamo la promessa della banda larga, e ad oggi in molte case dove a stento si superano i 4Mbps questa sembra quasi un'utopia.

La scuola italiana in alcuni casi non riesce ad offrire servizi anche più essenziali e basilari, con l'annuncio della ministra che è sembrato fumoso e non ancora del tutto dettagliato. Ma a fianco delle troppo facili critiche c'è anche qualcosa di costruttivo: l'Italia non è fra i paesi più istruiti dal punto di vista digitale, e la formazione di personale e studenti non può che migliorare le condizioni del paese in tal senso, il tutto con l'obiettivo ultimo di riuscire ad appiattire il digital divide e spingere il Belpaese verso la media europea.

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickmot05 Novembre 2015, 11:18 #1
Quindi chiuderà tutte le scuole dove la banda larga non arriva?
NforceRaid05 Novembre 2015, 11:25 #2
HAHAHAHAHAHAH la barzelletta più bella di sempre

ci sarebbe da ridere, se non ci fossero i soffitti delle scuole che cadono in testa ai bambini

evito di scrivere altro potrei diventare scurrile

ora vado in bagno
tazok05 Novembre 2015, 11:25 #3
Si, la banda bassotti.

GTKM05 Novembre 2015, 11:26 #4
Le scuole stanno letteralmente crollando, caro Renzi.
ThePonz05 Novembre 2015, 11:29 #5
Mattero Renzi ha promesso l'arrivo della banda larga su tutte le scuole italiane entro la fine della sua legislatura

ah, ma non è lì ad oltranza?

Originariamente inviato da: nickmot
Quindi chiuderà tutte le scuole dove la banda larga non arriva?

massì, che problema, solo qualche centinaio di scuole sparse sul territorio mi paiono più che sufficienti
w la buona scuola


qua c'è da piangere, altroche...
cm0s05 Novembre 2015, 11:40 #6
Le parole che escono dalla bocca di questo personaggio valgono meno di zero
xcvbnm6705 Novembre 2015, 11:44 #7
soliti proclami: 'togliamo le tasse', 'portiamo la banda larga nelle scuole'. Nel frattempo la legge di stabilità include l'articolo 'ammazza ict' che prevede il taglio del 50% di tutte le spese informatiche nella pubblica amministrazione, che vuole dire che le pubbliche amministrazioni dovranno andare avanti 'a carbone'
gd350turbo05 Novembre 2015, 11:48 #8
E' come un padre di famiglia, che alla richiesta di cibo dei propri familiari, gli porta a casa un bel lampadario !

Non basta portare la borchia della fibra alla scuola, ma ci vuole anche l'hardware da collegarsi, alis computer, e per consentire il proseguo degli studi anche in ambiente extra scolastico, occorre che arrivi anche a casa degli alunni !

vedi un pò te !
+Benito+05 Novembre 2015, 11:55 #9
Ormai è proprio il suo clone preciso. B sarà contento del suo lascito.
aled197405 Novembre 2015, 12:36 #10
Originariamente inviato da: ThePonz
ah, ma non è lì ad oltranza?


no, scherzi, lui ha sempre ripetuto che è pronto "a mollare anche domani"

solo che sai... le riforme, la stabilità, il bilancio, i tagli, la corruzione, le emergenze (tanto ce n'è una ogni paio di mesi), la costituzione, la banda larga nelle scuole... troppi impegni, e se non c'è lui queste cose non le fa nessuno [SIZE="1"](tutti incapaci o peggio)[/SIZE]

ma LUI sistemerà tutto e gli erigeranno statue in ogni città, e per questo riceverà la seconda santissima unzione della politica italiana

qua c'è da piangere, altroche...


concordo, giusto il week end trascorso parlavo con i miei genitori, ultra settantenni, di come e cosa è diventato il nostro Paese




ciao ciao

P.S.
ricordiamocene alle prossime elezioni.... quando mai ci saranno s'intende.... e vedete di ricordarlo a tutti i vostri amici, parenti e conoscenti, e non delle sole promesse di Renzi ma di tutte quelle fatte da tutti i politici negli ultimi 10 anni almeno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^